Cerca Hotel al miglior prezzo

Vipiteno (Trentino): la cittą, i mercatini e lo sci sul Monte Cavallo

Pagina 1/2

Con la sua collocazione tra le montagne e gli appena sei mila abitanti, per lo più di madrelingua tedesca, Vipiteno avrebbe tutte le carte in regola per essere un borgo solitario lontano dal mondo, immerso in una natura invincibile e estraneo ai ritmi delle città. In realtà la vivacità culturale, la vita all’aria aperta e la sconfinata offerta sportiva e ludica ne fanno una rinomata località di vacanza, incastonata nel cuore verde del Trentino-Alto Adige nella Provincia Autonoma di Bolzano.

Famoso per la produzione di deliziosi yogurt, del latte e del burro, incluso a ragione tra i “borghi più belli d’Italia”, Vipiteno è abbarbicato a 950 m s.l.m., incorniciato dal Monte Cavallo a ovest, la Cima Gallina a nord-est e la Cima di Stilves a sud. Proprio alle pendici del Monte Cavallo ci sono gli impianti di risalita del complesso sciistico locale, che si raggiunge in pochi minuti a piedi dal centro: qui gli amanti dello sci e dello snowboard potranno dare sfogo alla voglia di divertirsi, godendo allo stesso tempo di un panorama unico; chi preferisce discese più soft, ma altrettanto spassose, troverà qui la più lunga pista per slittino dell’Alto Adige, di oltre 9 km. Per riposarsi dalle fatiche dello sport invernale, ci si potrà poi avventurare alla scoperta delle testimonianze storico-artistiche di Vipiteno e dintorni.

Da non perdere, nel vicino comune di Campo di Trens, il Castel Pietra, oggi abitato dalla nobile famiglia Auersberg di Salisburgo. Il maniero si compone di due differenti strutture: da un lato la torre rotonda, simbolo più noto del castello, con la parte più antica della costruzione risalenti al XIII secolo; diversamente, accanto alle mura, si trova il palazzo più tardo, realizzato nel XV secolo e famoso soprattutto per la tardo-gotica cappella di Sant’Erasmo. Danneggiato drammaticamente dai bombardamenti nel corso della seconda guerra mondiale, il castello è stato fortunatamente riportato all’antico splendore grazie a un’accurata opera di restauro.

Proprio di fronte al Castel Pietra sorge il Castel Tasso, situato al di sopra di un’ex-palude in seguito bonificata, dove è stato realizzato successivamente un piccolo aeroporto turistico e militare. Da qui si percorre un suggestivo sentiero attraverso le rocce, sino a raggiungere quello che è considerato uno dei più bei castelli della regione, accessibile da Pasqua a inizio novembre con visite guidate.

Da vedere anche Palazzo Jöchl o Jöchlsthurn, un edificio fortificato nel cuore di Vipiteno, poco lontano dalle mura antiche della città e dalla Torre delle Dodici. Non è, in realtà, un castello vero e proprio, bensì una dimora signorile del XV secolo decorata da merlature e in tutto somigliante a un maniero medievale. I gioielli più preziosi che contiene sono gli affreschi del XV-XVI secolo, i soffitti tardo-gotici del XV secolo in legno e la piccola cappella della residenza. Oggi l’ambiente ospita il Museo Provinciale delle Miniere, con le interessanti testimonianze della vita nelle miniere della zona, dal medioevo fino all’età moderna.
... Pagina 2/2 ...
Per finire, vale la pena di visitare il Museo Civico, il Museo della Fauna Europeo, il Museo Provinciale della Caccia e della Pesca nella vicina Mareta e, da un punto di vista naturalistico, le splendide Cascate di Stanghe, tra la Valle di Racines e la Val Ridanna.

A Vipiteno non mancano poi le manifestazioni popolari e gli eventi della tradizioni, occasioni uniche per imparare a conoscere la cultura del posto e gli usi degli abitanti. Tra gli appuntamenti principali si ricordano la Sfilata dei Krampus, i tipici diavoli in maschera, il mercatino di Natale, la Festa dei Canederli, la Festa dello Yogurt e, per finire, il festival storico che si svolge nel periodo pasquale.

Per raggiungere Vipiteno ci sono varie possibilità. Chi si muove in auto deve percorrere l’Autostrada del Brennero A22 fino all’uscita Vipiteno, da cui si raggiungono, oltre al paese in questione, anche altre località suggestive della vallata. I treni regionali della zona si fermano anche a Vipiteno, ma chi arriva da lontano con treni IC e EC dovrà scendere a Bressanone, Fortezza o Brennero. Gli aeroporti più vicini sono quelli di Bolzano, Innsbruck e Verona, rispettivamente a 40 km, 85 km e 190 km da Vipiteno.

Una volta giunti a destinazione si verrà accolti dal clima tipico della montagna: temperature sempre abbastanza basse, con estati fresche e nevicate invernali abbondanti sono gli ingredienti giusti per un borgo dal sapore magico, accogliente in ogni stagione. In gennaio, il mese più freddo, le temperature medie vanno da una minima di -9°C a una massima di 0°C, mentre in agosto si va dai 9°C ai 21°C. Le piogge, che in inverno si trasformano in nevicate, sono più frequenti in estate e raggiungono il picco massimo tra luglio e agosto, quando cadono in media 102-109 mm mensili.
loading...
close