Cerca Hotel al miglior prezzo

Castelli d'Irlanda: Trim, Leap e Birr Castle tra fantasmi e segrete

Irlanda, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Più che perdere un castello, in Irlanda sarà facile che vi perdiate tra i castelli... Punteggiato in lungo e in largo di rocche, fortezze e manieri, il Paese appare romantico e fiabesco.
Non tutti sanno però che queste antiche pietre nobiliari hanno spesso episodi terrificanti, per nulla nobili, da raccontare. La storia d'Irlanda è fatta si di dame e cavalieri, re e cortigiani ma anche di tremende torture, terribili vendette, sanguinosi episodi e cronache macabre.
Una per tutte? Infischiandosene dell'etichetta, il duca di Essex nel 1573 invitò 300 membri del clan reggente, gli O'Neill, a una grande festa al castello di Belfast e finì poi con il far loro la festa (li fece uccidere tutti!). Se i particolari trucidi non vi scompongono apprezzerete di certo un tour dell'entroterra alla scoperta di squallidi tradimenti e impensabiii furfanterìe, cui compenserà però la straordinaria bellezza dei luoghi che visiterete.

Cominciamo da Trim Castle, nella contea di Meath. Qui asserragliati, gli anglo-normanni tenevano ben distanti i pericolosi nativi e si ingegnavano perché il loro castello fosse inespugnabile. Agli ospiti indesiderati, e ve ne erano a bizzeffe, erano riservati acqua bollente, catrame, frecce, pietre e qualsiasi altro tipo di arma efficace potesse essere lanciata dalle massicce mura attraverso apposite feritoie. I perfidi architetti dell'epoca concepirono, oltre alle strette aperture destinate agli arcieri e alle improvvisate bombe a mano, impervie scale i cui gradini distanziati pericolosamente risultavano efficaci trabocchetti per il nemico che tentasse la salita, Per non parlare dell'oubliette, Nonostante il delicato nome, derivato dal francese "oublier" (dimenticare), non si trattava di un salotto, dove darsi alla spensieratezza, bensì di un'inospitale segreta dove i prigionieri venivano letteralmente dimenticati e lasciati morire di stenti.

A un'ottantina di chilometri a Sud Ovest di Trim, nella contea di Offaly, ai margini del villaggio di Clareen ecco ancora un castello, famoso invece per altri brividi: pare sia il più infestato d'Irlanda.
A vagare tra le sue stanze è in particolare un fantasma maleodorante che pare sia stato intercettato persino da W.B. Yeats durante un suo soggiorno a castello. Leap Castle, con le sue possenti mura di granito spesse 3 metri, ha vegliato fin dal XIV secolo sulla frontiera tra il territorio delle Slieve Bloom Mountains e la provincia di Munster. Il suo aspetto è tanto sinistro da far sembrare il castello di Dracula la casa di Biancaneve e la sua storia è affollata di episodi da film dell'orrore. Tanto per cominciare, il nome originale deila fortezza - Leim Ui Bhanain ovvero il salto degli O'Bannons - si rifà a una tragica vicenda condita di tutti gli ingredienti del caso: amore, tradimento, omicidio e fuga. Anche a Leap Castle, come nel caso di molte altre residenze irlandesi, nei secoli si assistette a numerosi cambi di proprietà, quasi mai affidati a un agente immobiliare, Che il trapasso avvenisse o meno in modo pacifico, nel frattempo la camera di tortura al piano superiore non smetteva di funzionare.
Ai prigionieri di Leap Castle non veniva concesso il "privilegio" di una morte lenta: violentemente gettati in gattabuia, per inciso priva di pavimento, i tapini precipitavano per due metri e mezzo e finivano con l'atterrare, neanche fossero carne per spiedini, su un micidiale sperone appuntito. Chi non fosse stato tanto fortunato da morire sul colpo, si sarebbe poi spento per inedia. Attorno al 1900, durante lavori di restauro, nella spietata segreta furono rinvenuti decine di scheletri umani infilzati uno sull'altro. Ma il fatto più sconcertante è che su uno di questi fu trovato un orologio da taschino fabbricato nel 1840 o giù di lì che smentiva clamorosamente la convinzione che a quell'epoca, considerata evoluta e civilizzata, l'oubliette fosse entrata in disuso ormai da tempo.

Da Clareen in auto sarete presto al Birr Castle, dove potrete tirare un sospiro di sollievo. Qui, nell'unico vero centro geografico d'Irlanda nonostante l'arbitraria adozione del titolo da parte di altre località, niente storie cruente ma delicati giardini e attività scientifiche vi accoglieranno. Nel 1620, infatti, gli illuminati Parsons subentrarono agli O'Carroll, messi al bando. Dell'assetto attuale, datato 1810, fa parte anche il torrione centrale, ultima testimonianza della secentesca fortezza originaria.
Grande vanto del maniero sono i suoi giardini, orgoglio d'Irlanda e spettacolo capace di incantare anche chi non si appassiona di botanica. La fioritura delle magnolie non ha pari sull'isola. Tuttavia a regalare fama al castello di Birr non è stato il pur magnifico parco, ma il suo straordinario telescopio, realizzato nel 1825 e mai superato in dimensioni fino al 1917. Birr può rivendicare la paternità di molte scoperte astronomiche.

Ormai stemperate le atmosfere orride, sarete pronti per scoprire anche il lato leggero dei tempi antichi, Parecchi castelli restaurati ospitano banchetti medievali e cene-spettacolo, Altri sono diventati addirittura lussuosi hotel dove concedersi notti da re. E' il caso di Kinnity Castle, Castle Leslie e Ashford Castle.

Probabilmente aveva ragione Frank O'Connor quando scriveva che non sarebbe bastata una vita per scoprire la ragion d'essere di tutte le rovine sul suolo d'Irlanda, Se vuoi almeno provarci, non perdere altro tempo!
  •  

 Pubblicato da - 15 Luglio 2013 - © Riproduzione vietata

close