Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Wengen

Wengen, sciare sulla neve della Jungfrau nella valle di Lauterbrunnen

Pagina 1/2

Quando la popolazione di un paesino aumenta vertiginosamente in piena estate e in pieno inverno, allora significa che le attrattive turistiche non mancano mai. In effetti Wengen, che appartiene al comune svizzero di Lauterbrunnen, è una località dalle innumerevoli sfaccettature incastonata nel Canton Berna, in attesa di farsi esplorare quando c’è il sole, e di farsi assaporare dagli sciatori in caso di neve. Popolata da circa 1300 residenti stabili, la cittadina è capace di ospitarne fino a 10 mila in alta stagione, mantenendo sempre e comunque quell’aria pacata e ospitale da piccolo borgo montano. Il centro è chiuso completamente al traffico, ed è una coccola per lo spirito passeggiare per queste strade tranquille, raggiunte dal fruscio degli alberi e il cinguettio degli uccelli.

Per la prima volta il borgo fu menzionato in un documento ufficiale della seconda metà del Duecento, da cui non si scoprono indizi sull’origine del nome. Certo è che inizialmente si trattava di una modesta comunità agricola, e soltanto all’inizio dell’Ottocento nacque la sua vocazione turistica: seguirono i primi alberghi e i primi impianti sciistici, sino ad arrivare all’incredibile successo di oggi. L’aspetto di Wengen è molto caratteristico, con le abitazioni di legno e le baite accoglienti, che in inverno riparano dal gelo e in estate offrono un po’ di frescura, ma non mancano i palazzi eleganti in stile Belle Epoque, né le testimonianze storiche di valore. Da vedere, ad esempio, la chiesa riformata del 1953.

Dal villaggio si raggiungono facilmente le mete turistiche della regione della Jungfrau, in un tripudio di colori e di luci che variano a seconda della stagione. In estate si gode di oltre 500 km di percorsi immersi nel verde, e i 15 impianti di risalita della zona accompagnano gli avventurieri alla scoperta di cime magnifiche. La strada panoramica che corre tra Wengen e il Piccolo Scheidegg è un balcone privilegiato che si affaccia sulle vette di Eiger (l’Orco), Mönch (il Monaco) e Jungfrau (la Vergine). Se cercate un picco d’adrenalina potete provare il parapendio, il river rafting e il canyoning; tra le pareti più spettacolari del mondo c’è quella settentrionale dell’Eiger, una vera e propria sfida riservata agli esperti.

L’inverno regala a Wengen e dintorni un abito candido e lucente, e il borgo si trasforma in un trampolino di lancio verso il comprensorio sciistico del Piccolo Scheidegg-Männlichen, con oltre 100 km di piste di diversi livelli di difficoltà. Generalmente rilassanti, ideali per le famiglie e i bambini, le discese comprendono anche la famosa maschile del Lauberhorn utilizzata durante la Coppa del Mondo, di difficoltà superiore ma di grande soddisfazione. Per gli incontentabili ci sono altre stazioni sciistiche nelle vicinanze, tra cui quelle della Jungfrau, Grindelwald-First e Mürren-Schilthorn: qui non mancano zone soleggiate in cui rilassarsi tra una pista e l’altra, ma anche le aree riservate allo slittino e allo sci di fondo.

... Pagina 2/2 ...I punti panoramici sono tantissimi, tutti stupefacenti. Sono imperdibili la stazione alpina del Piccolo Scheidegg, a quota 2061 metri, così come il percorso in treno della ferrovia della Jungfrau, che raggiunge lo Jungfraujoch attraverso scorci da cartolina, passando per le stazioni di Eigerwand e Eismeer lungo un tunnel di roccia di 7 km. L’emozione continua a bordo della cabinovia di Männlichen, che consente di conquistare la vetta di Wengen, alta 2229 metri, e infine vale la pena di visitare le cascate del torrente Trümmel, che si lanciano su un crepaccio tra i ghiacci di grande suggestione.

Il divertimento è garantito anche da alcuni eventi che si svolgono annualmente in paese e sulle piste da sci. La ricorrenza più attesa è ovviamente la discesa maschile del Lauberhorn, un grande classico dello sci alpino che si svolge nel mese di gennaio e vede gli sciatori alle prese con una pendenza del 90%. Spettacolare anche la Jungfrau Marathon, la maratona più famosa d’Europa, che si tiene in settembre, mentre la settimana della musica di Mendelssohn è più adatta a chi ama l’arte e la cultura: la rassegna musicale si svolge in agosto e attira a Wengen grandi artisti da tutto il mondo per ricordare il celebre compositore Felix Mendelssohn Bartholdy.

Ad incorniciare il tutto c’è il tipico clima delle zone montane, con inverni rigidi ed estati frizzanti, perfetto per lo sci e per le escursioni. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di -4°C a una massima di 2°C, mentre in luglio e agosto si va dai 13°C ai 23°C. In inverno sono frequenti le nevicate, che assicurano delle piste perfette per l’intera stagione, mentre in estate non è raro assistere a temporali scroscianti ma fugaci. Il mese più piovoso è giugno, con una media di 13 giorni di maltempo.

Per raggiungere Wengen ci sono varie possibilità. Ci si può servire ad esempio della cremagliera del Wengernalpbahn, lunga una ventina di chilometri, che congiunge Lauterbrunnen e Grindelwald a Kleine Scheidegg con numerose corse dalla mattina fino a tarda notte. Chi viene dall’Italia e viaggia in auto deve attraversare il Gottardo in direzione Lucerna, poi attraversare Sarnen, il Passo di Brunig e Lauterbrunnen. Gli aeroporti più vicini sono quelli di Zurigo, Ginevra e Basilea.
loading...
close