Cerca Hotel al miglior prezzo

Le mostre 2020 da vedere in Italia

Da un punto di vista culturale il 2020 sarà certamente un anno degno di nota, tra mostre e iniziative infatti il panorama che si sta delineando è ricco e rivelatore di grande fermento. Moltissime le esposizioni previste e originali le programmazioni di città e realtà museali, capaci di regalare prospettive nuove e intriganti.

Ecco allora quali saranno le principali mostre in Italia nel 2020!

Torino


Fino al 26 gennaio 2020, presso il Museo Ettore Fico, trovate la mostra Some People della prestigiosa collezione dello stilista Ernesto Esposito.

Palazzo Madama racconta il Mantegna attraverso una ricca ed esaustiva mostra intitolata Andrea Mantegna. Rivivere l’antico ricostruire il moderno”, capace di ripercorrere la carriera del grande maestro fin dagli esordi giovanili del prodigioso ragazzo, per un’occasione eccezionale e di prezioso approfondimento. Fino al 3 maggio.

Novara


Divisionismo. La rivoluzione della luce” accoglie il pubblico negli splendidi spazi del Castello Visconteo Sforzesco fino al 5 aprile 2020; da Giuseppe Pellizza da Volpedo e Angelo Morbelli a Gaetano Previati e Giovanni Segantini, per esempio, ma ancora Plinio Nomellini e Carlo Fornara i protagonisti della grande esposizione.

Le mostre a Milano


Partendo da Milano di sicuro interesse risulta la scelta di una programmazione culturale dedicata ai “Talenti delle Donne”, promossa dal Comune e dalle Istituzioni e condivisa da prestigiosi spazi attraverso la presentazione di iniziative dedicate alla creatività femminile. Molte anche le splendide sinergie con realtà internazionali, come quella tra il Castello Sforzesco e il Louvre, oltre ad esposizione caratterizzate da prospettive originali e capaci di stupire.

Palazzo Reale fino al 19 gennaio 2020 presenta “Storie di Strada” raccolte dall’obiettivo di Letizia Battaglia, per un racconto che vuole essere documento e testimonianza e allo stesso tempo interpretazione della realtà nella quale l’artista si è calata per cogliere l’autenticità delle dinamiche sociali che l’hanno sempre circondata e incuriosita. Si procede con l’antologica di Grazia Varisco sempre a Palazzo Reale questa volta dal 13 luglio al 6 settembre 2020, per un cammino attraverso la ricerca che l’artista ha dedicato alle percezioni plurisensoriali e che hanno dato vita a forme espressive differenti tra di loro e lontane dalle convenzioni.

"Divine avanguardie" è invece la mostra collettiva che occuperà gli spazi di Palazzo Reale dal 26 ottobre 2020 al 7 febbraio 2021, quale omaggio alla figura femminile nelle arti russe e che ripercorre i secoli tra il Quattrocento e il Novecento. Ancora per tutto il 2020 fino al mese di marzo del 2021 le sale di Palazzo Reale accoglieranno la collettiva dedicata alle grandi artiste del '600, le "Donne del Barocco": Artemisia Gentileschi, Sofonisba Anguissola, Lavinia Fontana, Elisabetta Sirani e Fede Galizia.

Diverse e preziose per ricchezza e qualità della proposta le mostre che per tutto l’anno la splendida realtà milanese dedica a grandi maestri, come nel caso di Raffaello 2020 a Milano, presso il Museo della Permanente e di Georges de la Tour a Plazzo Reale, per esempio, dal 7 febbraio al 7 giugno 2020 con una selezione di esclusive opere date in prestito da prestigiose realtà internazionali. Emilio Vedova è poi protagonista dell’esposizione che termina il 9 febbraio 2020, considerata tra le più importanti mai dedicate al grande maestro del Novecento, sullo sfondo di un allestimento di grande impatto, grazie ad una progettazione scenografica capace di realizzare un dialogo coinvolgente e suggestivo. Infine presso il Museo del Novecento, fino al 1 marzo 2020, potete scoprire il talento di Filippo de Pisis.

Sempre in un’ottica di raccontare l’importanza del pensiero femminile nell’arte ecco la mostra dedicata ad Adriana Bisi Fabbri, protagonista del primo Novecento, fruibile negli spazi del Museo del Novecento dal 3 dicembre 2019 al giorno 8 marzo 2020. Preziosa ed esclusiva, tutta dedicata all’arte contemporanea. Ecco inoltre al Museo del Novecento la prima antologica dedicata a Carla Accardi dopo la sua scomparsa, fruibile dal 27 marzo al 30 agosto 2020.

Alla GAM di Milano protagonista fino al 15 marzo 2020 è la mostra “Canova. I volti ideali”, in cui sono la variabilità e le infinite possibilità a delineare un concetto di bellezza femminile caratterizzato da prospettive originali, frutto dell’incontro tra classicismo e osservazione della natura.

Il Mudec, in linea con la programmazione culturale milanese prevista per il 2020, presenta la mostra fotografica dedicata alle storie e ai volti di migranti giunti nel nostro Paese e realizzata dall’artista Luisa Menazzi Moretti, aperta al pubblico dal 9 aprile al 5 maggio 2020. E ancora a Tina Modotti e al Messico verrà dedicata una mostra fotografica di grande fascino dal giorno 8 aprile al 30 agosto 2020, sempre negli spazi del Mudec.

Il Castello Sforzesco propone, in sinergia con il Louvre, una grande mostra sulla scultura del Rinascimento, frutto di una collaborazione preziosa tra le città di Milano e Parigi: "L'anima e il corpo" aprirà i battenti per il grande pubblico dal 25 settembre 2020 al 13 gennaio 2021, per un approfondimento di grande valore e interessanti prospettive. Ancora un progetto dedicato alla creatività femminile è “artColorBike” presentato dal 20 al 26 aprile 2020 negli spazi del Castello Sforzesco e che quest’anno vedrà la mostra collettiva realizzata da talentuosi studenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera ispirarsi alla ricerca di sole artiste donne, spaziando dalla pittura alla scultura, dalla fotografia al design.

Palazzo Morando dal mese di aprile fino a giugno 2020 propone al grande pubblico cento acqueforti di Federica Galli, per un approfondimento di grande valore e suggestione.
Mentre l’Acquario civico apre i propri spazi ad una mostra fotografica dedicata alle grandi scienziate italiane, fruibile dal mese di settembre a ottobre 2020, per un excursus tra le menti eccelse della ricerca italiana tutta al femminile.

Le mostre di Brescia


Attende il pubblico negli spazi del museo di Santa Giulia fino al primo marzo 2020 la mostra personale dell’artista e giornalista curda Zehra Doğan, con il progetto “Avremo anche giorni migliori – Zehra Doğan. Opere dalle carceri turche”.

Fino al 7 giugno 2020 Palazzo Martinengo ospita la mostra Divina creatura. Donne nell'arte da Tiziano a Boldini, una esposizione di opere straordinarie che raccontano il ruolo delle donne nell'arte italiana.

Mostre a Genova


Fino al 1 marzo, presso Palazzo Ducale a Genova, non perdetevi la Mostra sugli Anni Venti in Italia.

Mentre fino al 29 marzo 2020 sempre a Palazzo Ducale sarà la volta di Banksy con “Il secondo principio di un artista chiamato Banksy”, autore dall’identità ancora sconosciuta e impegnato in una ricerca sempre volta ai temi sociali e politici attraverso la sua poetica diretta e potente.

Michelangelo sarà a Genova, precisamente negli spazi di Palazzo Ducale, dal 26 marzo al 19 luglio 2020 con “Michelangelo: divino artista” per una splendida selezione di opere originali, disegni e sculture, corredate da documentazione e supporti atti a condurre il visitatore nella vita e nel modo di fare arte del grande maestro.

Mostre d'arte nel Veneto


Vicenza

E’ la Basilica Palladiana a Vicenza a proporre fino al 13 aprile “Ritratto di donna. Il sogno degli anni Venti e lo sguardo di Ubaldo Oppi”, per una rievocazione degli anni Venti e un’osservazione intrigante della figura femminile. Ancora a Vicenza, ma questa volta negli spazi delle Gallerie d’Italia, fino al 26 gennaio, “Kandinskij, Gončarova, Chagall. Sacro e bellezza nell’arte russa” per un racconto sull’arte moderna russa in relazione alle sue origini.
Venezia
“Livio Seguso. In principio era la goccia” richiama l’attenzione dei visitatori sulla splendida città di Venezia, alla quale è dedicata la mostra che attraversa l’opera di uno dei più significativi maestri del vetro contemporaneo, negli spazi del Museo del Vetro di Murano fino al 12 aprile 2020.
Padova
“Padova. La meraviglia del colore”: da Van Gogh a Canaletto e Monet fino al giorno 11 aprile 2021, è la mostra proposta per il biennio 2020-2021 presso il Centro Altinate di San Gaetano per un totale di circa 100 capolavori.

Le mostre nel Friuli Venezia Giulia


Pordenone

Il Rinascimento di Pordenone”, inaugurata negli spazi della Galleria d’Arte Moderna di Pordenone attende il grande pubblico fino al 2 febbraio 2020: da Giorgione e Tiziano, al Correggio e Tintoretto, per esempio per una selezione di circa quaranta tra dipinti e disegni.
Monfalcone
Lucio Fontana e i mondi oltre la tela. Tra Oggetto e Pittura” è la mostra proposta fino al 2 marzo 2020 a Monfalcone negli spazi della Galleria Comunale d’Arte Contemporanea, con una selezione di più di trenta opere di Lucio Fontana, tra tele, ceramiche e carte.

Mostre a Reggio Emilia


Fino all'8 marzo 2020, presso i Chiostri di San Pietro, sarà disponibile un'interessante mostra sul Ritratto di giovane donna del Correggio.

Tutta dedicata all’ornamento e al suo significato simbolico, oltre che rimando quotidiano, è la mostra di Palazzo Magnani intitolata “What a wonderful world. La lunga storia dell’ornamento tra arte e natura”, per un percorso espositivo che riunisce capolavori di grandi maestri: da Dürer e Leonardo a Escher, Picasso, Matisse, per esempio.

Le mostre a Ferrara


Palazzo dei Diamanti è la sede in cui sarà fruibile per il grande pubblico “De Nittis e la rivoluzione dello sguardo” fino al 13 aprile 2020, ideata con l’obiettivo di sottolineare l’audacia e l’immediatezza attraverso le quali il maestro ha interpretato la realtà, regalando luci e atmosfere di raro fascino.

Le mostre a Bologna


Fino al 26 gennaio Botero sarà protagonistra di una bella mostra a Palazzo Pallavicini.

Sempre a Bologna fino al primo marzo 2020 protagonista è Marc Chagall negli spazi di Palazzo Albergati con “Chagall. Sogno d’amore”, mentre al Museo Civico Archeologico fino al 24 maggio è lo splendido progetto “Etruschi, viaggio nelle terre dei Rasna”, dedicato alla civiltà etrusca ad accogliere il visitatore per trasportarlo in un mondo affascinante, grazie all’esposizione di ben 1400 oggetti provenienti dalle realtà museali più prestigiose di tutto il mondo.

Alla Fondazione G. Lercaro è in corso l’esclusiva esposizione intitolata “Da Picasso a Fontana. Mezzo secolo di sguardi d’artista nelle opere della collezione di Sandro Cherchi”, frutto della donazione del maestro Cherchi e comprendente, oltre a preziose opere del maestro stesso tra disegni, ceramiche, ma anche incisioni e vetri, alcuni capolavori di Marino Marini, Felice Casorati, Jean Dubuffet e un lavoro di Emilio Scanavino e per finire due litografie di Pablo Picasso.

Mostre d’arte a Firenze


Partiamo con la Galleria degli Uffizi che fino al 1 marzo ospita la Mostra su Pietro Aretino e l'arte del Rinascimento che scopre l'eclettismo poliedrico di questo grande intellettuale del cinquecento.

“I cieli in una stanza, soffitti lignei a Firenze e a Roma nel Rinascimento” è il titolo della mostra sempre visitabile nella Galleria degli Uffizi fino al giorno 8 marzo 2020 e che illustra gli elementi di decoro e ornamentali dei soffitti lignei a cassettoni, attraverso l’esposizione di disegni originali, progetti del Vasari e Michelangelo, per esempio, oltre a dipinti e incisioni che completano il percorso affascinante e ricco.

Fino al 22 marzo 2020 presso Villa Bardini potete ammirare la Mostra Enigma Pinocchio, Da Giacometti a LaChapelle, che spiegherà il ruolo del personaggio di Collodi nell'aerte moderna.

Negli spazi del Museo di Palazzo Davanzati fino al 13 aprile è fruibile la mostra “Bellezza e nobili ornamenti nella moda e nell’arredo del Seicento”: qui sono la moda e l’arredo seicenteschi a fare da protagonisti, dalle grafiche preziose e antiche all’accurata selezione di abiti e accessori, ma ancora dipinti e tessuti a completare una meravigliosa esposizione.

A Palazzo Pitti fino al 19 aprile 2020 attende il pubblico una mostra capace di raccontare storia, ruolo sociale e valenza simbolica della calzatura attraverso i secoli: “A i piedi degli dei. Le calzature dal mondo classico al contemporaneo”.

Ecco infine Palazzo Strozzi che presenta dal 22 febbraio al 19 luglio 2020 una coinvolgente esperienza espositiva, condivisa con il pubblico e ideata dall’artista Tomas Saraceno, la cui ricerca si muove tra arte, biologia, architettura e astrofisica.

Pisa


Una grande e importante mostra sui più grandi maestri del Futurismo, fino al 9 febbraio 2020, attende i visitatori negli spazi di Palazzo Blu a Pisa, con un allestimento di più di cento opere e una preziosa selezione di nomi come Boccioni, Carrà, Balla e Severini, per esempio, ma ancora Prampolini e Paladini.

Spoleto


Negli spazi di Palazzo Collicola a Spoleto accoglie il pubblico la splendida mostra intitolata “Convergenze. Notargiacomo e la collezione GAM di Spoleto”, in occasione della quale sono esposti i celebri omini di plastilina presentati nel 1971 alla Galleria La Tartaruga a Roma in dialogo con opere di Burri, Sadun e Bendini. Fino all'8 marzo.

Le mostre da non perdere a Roma


Tra le splendide proposte romane ecco che il Museo di Roma in Trastevere presenta fino al 19 gennaio 2020 la prima retrospettiva italiana dedicata alla fotoreporter Inge Morath, prima donna ad entrare nel team della celebre agenzia fotografica Magnum Photos, per un racconto splendido e ricco: ben 140 le fotografie in esposizione e svariati documenti originali.

Al Musja per l’arte contemporanea in programma fino al primo marzo 2020 “The Dark Side. Chi ha paura del buio”, prima tappa di un progetto triennale, ideato in tre momenti espositivi. Molti artisti di fama internazionali sono chiamati ad esprimersi sul “lato oscuro” che è presente in ognuno: le paure, i blocchi e le riflessioni che all’ombra sono legati e che divengono parte integrante della vita.

Splendida e ricca retrospettiva dedicata a Gio Ponti negli spazi del MAXXI fino al 13 aprile 2020, a quarant’anni dalla scomparsa ecco in mostra materiali, modelli, fotografie, libri e riviste, per scoprire la poliedricità del grande architetto, designer e scrittore, la cui produzione risulta difficilmente eguagliabile.

La Galleria Borghese presenta, invece, fino al 2 febbraio 2020 “Valadier. Splendore nella Roma del Settecento”, monografica affascinante allestita sapientemente in un dialogo di grande impatto con gli splendidi spazi che la accolgono e con i capolavori qui custoditi. Palazzo Braschi propone “Canova. Eterna bellezza” fino al 15 marzo 2020, con oltre 170 opere del grande scultore e di artisti a lui vicini.

Presso lo Spazio Eventi Tirso è la volta di Frida Kahlo con “Il caos dentro”, fruibile fino al 29 marzo 2020, per un avvincente viaggio nel mondo della grande artista messicana attraverso il susseguirsi di opere originali, fotografie ed esposizioni multimediali. Si prosegue a Roma con “Impressionisti Segreti”, mostra presentata negli spazi di Palazzo Bonaparte, fino al giorno 8 marzo 2020 e ancora a Palazzo Bonaparte “I LOVE LEGO” fino al 19 aprile.

“Bacon, Freud, la scuola di Londra. Opere della Tate” è il titolo dell’esposizione del Chiostro del Bramante aperta al pubblico fino al 23 febbraio prossimo, mentre per i 500 anni dalla morte di Raffaello alle Scuderie del Quirinale si celebra il grande maestro da marzo a giugno 2020.

Negli spazi del Palazzo delle Esposizioni saranno circa 80 le opere dell’americano Jim Dine, qui riunite dal giorno 11 febbraio al 2 giugno 2020, ad attendere il grande pubblico e comprendenti alcuni pezzi giunti dal Centro Pompidou di Parigi.

Dal 20 marzo al 20 giugno De Pisis sarà protagonista al Museo Nazionale Romano Palazzo Altemps con 40 opere tra carte e acquerelli. Il Museo Napoleonico propone poi fino al 31 maggio 2020 “Aspettando l’Imperatore. Monumenti, Archeologia e Urbanistica nella Roma di Napoleone 1809-1814” per una ricostruzione della Roma napoleonica.

Mostre a Napoli


Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli” è il titolo della mostra presentata dal Museo e Real Bosco di Capodimonte e fruibile fino al 10 maggio 2020: ben 400 le opere esposte tra sculture, disegni e maquette di uno dei più interessanti creativi contemporanei che attendono il visitatore per un racconto coinvolgente e intrigante.

Sempre nella stessa sede, fino al 21 giugno 2020, non perdetevi la mostra Napoli Napoli con le atmosfere barocche del periodo borbonico della città di Napoli.

Catanzaro


Ecco che a Catanzaro fino al giorno 29 febbraio 2020 al Complesso Monumentale del San Giovanni aspetta il grande pubblico uno speciale momento dedicato all’arte barocca, “Il trionfo delle meraviglie. Bernini e il Barocco Romano”, approfondimento realizzato anche grazie al supporto di nuove tecnologie e un sapiente connubio tra didattica e innovazione.
  •  
06 Aprile 2020 Scandola, Corsica: escursioni in mare nella ...

Chi l’ha vista ha detto che assomiglia moltissimo all’idea ...

NOVITA' close