Cerca Hotel al miglior prezzo

Sagre dei funghi porcini, gli eventi da non perdere in Italia

Autunno è tempo di prelibatezze offerte dai boschi, che si celebrano con le sagre delle castagne, le fiere e sagre del tartufo e ovviamente quelle dei funghi, a cui dedichiamo questo articolo, con un focus per sua maestà il Boletus.

Le sagre del fungo porcino sono saldamente ancorate a scopi solidali. Le associazioni che da nord a sud organizzano in Italia i rendez vous per gli appassionati del porcino, destinano buona parte del ricavato al sostegno di progetti ed iniziative culturali.

Sagre e feste iniziano a fiorire dal mese di luglio per concludersi a settembre e anche oltre, ovviamente nel periodo in cui è disponibile la materia prima, protagonista di mostre e soprattutto di ricette tradizionali.
Di seguito proponiamo alcuni degli appuntamenti più noti della nostra penisola.

Le sagre dei funghi porcini nel Nord Italia

L’appuntamento più importante è con la Fiera Nazionale del Fungo Porcino ad Albareto in provincia di Parma.
La sua nascita ad Albareto, comune di 2.200 abitanti immerso nell’Appennino parmense, è dovuta al legame profondo che unisce la località alla disponibilità del prodotto. Appuntamento fisso del secondo weekend dei mesi di settembre, è nata nel 1996 per valorizzare il crescente interesse verso il Fungo Porcino con le sue implicazioni di natura turistica ed enogastronomica.
Nel tempo la fiera ha stretto rapporti di gemellaggio con la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba e con il Festival Nazionale del Risotto Italiano di Biella, con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico.
Date e programma della prossima edizione => Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto.

Nella stessa zona, sempre nel cuore dell’Appennino Parmense, si trova la località Borgo Val di Taro, situata al confine con Liguria e Toscana.
Il fungo porcino che la natura ha reso disponibile in queste zone è stato fregiato della denominazione IGP, festeggiata ogni anno dalla tradizionale Fiera del fungo di Borgotaro IGP.
La manifestazione è nata nel 1975 da un’idea della Società di Mutuo Soccorso Imbriani. Da circa 10 anni l’organizzazione è stata implementata con la creazione di un comitato di volontari composto dalla Società Imbriani, dal Comune di Borgo Val di Taro e dal Consorzio di Tutela del Fungo IGP.
La tradizione della raccolta affonda le radici nei secoli. Solo a partire dal 1934, i boschi situati lungo la dorsale appenninica e ricadenti nei Comuni di Albareto, Borgo Val di Taro e Pontremoli sono stati inseriti nelle raccolte di usi e consuetudini vigenti in provincia di Parma come area di produzione del “Fungo di Borgotaro”, denominazione che comprende quattro specie di porcino: Boletus edulis, Boletus aereus, Boletus aestivalis e Boletus pinophilus.
Il prodotto IGP è considerato superiore per qualità organolettiche, olfattive ed aromatiche, rispetto agli altri porcini che, pur delle stesse specie, provengono da altre zone sia italiane che estere.
Date e programma della prossima edizione => Fiera del fungo di Borgotaro IGP.

Sull'Appennino Tosco-Romagnolo, la località di Castel del Rio (BO), sulle rive del Santerno, ospita da oltre trent'anni la Sagra del Porcino nel mese di agosto.
L'evento richiama sempre un grande numero di appassionati e amanti del fungo, che possono assaggiare le prelibatezze nello stand gastronomico allestito per l'occasione.
Date e programma della prossima edizione => Sagra del Porcino di Castel del Rio.

Per festeggiare il porcino la Liguria propone la Sagra del Fungo di Masone, in provincia di Genova, che si svolge normalmente nei due weekend centrali di settembre. Dedicata al più pregiato dei prodotti della Valle Stura, per l’appunto il fungo porcino, la sagra punta tutto sulla tradizione gastronomica, come i famosi funghi impanati e fritti.
Date e programma della prossima edizione => Sagra del Fungo di Masone.

Le sagre del porcino nel Centro Italia

Non solo porcini a Castelfranco di Sotto in provincia di Pisa dove per quattro fine settimana consecutivi fra ottobre e novembre si svolge la Sagra del Porcino e della Chianina.
L'evento che ha come scopo la salvaguardia delle tradizioni gastronomiche toscane in una zona che negli ultimi anni ha avuto una forte vocazione industriale prevede un menù di tutto rispetto nel quale spiccano piatti che combinano i prodotti protagonisti quindi primi con ragù di Chianina o con funghi porcini e bistecche con porcini a fette o cappella. L'evento si tiene presso la struttura invernale del Circolo ARCI di Castelfranco di Sotto. Parte del ricavato della manifestazione sarà devoluto per le adozioni a distanza nell'ambito del progetto "Il cuore si scioglie".
Date e programma della prossima edizione => Sagra del Porcino e della Chianina a Castelfranco di Sotto.

Ancora in provincia di Pisa, a Balconevisi (frazione di San Miniato), nel mese di ottobre l'appuntamento è con la Sagra del Tartufo Bianco e del Fungo, che celebra alcuni dei prodotti tipici di questo territorio.
Date e programma della prossima edizione => Sagra del Tartufo Bianco e del Fungo a Balconevisi.

A Cortona, in provincia di Arezzo si svolge la Sagra del Fungo Porcino organizzata presso i giardini del Parterre. Protagonista è la gastronomia interpretata con l’utilizzi dei funghi raccolti nelle montagne del territorio cortonese. Il tutto accompagnato dall’ottimo vino locale.
Date e programma della prossima edizione => Sagra del Fungo Porcino di Cortona.

Ci spostiamo nel Lazio, dove dal 1990 si svolge la Sagra del Fungo Porcino di Lariano, in provincia di Roma.
L'evento è promosso dall’associazione che indirizza la sua azione alla promozione, allo sviluppo e allo svolgimento di attività sociali di solidarietà e beneficenza oltre alla valorizzazione di prodotti locali come il Pane di Lariano.
Date e programma della prossima edizione => Sagra del Fungo Porcino di Lariano.

Sempre in provincia di Roma, per due due weekend di settembre, dal 2004 si svolge a Oriolo Romano la sagra dedicata al fungo porcino. Nella splendida cornice di Piazza Umberto, investita dei profumi ricchi e forti, i prodotti locali hanno trovato una giusta platea. Olio, vino, carni, formaggi, dolci, pasta fatta in casa e, ovviamente, tanti funghi porcini.
Date e programma della prossima edizione => Sagra del Fungo Porcino di Oriolo Romano.

Ancora nell'area romana, a Colle di Fuori (frazione di Rocca Priora), la Sagra del Fungo Porcino si sviluppa nell'arco di tre fine settimana a pranzo e cena con menù a base di funghi e altre prelibatezze gastronomiche, accompagnata dalla lotteria che mette in palio 60 kg di porcini.
Date e programma della prossima edizione => Sagra del Fungo Porcino a Colle di Fuori.

Le sagre del fungo porcino nel Sud Italia

Segnaliamo anche la Sagra del Fungo a Montoro, in provincia di Avellino, un appuntamento fisso ed irrinunciabile per moltissimi affezionati visitatori, la sagra propone, nella cornice naturale del verde della località, gastronomia e spettacoli.
Date e programma della prossima edizione => sulla pagina Facebook dell'Associazione Le Sei Torri.

Per concludere la nostra carrellata di eventi legati ai funghi porcini in Italia andiamo in Sicilia, per la precisione a Cesarò, comune della città metropolitana di Messina, dove ogni anno si svolge la Black Pig Fest, dove la carne di maiale incontra il sapore dei funghi porcini.
Date e programma della prossima edizione => Sagra del suino nero e del fungo porcino dei Nebrodi a Cesarò.
  •  

 Pubblicato da il 27/08/2018 - - ® Riproduzione vietata