Cerca Hotel al miglior prezzo

Riederalp (Svizzera), sciare sul ghiacciaio del Monte Moosfluh

Pagina 1/2

Riederalp è un piccolo comune del Canton Vallese di appena 600 abitanti nato nel novembre del 2003 dall’accorpamento delle località di Goppisberg, Greich e Ried-Mörel. Dal punto di vista geografico, il paese sorge ad una quota di 1.925 ai piedi dell’imponente ghiacciaio dell’Aletsch, il più lungo di tutta la catena alpina, un fiume di ghiaccio che dalla Jungfrau (4.158 m) nell’Oberland Bernese si estende fino a un altopiano sopra il Rodano, con la frangia meridionale bordata dall’Aletschwald, una delle foreste di pini più alte d’Europa, trovandosi ad oltre 2.000 metri di altitudine. Dal Monte Moosfluh si godrà di un’incantevole vista sul ghiacciaio, così suggestivo da indurre l’UNESCO a dichiararlo Patrimonio dell’Umanità.

Più che un paese Riederalp è un alternarsi di chalet di legno, baite di pietra e piccoli alberghi immersi tra prati verdeggianti e asperità rocciose, tane ideali per le marmotte che, per niente impaurite, convivono tranquillamente con i turisti per la gioia dei bambini. Da queste parti fino agli anni ’50 vi erano solo alpeggi, luoghi nei quali i contadini della valle di Goms portavano le mandrie al pascolo con l’avvento della stagione estiva; negli anni ’60 si costruì la prima funivia e cominciarono ad aprire alberghi e impianti sportivi, i vetusti antenati delle strutture che oggi rendono Riederalp una località turistica tra le più importanti del paese, con un ingente afflusso di turisti per tutto l’anno, sia d’estate che d’inverno.

La prima cosa che non potrà non colpirvi una volta giunti nella zona compresa tra Riederalp e Bettmeralp è che tutta l’area è severamente interdetta al traffico. L’”isola pedonale più estesa dell’arco alpino” è infatti raggiungibile esclusivamente a bordo della funivia che parte da Morel. Lungo la salita si fa tappa presso un altissimo pilone, dove si caricano a bordo escursionisti e bikers, arrivati fin lì seguendo la fitta rete di sentieri che collega il fondovalle con l’altopiano. Una volta in alto, si caricano i bagagli su comodi carrettini e si ci avvia a piedi in albergo o in appartamento. I più pigri possono comunque approfittare dei taxi rigorosamente elettrici o di un piccolo bus, che fa la spola tra case e prati. D’inverno ad accogliere i turisti ci sono il gatto delle nevi e le slitte trainate dai cavalli.

Nel comprensorio dell’Aletsch ci sono circa un centinaio di chilometri di piste per un totale di 32 impianti di risalita, ai quali si aggiungono i numerosi anelli da fondo che si diramano per tutto l’altopiano. Se siete alle prime armi o avete bambini desiderosi di cimentarsi con lo sci potrete recarvi presso una delle due scuole sci della zona, che organizzano corsi di durata settimanale o bisettimanale per persone di ogni età. Per chi vuole trascorrere una vacanza sportiva senza usare gli sci non c’è niente di meglio che incamminarsi per i circa 40 chilometri di sentieri escursionistici invernali, da percorrere con racchette, slittino, pattini ed altre varianti in bianco. Grazie alla posizione rivolta a sud, Riederalp può contare su 9 ore di sole già in gennaio, che insieme all’altitudine elevata, ne fanno il luogo ideale per praticare sport invernali da dicembre ad aprile.
... Pagina 2/2 ...
In estate ci sono ottime possibilità di intraprendere camminate nella foresta dell’Aletsch, lungo cui si intersecano numerosi sentieri ottimamente tracciati e segnalati, con gli uffici turistici di Riederalp potranno fornirvi i particolari sulle escursioni guidate che vengono condotte attorno ed attraverso il ghiacciaio. Nei pressi del centro vi sono anche un caseificio che vende prodotti tipici di montagna ed un museo alpino, ospitato all’interno di una vecchia baita seicentesca, nella cui cucina si può vedere come si fabbricava il tipico formaggio locale. Dal punto di vista paesaggistico, tra gli scorci più suggestivi vi è senza dubbio Kuhboden, che dà accesso all’Eggishorn (2.927 m), regalando quelle che forse sono le vedute più spettacolari del ghiacciaio.

Il clima è alpino, freddo per tutto l’inverno, mite d’estate, quando nei pomeriggi assolati si riscontrano le condizioni ideali per praticare qualsiasi genere di sport all’aria aperta. Tra i pregi di Riederalp ed in generale di tutto l’altopiano dell’Aletsch vi sono le tante giornate di sole che caratterizzano tutto l’anno, con le precipitazioni, quasi esclusivamente nevose in inverno, sotto forma di improvvisi temporali pomeridiani d’estate, che generalmente non creano particolari problemi al soggiorno.

Raggiungere Riederalp è facile e veloce sia dalla Lombardia che dal Piemonte. Le stazioni di partenza per le località alla base del ghiacciaio si trovano lungo la linea ferroviaria tra Briga e Andermatt; le partenze della funivia coincidono con gli arrivi dei treni, dimostrando una volta ancora l’efficienza e la puntualità tipica delle infrastrutture svizzere.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close