Cerca Hotel al miglior prezzo

Gstaad, vacanze sulla neve della localitą sciistica svizzera

Gstaad, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Gstaad è una rinomata ed elegantissima stazione sciistica svizzera situata a 1.050 metri di quota nel cuore del Canton Berna, all’interno del comune di Saanen, nella parte occidentale del paese. Pur essendo una delle località più chic delle Alpi svizzere, Gstaad, che attualmente conta all’incirca 2.500 abitanti, sorprende per le sue ridotte dimensioni, davvero sproporzionate rispetto al prestigio internazionale di cui gode. A giusto titolo, insieme a Cortina d’Ampezzo o alla stessa St. Moritz in Svizzera, Gstaad è una di quelle località sciistiche in cui si va per vedere e per essere visti, ospitando tra l’altro un importante torneo internazionale di tennis. Il segreto del suo fascino è il fatto che si trova immersa in un paesaggio incontaminato di rara bellezza e che ha saputo mantenere intatto il suo aspetto di villaggio di montagna, rispecchiato dai begli chalet in legno e pietra, al quale ha aggiunto 600 metri di shopping di lusso, con boutique delle più prestigiose griffes internazionali, ristoranti e strutture sportive moderne e all’avanguardia.

Il piccolo villaggio, che sorge all’incrocio di quattro splendide valli, è collegato ad un immenso comprensorio sciistico che vanta poco meno di 250 piste e molti impianti di risalita sui versanti di Wispile, Eggli e Wasserngrat, oltre che nelle vicine località di Saanen, Saanenmoser, Zweisimmen e St Stephan. Gli impianti di risalita periferici conducono addirittura al Chateau d’Oex e al Ghiacciaio Les Diablerets, mentre per gli appassionati di snowboard le piste migliori sono quelle sopra la funivia Eggli. Le alternative allo sci alpino sono il fondo, percorribile su ben 60 chilometri di anelli a fondovalle, il pattinaggio, vista la presenza di un bel palazzo del ghiaccio predisposto per ospitare anche partite di curling, e le escursioni lungo i diversi sentieri invernali, praticabili sia a piedi che con le racchette da neve. Un’escursione a piedi molto semplice consiste nell’andare fino a Turbach, sul Reulisenpass, per poi scendere a St Stephan o a Lenk nella vicina Valle Simmen, per un tragitto complessivo da coprire in circa 4 ore e mezzo. Da ognuna di queste località si può poi tornare a Gstaad in treno, cambiando convoglio a Zweisimmen.

In estate i turisti sono attirati dalle arrampicate, dalle escursioni a piedi e in mountain bike, dal tennis e dagli sport estremi come il rafting sulle turbolente acque del fiume Saane, accessibile da maggio a settembre pagando una quota relativamente bassa per mezza giornata. Uno dei più importanti operatori in ambito di attività sportive estive è l’Alpinzentrum Gstaad, che offre anche la possibilità di fare scalate, escursioni sui ghiacciai più alti e uscite in jeep. L’ufficio turistico dispone inoltre di informazioni su altri operatori, alcuni dei quali propongono anche canyoning e parapendio. Se alla fatica sulle alture circostanti all’abitato preferite il relax e la mondanità, il centro, che evitando sviluppi architettonici in altezza è rimasto fedele alla tradizionale architettura elvetica, risponderà perfettamente a queste vostre richieste. La via principale, la Promenade, dispone di negozi, caffè, ristoranti e gallerie d’arte. Si possono inoltre osservare artigiani impegnati nell’arte dell’intaglio e dei ritagli di carta ornamentali.

Per quanto riguarda le manifestazioni di particolare rilievo, in luglio Gstaad ospita l’annuale torneo di tennis Allianz Suisse Swiss Open, una competizione alla quale ha preso parte anche il celeberrimo campione svizzero Roger Federer. Altri eventi di spicco sono: lo Yehudi Menuhin Festival, un festival a base di musica classica che si tiene ogni anno in agosto nella vicina Saanen; il Beach Volley World Championship, ovvero una tappa del campionato mondiale di beach volley; ed il Gstaad Country Night, tre giorni dedicati alla country music nel mese di settembre.

Il clima è alpino, rigido in inverno, fresco d’estate ed in generale piuttosto piovoso. Il mese più freddo è gennaio, quando le temperature oscillano tra 1 e -9 gradi, con picchi minimi molto più bassi salendo in quota. Quello più caldo è luglio, durante il quale le massime superano di qualche grado i 20, mentre le minime sono basse e possono anche scendere sotto i 10 gradi. Le precipitazioni sono abbondanti per tutti i dodici mesi dell’anno, per un totale di circa 1.350 mm di pioggia, e si manifestano sotto forma di abbondanti nevicate da dicembre a aprile.

Gstaad è sulla linea ferroviaria Panoramic Express che collega Montreux e Spiez, distanti entrambi all’incirca un’ora e mezzo dal paese. Ci sono anche autobus postali per Les Diablerets che fanno circa cinque corse al giorno, impiegando una cinquantina di minuti per coprire la distanza che separa le due località. La strada statale 11 è la principale via di collegamento tra Aigle e Spiez, passando nei pressi di Gstaad, a Saanen.
  •  

 Pubblicato da - 27 Gennaio 2010 - © Riproduzione vietata

18 Dicembre 2017 Cosa fare a Guadalupa: una settimana nei ...

Paradiso caraibico e parte di quelle Antille che punteggiano l’oceano ...

NOVITA' close