Cerca Hotel al miglior prezzo

Ovronnaz (Svizzera), localitÓ termale e sciistica nel Vallese

Pagina 1/2

Incredibile come un solo luogo possa mettere d’accordo gli amanti del relax e i patiti dello sport, i cultori del benessere e i buongustai più viziosi, gli assetati di sole ma anche gli appassionati di montagna e di neve. È quanto succede a Ovronnaz, piccola località di villeggiatura situata nel Vallese francofono, nella parte meridionale della Svizzera. Incastonata ai piedi del massiccio dei Muverans, su un altopiano panoramico inondato di sole, è una meta perfetta per ogni stagione e ogni genere di vacanza, da quelle più dinamiche a quelle rigeneranti.

Le piste da sci e la stazione termale sono senza dubbio le attrattive principali, da assaporare in inverno quando uno strato candido e brillante glassa le cime circostanti: allora è una vera goduria sfrecciare lungo le piste con il vento che sferza il viso, e alla fine della giornata concedersi una pausa tra i vapori e il tepore del complesso termale. In estate invece si ha più voglia di rimanere all’aperto fino a tardi, assorbendo ogni possibile goccia di luce e inspirando a pieni polmoni l’aria pura della montagna: la posizione soleggiata di Ovronnaz rende ancora più suggestive le innumerevoli possibilità di passeggiate e sport all’aperto.

Per raggiungere le vette gli sciatori possono contare su due seggiovie e sei skilift, che consentono di accedere a un ampio comprensorio distribuito tra i 1400 e i 2500 metri di altitudine, con un panorama fantastico sulla Valle del Rodano. Dai tracciati semplici indicati per i bambini e i principianti alle discese più adrenaliniche, come quelle del settore di Tsantonnaire, Ovronnaz offre infinite possibilità a tutti quelli che amano lo sci ma anche lo snowboard, lo slittino o semplicemente le escursioni con le ciaspole ai piedi. Per le camminate ci sono ben 20 km di percorsi segnalati, mentre 11 sono i chilometri adatti a chi opta per le racchette da neve, senza dimenticare i 25 km di piste per chi pratica lo sci nordico.

Dopo il freddo pungente dell’aria montana giunge il momento di recuperare le forze: ci si può concedere una tappa in una baita di legno, dove vengono servite bevande calde, dolci squisiti e pietanze tipiche del luogo, per poi dirigersi verso il centro termale “Thermalp les Bains”, un vero paradiso in materia di benessere, salute e bellezza. Il complesso è suddiviso in varie zone, una dedicata alle terapie, una ai trattamenti cosmetici e una dotata di tre piscine termali, le cui acque furono studiate dal dottor Waldburger, che ne indicò le proprietà curative: ne risultò che fossero utili per ogni disturbo dell’apparato locomotore e del sistema cardiovascolare, grazie alla ricchezza di minerali tra cui solfato, calcio, magnesio e fluoro.

Dove sciare?

Da Ovronnaz sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 17 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico Ovronnaz Fine stagione (di cui fa parte), il comprensorio sciistico Nendaz Fine stagione (a 10 Km), il comprensorio sciistico Verbier Fine stagione (a 13 Km), il comprensorio sciistico Villars-Gryon Fine stagione (a 14 Km), il comprensorio sciistico Les Marecottes - Salvan Fine stagione (a 16 Km), il comprensorio sciistico Nax Fine stagione (a 20 Km), il comprensorio sciistico Anzere Fine stagione (a 20 Km), il comprensorio sciistico Leysin Fine stagione (a 20 Km), il comprensorio sciistico Champoussin Fine stagione (a 23 Km), il comprensorio sciistico Champery Fine stagione (a 23 Km), il comprensorio sciistico Vicheres - Liddes Fine stagione (a 24 Km), il comprensorio sciistico Morgins Fine stagione (a 25 Km), il comprensorio sciistico Torgon Fine stagione (a 26 Km), il comprensorio sciistico Evolene Fine stagione (a 27 Km), il comprensorio sciistico Crans Montana Fine stagione (a 27 Km), il comprensorio sciistico Vercorin Fine stagione (a 29 Km) e il comprensorio sciistico Avoriaz Fine stagione (a 30 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Ovronnaz.
» il Bollettino neve Nendaz.
» il Bollettino neve Verbier.
» il Bollettino neve Villars-Gryon.
» il Bollettino neve Les Marecottes - Salvan.
» il Bollettino neve Nax.
» il Bollettino neve Anzere.
» il Bollettino neve Leysin.
» il Bollettino neve Champoussin.
» il Bollettino neve Champery.
» il Bollettino neve Vicheres - Liddes.
» il Bollettino neve Morgins.
» il Bollettino neve Torgon.
» il Bollettino neve Evolene.
» il Bollettino neve Crans Montana.
» il Bollettino neve Vercorin.
» il Bollettino neve Avoriaz.
... Pagina 2/2 ...Con la stagione primaverile il paesaggio si agghinda di gemme fresche, le conifere diffondono nell’aria il profumo fresco della resina, qualche ape comincia a ronzare sui prati e il richiamo dei sentieri diventa irresistibile anche per i più pigri. La regione che abbraccia Ovronnaz è una coperta verde ricamata di percorsi che fendono i vigneti, tagliano i campi e i pascoli e puntano verso l’imponente catena dei Muverans, dove si possono scoprire il Lago di Fully e altri gioielli nascosti. Per gli appassionati del Far West c’è anche un sentiero tematico dedicato all’eroe Lucky Luke, con tanto di enigmi disseminati lungo la via. Chi, alle proprie gambe, preferisce la mountain bike, può avventurarsi alla scoperta di un itinerario di 20 km circa che attraverso il bosco conduce al suggestivo borgo di Chiboz, mentre i più allenati possono affrontare l’ascesa del Col de Forcle, dalla cui cima si assapora una visione sconfinata dell’Alto Vallese.

Per godere appieno di simili bellezze anche l’autunno si rivela un momento incredibile, quando le foreste si incendiano di colori caldi e il sole, come miele, addolcisce le cime aspre delle montagne. Impossibile negare che ogni stagione abbia il suo fascino, dall’inverno rigido e carico nevoso all’estate mite, fresca anche nelle giornate più luminose, stropicciata da qualche temporale scrosciante e argentino. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di -2°C a una massima di 4°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 15°C ai 25°C. Le precipitazioni si distribuiscono in maniera piuttosto uniforme nell’arco dell’anno, con una media mensile che va dai 7 ai 10 giorni di pioggia.

Dopo aver gustato le bellezze di Ovronnaz ci si può spingere fuori dal centro, alla scoperta della regione circostante e delle sue incantevoli località. A breve distanza dalla cittadina si trova Martigny, nel Basso Vallese, con le sue atmosfere ospitali, le sue testimonianze storiche risalenti all’epoca dei celti e dei romani e le sue mostre d’arte; da vedere anche Sion, il capoluogo del cantone del Vallese, dominato dal bel castello di Valère che dalla cima di una collina veglia sull’abitato.

Raggiungere Ovronnaz dall’Italia non è difficile, qualunque mezzo si scelga per il proprio viaggio. Da Milano, se ci si sposta in auto, bisogna prendere l’autostrada A8 in direzione E62, poi imboccare la A26, uscire a Gravellona Toce/Del Sempione e valicare il confine svizzero: giunti a questo punto si prosegue sulla A9 e si seguono le indicazioni per Lausanne/Sion, quindi per Ovronnaz. Il treno collega la cittadina a Chamoson, Sion/Martigny e Leyton, mentre gli aeroporti più vicini sono quello di Sion, a 30 km circa, e quello internazionale di Ginevra, a 140 km.
loading...
close