Cerca Hotel al miglior prezzo

I Festival delle Ostriche in Irlanda, ecco dove mangiarle

Le ostriche fanno bene alla salute. E’ un dato di fatto. Il loro contenuto di nutrienti e minerali è miracoloso per gli effetti positivi che hanno su metabolismo, sistema immunitario, crescita, pressione, colesterolo, ossa e pelle anche se la loro notorietà è da sempre più legata agli aspetti ludici che trasformano il consumo di ostriche in sinonimo di piacere.

L’Irlanda, ricca lungo le coste di coltivazioni del pregiato mollusco, crede fermamente nel valore delle ostriche tanto da dedicare loro più di un Festival.

Ballylongford Oyster Festival


Ad aprire la carrellata dei Festival più prestigiosi dedicati alle ostriche è il Ballylongford Oyster Festival celebrato ogni anno nella Contea di Kerry agli inizi di agosto. L’edizione 2017 ha festeggiato i primi 25 anni della sua esistenza. Ballylongford significa "guado di ancoraggio" in onore alla posizione del villaggio in cima alla baia di Ballylongford sull'estuario dello Shannon, a poche miglia dall’isola di Carrigafoyle Island nota per il magnifico castello. L’economia del villaggio è strettamente legata al turismo, all’agricoltura e soprattutto alla pesca, in particolare delle ostriche. Il festival nato per sottolinearne l’importanza propone tre giorni di eventi, fra gare di freccette, concerti live, competizioni varie, di pesca, fra barman, corsa delle oche, tutti dominati dalla gara fra chi riesce a deglutire il numero maggiore di ostriche. Date, programma (pubblicato a poche settimane prima del Festival) e informazioni sono disponibili sul sito: www.gokerry.ie

Il Festival delle Ostriche di Carlingford


Il Carlingford Oyster Festival , celebrato nell’omonima località situata nella Contea di Louth, all’estremo confine con l’Irlanda del Nord nella zona Nord Est del Paese, rende omaggio ogni anno anche all’influenza che hanno avuto gli antichi Romani, pionieri nel trasmettere l’amore per le ostriche, senza i quali, probabilmente, l’attenzione riservata a quel tipo di mollusco non sarebbe oggi così importante nell’intera Isola. La posizione di Carlingford, prospicente al Mare d’Irlanda permette un continuo ricambio di acqua dovuta alla maree. Per le ostriche, che ogni giorno filtrano più di 55 litri di acqua per ricavare il nutrimento necessario, si tratta di una condizione perfetta per moltiplicarsi e offrire ai consumatori quell’inconfondibile sapore che inizia regalando note dolci simili a quelle delle nocciole e alla fine diventa forte e persistente quanto il tannino. Per farle crescere a sufficienza servono tre anni. L’edizione 2018 del Festival si terrà dal 9 al 13 agosto, quattro giorni pieni di eventi dedicati in particolare alle famiglie e ai bambini. Face painting, pic nic in compagnia del famoso orsetto Teddy Bear, kayaking libero nelle insenature del porto e innumerevoli attività sportive all’aperto sono i punti cardine di un programma che include anche la caccia alla perla, il torneo di pesca al granchio, il mercatino di artigianato tradizionale, la possibilità di gustare sia le ostriche sia la famosa zuppa di pesce di Carlingford e di visitare la città, meta turistica dal 1870, anno in cui venne inaugurata la linea ferroviaria poi chiusa nel 1951. Il Festival è organizzato dal Comitato per il Carlingford Oyster Festival. Info disponibili sul sito www.carlingfordoysterfestival.com



Sconfinando in terreno inglese, nella contea di Down, in piena Irlanda del Nord, troviamo la località di Hillsborough dove, dal 1992, viene celebrato il Festival dedicato alle Ostriche. Nel 2017, anno del 25° anniversario, l’evento è stato cancellato per mancanza di fondi. Una decisione sofferta per il Comitato organizzatore che da oltre un anno sta lavorando per poterlo ripristinare in tempo per gli inizi del prossimo settembre, periodo nel quale il Festival si è tradizionalmente svolto. A renderlo così particolare è la gara che mette a confronto i mangiatori di ostriche. Nel 2005, Colin Shirlow riuscì a ingoiarne 233 in soli tre minuti stabilendo il nuovo record mondiale. Il sito: www.hillsboroughoysterfestival.com è momentaneamente fuori servizio. Alcune informazioni sono disponibili nella pagina facebook: www.facebook.com/HIOFestival/

Clarenbridge Oyster Festival


A Clarenbridge, nella contea di Galway, il Festival delle Ostriche rappresenta una tradizione ormai consolidata. La prima edizione si svolse nel 1954 al Paddy Burke Inn grazie all’impegno della comunità decisa a festeggiare “la regina” del mare, nata nella baia di Dunbulcan. Il villaggio di Clarenbridge situato alla foce della baia, prende il nome dal vecchio ponte di pietra che cavalca le rive del fiume Clarin. Il rapporto perfetto fra l’acqua dolce del fiume e quella salata del mare, ha permesso di far crescere coltivazioni di ostriche natie, raccolte nella acque circostanti poco profonde e protette dalle tempeste invernali da generazioni di Oystermen. Nel 2018 il Festival si terrà dal 5 all’8 ottobre, periodo in cui viene ufficialmente aperto il raccolto delle ostriche. Il 63°compleanno del Clarenbridge Oyster Festival sarà l’occasione non solo per proporre eventi e iniziative ma per sottolineare l’impegno della comunità di Clarenbridge, immersa nella raccolta delle ostriche dai tempi degli antichi romani. E se vi state chiedendo cosa può avere di così particolare l’ostrica di Clarenbridge, la risposta è una sola: il gusto, senza rivali, determinato dalle condizioni perfette di Clarenbridge, la baia riparata, il giusto rapporto fra acqua dolce e salata, l'abilità e la conoscenza degli Oystermen. Provare per credere. Info: www.clarenbridge.com

Le ostriche di Galway


Il Galway International Oyster and Seafood Festival, celebrato nella contea di Galway vanta due primati, quello di festival dedicato alle ostriche più antico al mondo e, in Irlanda, di appuntamento principe, secondo per importanza solo al St Patrick’s Day. L’evento ha mosso i suoi primi passi nel settembre del 1954, grazie all’idea di Brian Collins, all’epoca manager del Great Southern Hotel, ora trasformato in Hotel Meyrick. Da allora ad oggi le edizioni hanno preso a scorrere fino ad arrivare a quella datata 2018 che si svolgerà dal 28 al 30 settembre.

Nel 1954 il destino del Galway International Oyster and Seafood Festival era intrecciato a quello dell’Oyster Festival di Clarenbrige. Città e villaggio infatti distano pochi chilometri di distanza l’una dall’altro. Negli anni ’80 le due organizzazioni decisero di separarsi. Una parte rimase a Clarenbridge e l’altra si trasferì nel cuore di Galway. Il collante che unisce ancora oggi gli eventi sono le ostriche, raccolte nella stesse acque. Il Festival di Galway offre tre giorni densi di eventi, sfilate, feste notturne, ricevimenti, fiumi di champagne e Guinness da gustare insieme alle ostriche, gare - famosissimo il World Oyster Opening Championships- ospiti prestigiosi. Il programma è disponibile sul sito: www.galwayoysterfest.com
  •  

 Pubblicato da il 28/03/2018 - - ® Riproduzione vietata