Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Andermatt

Andermatt (San Gottardo), tra sci e trekking in Svizzera

Andermatt, situata ai piedi settentrionali del passo del San Gottardo, è una rinomata stazione di sport invernali, frequentata anche d’estate grazie alla sua posizione centrale tra monti e valichi alpini, che ne fanno un punto di partenza ideale non solo per escursioni e trekking, ma anche per itinerari in bicicletta, moto e automobile. Il principale centro della severa valle d’Urseren, che attualmente conta poco più di 1.300 abitanti, sorge ad una quota compresa tra 1.350 e 1.450 metri e rappresenta un importante nodo per le comunicazioni stradali e ferroviarie della regione.

Chi crede che Andermatt sia la solita stazione sciistica tutta piste da sci e rifugi si sbaglia di grosso. La cittadina vanta infatti un grazioso centro storico di impronta medievale, con parecchie attrattive che potranno coinvolgere coloro che non fossero interessati allo sci. Lungo la via principale e nelle strette stradine laterali si allineano case in legno del XVIII secolo, con alti frontoni e insegne in ferro battuto. Il Rathaus, il Municipio, ricostruito nel 1767 dopo l’incendio che distrusse l’intero abitato, conserva l’impianto cinquecentesco, mentre la parrocchiale barocca di St. Peter und Paul (1696) racchiude un altare di Johann Ritz (1716). Un edificio del 1786 ospita il Talmuseum Urseren, il museo della valle di Urseren. Sulla strada per Altdorf, vicino alla caserma, si erge St. Kolumban, una bella chiesa romanica costruita nel XIII secolo ma più volte rimaneggiata, dedicata al monaco irlandese che con S. Gallo introdusse nel VII secolo il cristianesimo nella regione.

Andermatt è il principale centro della Sportregion Gotthard, la valle del Gottardo, a cui appartengono anche i vicini paesi di Hospental e Realp. D’inverno tutta quest’area si trasforma in una grande arena sciistica, con oltre 30 impianti di risalita e circa 200 chilometri di piste, regno della discesa e dello snowboard, una specialità per la quale Andermatt è conosciuta in tutt’Europa, anche grazie alle manifestazioni ed alle gare che vi vengono organizzate ogni anno. Chi pratica il carver, trova sul Gemsstock una delle prime piste alpine progettate proprio per questo sport, mentre i fondisti hanno a disposizione vari anelli, tra cui spicca il percorso tra Andermatt e Realp, una pista lunga ben 20 chilometri.

Con l’arrivo dell’estate Andermatt diventa un luogo ideale per escursioni a piedi e in mountain bike, giocare a golf, lanciarsi con il paracadute, dedicarsi all’alpinismo o alla pesca. Grazie alla sua ubicazione, la regione del Gottardo è il punto di partenza ideale per conoscere i passi della Svizzera centrale, che possono essere percorsi anche con la storica corriera postale del Gottardo o con il treno a vapore della Furka. Il cosiddetto Giro dei tre passi, che tocca i valichi della Furka, di Grimsel e di Susten, è un percorso lungo circa 120 chilometri e può essere percorso in un giorno, durante il quale si avrà la fortuna di ammirare paesaggi alpini di rara bellezza e imponenza. Con i suoi 2.431 metri, il Furkapass è il secondo per altezza della Svizzera e porta nel Vallese: la vista spazia sulla valle del Rodano e sulle Alpi Bernesi e Vallesane, mentre la strada lambisce, nella discesa, il ghiacciaio del Rodano. Il Grimselpass, 2.165 metri, porta invece nel Canton Berna, un’area dal paesaggio spoglio e roccioso, fino a che non si giunge nella boscosa valle dell’Aare. A Innertkirchen, immersi tra boschi, declivi rocciosi, ghiacci e piccoli villaggi, si comincia la risalita della Gadmental fino al Sustenpass, 2.224 metri, che si trova ai piedi della piramide del Sustenhorn (3.504 m) e del ghiacciaio di Stein, porta d’ingresso al Canton Uri. Per la selvaggia Meiental si ridiscende fino a Wassen, sulla strada del San Gottardo, da dove si torna ad Andermatt.

Il clima è alpino, freddo in inverno e mite in estate, quando Andermatt rappresenta la destinazione ideale per tutti quelli che, esasperati dall’afa cittadina, vogliano trascorrere qualche giorno al fresco. Le precipitazioni nevose sono particolarmente abbondanti d’inverno, tanto che solo in rare occasioni si deve ricorrere all’innevamento artificiale delle piste, mentre d’estate l’unica insidia è rappresentata dagli improvvisi temporali che spesso, nel pomeriggio, squarciano il cielo fino a qualche istante prima totalmente limpido.

La cittadina è comodamente raggiungibile sia da Zurigo che da Lugano, dalle quali dista all’incirca un’ora e mezza grazie all’efficiente autostrada A2 che taglia praticamente tutta la Svizzera. L’uscita è quella di Goschenen, dove si apre l’entrata settentrionale del tunnel del Gottardo. Prima di arrivarvi, la strada si inerpica a curve tra selvagge gole scavate dalla Reuss; il punto più spettacolare è il Teufelsbrucke, il “Ponte del Diavolo”, sotto cui scroscia una cascata alta una trentina di metri.

Dove sciare?

Da Andermatt sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 4 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico Andermatt Fine stagione (di cui fa parte), il comprensorio sciistico Disentis Fine stagione (a 22 Km), il comprensorio sciistico Engelberg Titlis Fine stagione (a 25 Km) e il comprensorio sciistico Melchsee - Frutt Fine stagione (a 29 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Andermatt.
» il Bollettino neve Disentis.
» il Bollettino neve Engelberg Titlis .
» il Bollettino neve Melchsee - Frutt.
  •  
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close