Cerca Hotel al miglior prezzo

Fiere, feste e sagre del Torrone in Italia: dove e quando

Si parla di torrone e automaticamente il pensiero vola al Natale. Le eccezioni non mancano considerando che in Sardegna una delle più note manifestazioni dedicate al torrone si svolge a Pasqua. In ogni caso, fiere,feste e sagre, sono prevalentemente concentrate fra i mesi di novembre e dicembre, giusto in tempo per addolcire ulteriormente il periodo più gioioso dell’anno. La storia del torrone è antica. La sua origine pare risalga agli Arabi che lo diffusero in Italia e Spagna, quando, più o meno intorno all’anno 1000, invasero il bacino del Mediterraneo e svilupparono floridi traffici commerciali diretti a Sicilia e Venezia.

Un’altra versione lo vede strettamente collegato alla città di Cremona e ad una data e quindi ad un’occasione ben precisa, le nozze fra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti svoltesi nel 1441. I cuochi di corte decisero di stupire gli invitati e ancor prima i festeggiati improvvisando un impasto di miele, mandorle tostate e bianco d’uovo strutturato in modo da ricordare la torre campanaria della città portata in dote dalla sposa. Dal “torrione” al quale si ispirava, al nome con il quale è stato in seguito identificato – torrone - il passo è stato breve. Fino all’Ottocento, il torrone era fatto esclusivamente a mano, nei panifici oppure nelle case.

Ogni regione italiana ha adattato la ricetta originale. In Piemonte, fra gli ingredienti, compare la nocciola “tonda gentile” delle Langhe, in Campania c’è il torrone di Benevento , in Sardegna è diffuso il pruneddu dal sapore intenso dovuto alla presenza del miele di macchia mediterranea che conferisce un colore simile all’avorio, in Veneto il “mandorlato” di Cologna Veneta, a Reggio Calabria si trova il torrone “gelato” ripieno di canditi mentre in Sicilia si può gustare la “cubbàita” siciliana, morbida, con pistacchi, miele, mandorle e con semi di sesamo. I principali centri di produzione si trovano a Cremona, a Benevento e a San Marco dei Cavoti, sempre in provincia di Benevento, ove la tradizione è radicata dal 1891 e dove si svolge annualmente la Festa del Torrone. Prima di partire per la Campania però ci sono altri appuntamenti che meritano attenzione.

Regina degli eventi celebrativi dedicati al torrone è la Festa del torrone che si svolge a Cremona, patria per eccellenza del dolce. Nell'anno di Expo, l'edizione raddoppia. Dopo l'inedita anteprima di due giornate organizzate il 24 ed il 25 ottobre scorso, la festa si prepara a esplodere dal 21 al 29 novembre. Nove giorni dedicati al torrone con eventi, stand, spettacoli ed un testimonial d'eccezione. Enzo Iacchetti, originario della provincia di Cremona riceverà infatti, il 22 novembre, il Torrone d'Oro, riconoscimento attributo ogni anno a chi rappresenta la città ed il suo territorio in Italia e nel mondo. L'attesa è tanta soprattutto se rapportata ai numeri dell'edizione scorsa, fino ad ora in testa alla classifica delle più popolari, con 270.000 presenze, 140 espositori, 60 tonnellate di torrone venduto, 250 iniziative culturali.
Info: www.festadeltorronecremona.it

Sempre in Lombardia, a Carpenedolo in provincia di Brescia, è impossibile farsi sfuggire la Fiera del Torrone, organizzata in occasione della festa della Madonna del Castello. Il paese di quasi 13.000 abitanti si mobilita attorno alle bancarelle che mostrano il meglio delle produzioni dal 7 all’8 dicembre. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito dell’organizzatore dell’evento, la pro Loco locale all’indirizzo: www.prolococarpenedolo.it

Spostandosi un po’ più giù, in Emilia-Romagna, un evento attira ogni anno decine e decine di appassionati. E’ la Sagra del Torrone che mobilita la città di Faenza in provincia di Ravenna per una sola, ma intensa, giornata, l’8 dicembre. Ad essere interessate sono le vie del centro, da Piazza del Popolo a Corso Garibaldi, cuore della città ed anche della manifestazione dedicata al torrone della tradizione e dai mille gusti ormai disponibili. L’evento è anche occasione per riunire bancarelle con articoli di tutti i generi: dall'abbigliamento ai giocattoli, dagli oggetti per la casa alle decorazioni per il Natale imminente. Info: www.terredifaenza.it

La città di Camerino, in provincia di Macerata, è nelle Marche il centro più rinomato per la valorizzazione del torrone. Ogni anno, in occasione della Festa della Befana, il 6 gennaio, viene realizzato il torrone più lungo, entrato nel 2007 fra le pagine del Guinnes dei Primati. A riuscire nell’impresa è stato il maestro pasticcere Paolo Attili del Torrone Francucci, uno dei marchi storici della produzione dolciaria. La festa è nata per ricordare proprio quell’antica tradizione del torrone di Camerino che nell’Ottocento ottenne importanti riconoscimenti da parte della casa reale dei Savoia. Nel 2012 il torrone ha raggiunto la lunghezza di 767,27 metri. La manifestazione si svolge nella piazza antistante l’enorme palazzo signorile, antica dimora dei Duchi da Varano e lungo le vie cittadine. Nello stesso pomeriggio arriva la Befana.
Info: www.comune.camerino.mc.it

Scendendo lungo lo Stivale, l’itinerario dedicato al torrone ci porta a Napoli dove il 7 novembre la manifestazione “Torrone che passione”, nei locali della stazione metro di Piazza Cavour. Un viaggio nel tempo associato alla golosità che ha permesso di svelare i segreti dei borghi dei Vergini e della Sanità, unitamente a quelli dell’antica fabbrica artigianale di Mario Gallucci.
Info: viviquartiere@libero.it - pagina facebook: NAPOLI VIVIQUARTIERE

Sempre in Campania, dal 5 all'8 dicembre e il 12 e 13 dicembre è in calendario la Festa del torrone e del croccantino, organizzata a San Marco dei Cavoti in provincia di Benevento. Risale alle fine del 1800 con la produzione del torrone Baci, dalle dimensioni più piccole rispetto a quelle tradizionali, il legame che unisce San Marco dei Cavoti al goloso dolce che segna l'arrivo dell'inverno. Era il primo passo verso l'esplosione di quello che venne in seguito definito Croccantino. Nel 2001, ben centodieci anni più tardi, la città ha deciso di rendere omaggio alla dolce produzione, così importante per l'economia del territorio. Il programma è in via di definizione.
Info: www.lafestadeltorrone.it.

Fuori dal coro delle iniziative natalizie dedicate al torrone è la Sagra del torrone organizzata dal 1979, a Tonara in Sardegna, nel giorno di Pasquetta. Per tutto il giorno è possibile degustare il torrone caldo, il “pruneddu”, appena uscito da “sa forredda”, il fornello di mattoni riscaldato con la legna di agrifoglio nel quale viene lavorato e preparato come si faceva tanti anni fa. Tutto il paese è invaso dalle produzioni artigiane che si articolano per le vie del centro storico.
Info: Comune di Tonara Tel. 0784 63823, Associazione Pro-Loco Tonara Tel. 3319878485
  •  

 Pubblicato da il 11/11/2015 - 4.674 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close