Cerca Hotel al miglior prezzo

Gosaldo (Veneto): il borgo abbandonato di California e cosa vedere tra le Dolomiti Bellunesi

Gosaldo, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Gosaldo dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Gemma urbana del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi (Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO), Gosaldo difende con le unghie e con i denti la pace che ne contraddistingue la quotidianità vissuta dai quasi 600 abitanti. Comune sparso del Veneto più scenografico, le sue case si spalmano candidamente sulla Conca Agordina ai piedi delle Pale di San Martino, dichiarate sito d’interesse comunitario. Gosaldo è dunque figlio di un paesaggio dalla forte matrice montuosa essendo coronato da creste imponenti e sontuose che, certamente, ne hanno influenzato la collocazione geografica.

Storia

Nel 1148 il paese si chiamava Agosaltum (di derivazione presumibilmente longobarda) e la sua storia scorse molto tranquilla fino al 4 novembre 1966, giorno scolpito tristemente nella memoria popolare per la tremenda alluvione rea di aver spazzato via diverse frazioni (tra cui California, diventato uno dei paesi fantasma del Veneto) causando danni, devastazioni e, di rimando, il progressivo spopolamento del borgo che in origine contava 2.000 anime. La Miniera di Vallalta, sulla quale si concentrava il grosso dell’allora imperante attività d’estrazione mineraria, ha enormemente risentito degli effetti della calamità, eppure l’alacre lavoro di recupero di un gruppo di volontari ha riportato in auge il sito come meta turistica.

Cosa vedere a Gosaldo

La piazza principale di Gosaldo vede affacciarsi con sommessa bellezza la Parrocchiale della Beata Vergine Addolorata, eretta nel 1863 e custode di sculture e dipinti di pregio, fra di essi I Santi Andrea e Lorenzo davanti al Santissimo Sacramento firmato da Liberale Cozza. Presente anche un organo a canne d’inizio Novecento di fabbricazione tedesca. Nella stessa piazza – scandita dal fulcro monumentale rappresentato dalla Statua del Seggiolaio, vecchio mestiere esercitato al tempo dagli emigranti di Gosaldo e al quale è peraltro dedicato il Museo Etnografico e del Seggiolaio - s’erge la Chiesa di San Giacomo, che del paese era parrocchiale, consacrata nel 1635 e costruita in stile gotico.

Più distaccata poiché in frazione Tiser, la Parrocchiale di San Bartolomeo Apostolo è trecentesca, dunque il più antico edificio di culto presente nel comune (è antitetica cronologicamente alla Chiesa della Madonna delle Nevi che in frazione Forcella Aurine risulta la più recente). Rimaneggiata a più riprese, riprende le caratteristiche architettoniche gotico-alpine e accoglie nell’aula interna le statue lignee di San Pietro e San Paolo scolpite nel 1855 dall’artista Valentino Besarel, ci sono poi l’altare maggiore e quello dedicato alla Madonna del Rosario, entrambi attribuiti a Fioravante Costa.

Fioccano gli itinerari immersi nella natura, come il Sentiero “La Montagna Dimenticata” che, provenendo dal Centro Minerario della Valle Imperina, conduce a un’antica fornace per la lavorazione della calce, ovvero la Calchera di Forcella Franche.

Sciare a Gosaldo

In inverno la località cambia veste e interessi trasformandosi in una meta stagionale grazie alla stazione sciistica di Forcella Aurine, la Aurine Ski, che dispone di un impianto di illuminazione per lo sci in notturna.

Come arrivare a Gosaldo

Da Belluno occorre seguire per Feltre, attraversare Santa Giustina dopodiché superare Marsiai e procedere secondo le indicazioni per Gosaldo; dalla stazione di Belluno si prosegue prendendo l’autobus di collegamento; l’aeroporto internazionale “Antonio Canova” di Treviso è quello di riferimento.

Dove sciare?

Da Gosaldo sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 16 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico San Martino Di Castrozza - Passo Rolle Fine stagione (a 13 Km), il comprensorio sciistico Passo Rolle - Rollepass Fine stagione (a 15 Km), il comprensorio sciistico Passo Mendola - Prati di Golf Fine stagione (a 15 Km), il comprensorio sciistico Predaia Fine stagione (a 15 Km), il comprensorio sciistico Falcade - Passo San Pellegrino Fine stagione (a 17 Km), il comprensorio sciistico Ski Civetta Fine stagione (a 19 Km), il comprensorio sciistico Monte Avena Fine stagione (a 23 Km), il comprensorio sciistico Passo Fedaia - Marmolada Fine stagione (a 26 Km), il comprensorio sciistico Arabba Marmolada Fine stagione (a 28 Km), il comprensorio sciistico Passo Lavaze - Oclini Fine stagione (a 29 Km), il comprensorio sciistico Alba - Ciampac Fine stagione (a 29 Km), il comprensorio sciistico Nevegal Fine stagione (a 29 Km), il comprensorio sciistico Moena - Alpe Lusia - Val di Fassa Fine stagione (a 29 Km), il comprensorio sciistico Ciampac - Buffaure Fine stagione (a 29 Km), il comprensorio sciistico Alpe di Pampeago Fine stagione (a 29 Km) e il comprensorio sciistico Passo Brocon - Marande - Lagorai Fine stagione (a 30 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve San Martino Di Castrozza - Passo Rolle.
» il Bollettino neve Passo Rolle - Rollepass.
» il Bollettino neve Passo Mendola - Prati di Golf.
» il Bollettino neve Predaia.
» il Bollettino neve Falcade - Passo San Pellegrino.
» il Bollettino neve Ski Civetta.
» il Bollettino neve Monte Avena.
» il Bollettino neve Passo Fedaia - Marmolada.
» il Bollettino neve Arabba Marmolada.
» il Bollettino neve Passo Lavaze - Oclini.
» il Bollettino neve Alba - Ciampac.
» il Bollettino neve Nevegal.
» il Bollettino neve Moena - Alpe Lusia - Val di Fassa.
» il Bollettino neve Ciampac - Buffaure.
» il Bollettino neve Alpe di Pampeago.
» il Bollettino neve Passo Brocon - Marande - Lagorai.
  •  

News più lette

29 Ottobre 2020 Libri di viaggio da leggere mentre restate ...

In seguito alla seconda ondata di contagi di Coronavirus Covid-19 che ...

NOVITA' close