Cerca Hotel al miglior prezzo

Ravenna (Emilia-Romagna): cosa vedere nella cittą dei mosaici

Ravenna, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Ravenna dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Ravenna è una città posta all’estremità orientale della pianura Padana, in una posizione che per secoli l’ha difesa dalla tumultuosa fine dell’impero romano. Ad est il mare Adriatico, che le consentiva facili e abbastanza sicuri contatti con Constantinopoli, ad ovest, nord e sud le zone paludose che, meglio di qualsiasi fortificazione, rendevano difficile gli spostamenti e le eventuali scorribande che sconvolsero lo stivale italico in quei secoli.

Grazie alla sua posizione fu scelta come capitale in tre occasioni: dal 402 al 476 d.C., quando fu a capo dell'Impero Romano d'Occidente, dal 493 al 553 d.C. come capitale del Regno degli Ostrogoti, e dal 568 all 751 d.C. divenne la capitale dell'Esarcato Bizantino.

Come arrivare a Ravenna

Oggi è invece facile giungere a Ravenna, collegata con l’autostrada A14dir, oppure grazie alla E45, la superstrada che unisce la città con Orte, nel Lazio settentrionale. Se si arriva in treno, Ravenna è collegata con Ferrara, Bologna, Faenza e Rimini, dando quindi svariate soluzioni al viaggiatore. Per chi desidera utilizzare un mezzo veloce come l’aereo ci sono 3 aeroporti utili, a Bologna , distante poco più di 1 ora di viaggio in autostrada e i più vicini aeroporti di Forlì e Rimini, ma con meno collegamenti aerei.

Cosa visitare a Ravenna

Il suo centro storico è chiuso al traffico ed è piacevole da passeggiare oppure pedalare in bicicletta. Il terreno pianeggiante favorisce lo spostamento sulle due ruote e di fatto Ravenna è una delle città italiane a più alta densità di ciclisti. Il consiglio del Turista è di evitare di utilizzare l’automobile in centro e di servirsi dei mezzi pubblici, in quanto Ravenna è anche famosa per la sua complicata viabilità, spesso modificata più volte all’anno, cosa che ha reso, nell’immaginario nazionale, la città come un vero e proprio labirinto moderno… Ravenna è soprattutto una città d’arte ed una sua vista non può non partire dalla Basilica di San Vitale, complesso paleocristiano di grande spessore artistico, con una presenza di mosaici straordinari che la rendono luogo sacro e d’arte tra i più importanti del mondo. Fa parte del sito anche il piccolo ma straordinario mausoleo di Galla Placidia. I mosaici all’interno sono di rara bellezza,e il cielo stellato vi rimarrà nel cuore a lungo. Per la loro straordinaria importanza nel 1996 i monumenti religiosi paleocristiani e bizantini di Ravenna sono stati inseriti nella World Heritage List dell’UNESCO.

Nel centro di Ravenna si trovano altre mirabili opere d’arte. Vicino al duomo si trova il Battistero degli Ortodossi detto anche Battistero Neoniano, con pianta ottagonale, e mosaici di valore.

Non distante il complesso di S. Francesco con l’adiacente Tomba di Dante, la bella chiesa di San Giovanni evangelista nelle vicinanze della stazione F.S. e S. Apollinare Nuovo, splendida chiesa eretta durante il regno di Teodorico, con una serie di mosaici che rivestono splendidamente le pareti laterali delle navate. Al suo fianco troviamo i resti del Palazzo di Teodorico, sulla cui funzione originaria ancora si dibatte.

Altro luogo imperdibile è il Battistero degli Ariani, con spettacolari mosaici bizantini, che si trova vicino alla Chiesa dello Spirito Santo, non distante dalla Stazione Ferroviaria.

A nord del centro storico si trovano la Rocca Brancaleone, in estate sede di manifestazioni culturali, e l’interessante Mausoleo di Teodorico caratterizzato da una cupola fatta da un pezzo unico di roccia, che si crepò durante la posa in opera.

Molto interessante anche l'offerta museale della città: a fianco del Duomo sorge l'interessante Museo Arcivescovile, con vari reperti storici e la magnifica Cappella di S. Andrea.

A fianco della Basilica di Santa Maria in Porto, lungo via di Roma, troviamo il MAR, il Museo d'Arte della città di Ravenna, con una pinacoteca che offre dipinti e sculture che vanno da 14° al 20° secolo e una bella collezione di mosaici contemporanei.

A cinque chilometri dal centro c’è un ultima chiesa, assolutamente da non perdere, la Basilica di Santa Apollinare in Classe, gioiello bizantino, anch’esso trapuntato di splendidi mosaici, con nelle vicinanze una splendida Pineta costiera.

Nelle sue vicinanze è stato recentemente aperto il Museo Classis, che raccoglie gran parte del patrimonio archeologico della città.

Eventi, sagre e manifestazioni

Tra le manifestazioni in progremma a Ravenna segnaliamo la Sagra del Pinolo in primavera e poi anche la Notte d'Oro che viene celebrata in due occasioni, primavera ed autunno.

Clima e quando andare

Ravenna possiede un clima continentale, anche se la vicinanza del mare Adriatico ne mitiga le escursioni termiche. In estate le temperature sono calde, a tratti afose, con massime intorno ai 31-22 °C e minime che si posizionano tra i 20-22 °C, e piove raramente. Nel pomeriggio soffia la brezza di mare che anche se abbassa di un paio di gradi i valori aumenta però il tasso di umidità. In autunno e in inverno, le stagioni più piovose, si assiste al fenomeno della nebbia, specie nelle ore serali e al primo mattino, anche se negli ultimi anni l'intensità delle foschie si è particolarmente ridotta. Le minime invernali si avvicinano agli zero gradi, ma ghiaccio e neve non sono particolarmente frequenti da queste parti.

Il periodo migliore per una visita è quello della primavera che va da aprile e maggio e la fine dell'estate, da fine agosto fino all'inizio di ottobre, quando le temperature gradevoli agevolano le camminate tra i monumenti storici della città.
  •  
25 Settembre 2020 Tour di 5 giorni nel Cilento: dove andare ...

Nel 2019 avevamo visitato il meraviglioso Cilento nell’ambito di ...

NOVITA' close