Cerca Hotel al miglior prezzo

Senales: le sue frazioni, la Valle e il Ghiacciaio

Bastano pochi minuti d'auto dalle comodità e il benessere di Merano , e si è catapultati in mezzo alla natura più impressionante dell'Alto Adige: poco dopo Naturno una stretta valle si apre alla vostra destra, come una fenditura aperta da un gigantesco coltello che ha segnato una profonda ferita fra le montagne. Siamo al cospetto delle Alpi Venoste che vengono sezionate dal profilo obliquo della Val Senales, che dal fondo valle del fiume Adige risale fino ai paesaggi incantati di Maso Corto, e da qui agli oltre 3.700 metri del Palla Bianca, la terza cima per altezza di tutto il Trentino Alto Adige.

La valle fa parte del terrritorio del Comune di Senales che comprende invero alcune località raggruppate sotto un'unica amministrazione comunale. Risalendo il percorso del rio Senales, dal fondovalle fino al confine con l'Austria si incontrano una serie di interessanti località: il primo centro di nota è quello di Monte S. Caterina (1245 m) - Il piccolo villaggio spicca nella valle per la presenza della chiesa, la Parrocchiale che fu eretta all'inizio del 16° secolo, e successivamente ristrutturata a metà circa del '700. Questo villaggio merita una visita per la sua posizione panoramica, ed è noto agli appasionati di trekking dato che da qui inizia l'Alta via Meranese, un sentiero che compie una attraversata del Gruppo di Tessa.

Infatti proseguendo lungo la valle dopo pochi chilometri si trova una deviazione che scende piuttosto decisa: la Val di Fosse è una valle laterale della Val Senales e porta il visitatore al centro di un ambiente ancora vergine e cioè il Parco Naturale del Gruppo di Tessa che al contempo è anche la riserva di caccia piu grande della provincia di Bolzano. Da inizio primavera ad estate innoltrata il parco è molto frequentato da escursionisti, mentre d'inverno è preferito da chi pratica lo sci alpinismo. Percorrere la parte alta della Val di Fosse d'inverno è piuttosto pericoloso a causa della caduta di valanghe.

Ritornati sulla strada principale,dopo poche centinaia di metri, si raggiunge Certosa (1327 m) - Lì, dove un tempo vivevano i monaci certosini, (dal 1326 fino al 1782) ancora oggi si percepisce la loro presenza tra le mura del chiostro. Con l'incendio scoppiato nel 1924 il paese venne quasi interamente distrutto, tuttavia non sono state cancellate tutte le tracce del convento. Una parte del muro di cinta è conservato molto bene, così come il chiostro restaurato, la grotta con il sepolcro e la cucina. Tutte testimonianze del passato, che anche d'inverno possono essere visitate. Certosa è la sede amministrativa della valle. Nella piacevole e bella piazzetta in inverno al centro del paese, c'è un piccolo campo per il pattinaggio e il curling. Da qui parte una bellissima passeggiata invernale che raggiunge i masi Raindl e la località Madonna di Senales.

Madonna di Senales si trova poco più in alto, a1500 m di quota. Nel fondovalle intorno alla chiesa barocca, si estende l'insediamento pru grande della valle. Le origini di questo luogo di pellegrinaggio risalgono al lontano 1304. L'attrazione più spettacolare del paese pero, é il nuovo ArcheoParc, aperto dall'1 aprile al 2 novembre. Da ammirare ci sono anche i masi centenari all'interno ed intorno al paese, in particolare il maso "Oberniederhof" che risale al dodicesimo secolo. Gli amanti degli sport invernali possono usufruire di una pista per lo sci da fondo, di un campo del ghiaccio all'aperto per il pattinaggio e il curling e di sentieri per escursioni invernali etc. e tutto ciò ad appena 9 km.dagli impianti sciistici di Maso Corto.

Ma prima di raggiungere la testata della Val Senales abbiamo un'ultima tappa da compiere: eccoci a Vernago al Lago (1700 m) - Il paesino di Vernago si trova sulla sponda del lago artificiale omonimo. Quest'ultimo venne costruito tra il 1956 e il 1964. Il fertile fondovalle insieme ai masi ed alla chiesetta hanno dovuto cedere il posto all'acqua. Piano piano si è sviluppato sulle rive del lago un nuovo insediamento. L'esposizione al sole piace a molti vacanzieri. Da qui, per chi va con gli sci o usa lo snowboard, è facile raggiungere Maso Corto, dove si scia tutto l'anno.La breve passeggiata panoramica che raggiunge il Maso Raffein (posto di ristoro) è percorribile tutto l'anno.Anche Vernago si possono intrapprendere escursioni con gli sci d'alpinismo al Rifugio Similaun e al luogo di ritrovamento della mummia Otzi.

Da qui il paesaggio si fa di alta montagna, i boschi lasciano spazio ai prati e l'imponenza delle Alpi Venoste toglie il fiato ai turisti: stiamo per raggiungere Maso Corto (2011 m) - Circondato da alte montagne, è il paese situato più alto rispetto alle altre quattro località della valle. Quello che una volta era un grande maso è diventato negli ultimi trent'anni un centro sciistico modernissimo. Hotel ed appartamenti ben attrezzati, moderni impianti sportivi ed una ricca offerta per il tempo libero attirano numerosi ospiti da tutto il mondo. È il luogo ideale tra il panorama delle località sciistiche del Trentino Alto Adige per chi ama immergersi al completo nell'ebrezza delle discese su piste perfette. Anche la scuola di sci e lo snowboard, l'asilo nido ed il servizio di noleggio ed assistenza si trovano sul posto. Maso Corto è anche l'ideale punto di partenza per escursioni d'alta montagna, sia con gli sci d'alpinismo, che con le racchette da neve. Famoso è l'hotel Grawand che si trova a livello del ghiacciao della Val Senales, punto di partenza ideale per tutte le escursioni in quota sulle Alpi Venoste.

Sciare in Val Senales
Proprio da Maso Corto iniziano gli impianti che vi porteranno al puro divertimento di 35 km di piste da sogno - per ognuno il suo: dalla discesa lunga 8 km fino alle piste adatte alle famiglie. Lo snowboarder trova una vasta area con Funparc e Half-pipe. Fino a 20 km di piste per lo sci da fondo in valle e sul ghiacciaio e la pista per slittini lunga 5 km, completano l'offerta invernale. La neve perfetta e la vista mozzafiato sulle montagne circostanti sono i gioielli della valle. I locali qualificati invitano ad una sosta, mentre in genere non ci sono tempi d'attesa agli impianti di risalita.

Clima di Senales
Senales giace a sud delle Alpi a ridosso dell'alta Valle dell'Adige, zona che è piacevolmente influenzata dal clima mite meridionale. Prova ne è che Merano, un'isola mediterranea nel cuore delle Alpi, sia conosciutissima per le sue cure termali. Dalla Val Senales dista solo trenta minuti. La presenza della neve in valle dipende naturalmente dalle zone; più si va in alto, più consistente sarà il manto nevoso. Infatti gli impianti si trovano a fine valle e sul ghiacciaio del Giogo Alto, dove è possibile sciare e fare fondo durante tutto l'anno. Lo sbalzo di temperatura tra inverno e estate è mlnlmo. A Madonna di Senales (1500 m) abbiamo una temperatura media a gennaio di -2,7 °C. Tenendo conto dell'altezza é solo un pò più freddo che Monaco di Baviera (-2,3 °C).

Come arrivare a Senales
In auto si può arrivare seguendo l'A22 Modena-Brennero e uscire a Bolzano Sud. Da qui si segue la SS38, la strada del Passo dello Stelvio, in direzione di Merano, superata la quale mancano pochi chilometri al bivio per la Val Senales, che si raggiunge poco dopo la deviazione per Naturno.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close