Cerca Hotel al miglior prezzo

Sant'Annapelago (Pievepelago), sci nella localitą sciistica emiliana

Pagina 1/2

Tra le province di Modena e Pistoia, all’ombra rassicurante del Monte Albano e all’incrocio tra il Rio Perticara e il Rio Fontanacce, si cela il tratto più affascinante di tutto l’Appennino Settentrionale, incorniciato da vette maestose e costellato di borgate interessanti. Qui, nella Comunità Montana del Frignano, sorge l’abitato di Sant’Annapelago, abbarbicato a circa 1070 metri di quota e compreso nel territorio comunale di Pievepelago. Situato in Emilia Romagna, a breve distanza dal confine con la Toscana, Sant’Anna Pelago è una località sciistica della provincia di Modena, poco lontana dal Passo delle Radici. Incastonata tra il Cimone e l’Abetone, la cittadina vanta alcuni impianti rinomati e un’area sciistica molto apprezzata, di dimensioni ridotte ma curata e circondata da panorami splendidi.

Gli amanti dello sci e dello snowboard possono contare su uno skilift e due sciovie biposto, collegate tra loro, con cui raggiungere i 1700 metri di quota del Monte Albano. Conquistata la vetta, si può scegliere tra una grande varietà di discese differenti, adatte ai vari livelli di preparazione: ci sono due piste rosse per chi si sente sicuro e ha voglia di provare emozioni forti, quattro piste blu per chi preferisce una discesa rilassante in cui godersi il panorama, e due campi scuola per i più inesperti, sino a un totale di 12 km tutti da godere, perfetti per i gruppi di amici o le famiglie. Nella vicina località Acquechiare ci si può cimentare nello sci nordico, lungo una suggestiva pista permanente a doppio binario, omologata per le competizioni di livello nazionale e composta da tre anelli di diverse lunghezze, abbracciati da un paesaggio lussureggiante e selvaggio, colorato di luci mutevoli a seconda della stagione.

Nel cuore di Sant’Anna ci si imbatte poi nello stadio del fondo, un impianto moderno di recente realizzazione, situato a pochi metri dalla zona degli alberghi e dotato di comodi spogliatoi. Si tratta si un lungo tracciato omologato, lungo 2.5 km, completamente innevato grazie a un efficiente sistema artificiale e perfettamente illuminato. Il percorso è molto vario, adatto a qualunque esigenza, con anelli di lunghezze differenti adatti a diversi tipi di competizione.

Risale al 2007 la realizzazione della nuova pista per lo sci nordico, che attraversa il paese e si estende per ben 3 km, ed ha la particolarità di poter essere utilizzata di notte.

... Pagina 2/2 ... A completare l’offerta turistica della località, aldilà delle innumerevoli attività offerte dagli impianti sciistici, ci sono le escursioni che è possibile compiere nei dintorni splendidi di Sant’Annapelago, immersi in uno scenario montano idilliaco. Chi non rinuncia a un assaggio di cultura può visitare il Museo di Roccapelago, a 5 km circa dal centro, o ammirare diverse testimonianze storico artistiche disseminate nel territorio comunale: a Pievepelago vale la pena di vedere la storica Via Vandelli, che attraversa centralmente il paese, ma anche la Rocca del Pelago e il Santuario della Madonna del Botticello, quest’ultimo a 5 km circa dal centro. Poco lontano ci sono il Mulino Domma, la Chiesa parrocchiale di San Paolo a Roccapelago, e il Borgo di Sant’Andrea con la capanna celtica Roncacci, in località Sant’Andrea Pelago.

Non sono da meno le manifestazioni culturali e popolari, che si susseguono nell’agenda di Pievepelago con un’allegria e una vivacità contagiose. L’anno comincia all’insegna dei festeggiamenti, con la mascherata dell’Epifania che si svolge la sera del 5 gennaio e consiste in una tradizionale sfilata dei personaggi caratteristici. In occasione del Corpus Domini tutta la Via Tamburù viene ricoperta da un tappeto floreale profumato e coloratissimo, mentre in luglio si tiene in paese la tradizionale Fiera, con un centinaio di bancarelle per le strade principali del borgo. Da non perdere anche la festa di Sant’Anna del 26 luglio, le sagre del mirtillo e dei prodotti del sottobosco, la Festa patronale di Santa Maria Assunta del 14 agosto, e l’attesissima festa di San Rocco del 16 agosto, con irresistibili degustazioni gastronomiche e appassionanti concerti musicali.

A tutte queste attrattive si unisce un clima piacevole e piuttosto mite, che fa venir voglia di dedicarsi agli sport invernali, avventurarsi lungo i sentieri nella stagione estiva o scoprire qualche gioiello architettonico per le vie del paese. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di -1°C a una massima di 5°C, mentre in luglio e agosto la minima media è di 20°C e si possono sfiorare i 30°C di massima. Le precipitazioni, scarse nei mesi più caldi, si concentrano tra la primavera e l’autunno, con una media di 7 giorni di pioggia mensili.

Per arrivare a Sant’Annapelago ci sono diverse possibilità. Chi viene dall’Emilia e viaggia in auto può percorrere la SS12, la SS234 e infine la SS486 delle Radici in Monte; venendo dalla Toscana si fa la SS12 attraverso il Passo dell’Abetone e la SS324 Castelnuovo di Garfagnana-Passo delle Radici. Le uscite autostradali consigliate sono quella di Modena Nord sul versante emiliano e Pistoia su quello Toscano. Le stazioni ferroviarie più vicine sono quelle di Modena, Bologna e Firenze, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Firenze, a 92 km circa, cui segue quello di Bologna a 96 km.
loading...
close