Foto 15 di 23

I siti archeologici pił belli del mondo

3 Vota   

La Santísima Trinidad de Paraná, Paraguay
I locali le chiamano semplicemente “rovine di Trinidad”: sono i resti di una missione gesuita, ovvero di una piccola colonia fondata da missionari gesuiti in Paraguay nel 1706. Tra il XVII e il XVIII secolo ne nacquero molte nell’America del Sud, ma questa è una delle più recenti, delle più interessanti e delle più visitate, oltre ad essere quella più facilmente accessibile. Missioni che erano come vere e proprie cittadelle in miniatura, dove niente doveva mancare per la vita dei fedeli che cercavano di integrarsi con gli indigeni: la piazza centrale, la chiesa, i negozi e la scuola ne facevano una piccola realtà autosufficiente. A detta dei viaggiatori di quel periodo, la chiesa di Trinidad era la più bella e la più grande di tutte le missioni; ancora oggi, varcando la soglia, si è subito rapiti dalle splendide decorazioni in pietra sopra l’altare, e non sono da meno le porte da cui si accede alle sagrestie, con i loro fregi e le loro sculture. Da vedere anche la torre a base quadrata, di cui non è chiara la funzione: poteva trattarsi di un campanile, di un osservatorio o di entrambe le cose. Le rovine, ben conservate, sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1993.

Si trovano a una trentina di minuti di autobus da Encarnacion, procedendo in direzione Ciudad del Este: le indicazioni per Trinidad si trovano lungo la strada. L’ingresso alla missione è a pagamento, ma chi l’ha visitata assicura che ne vale la pena.