Cerca Hotel al miglior prezzo

Marilleva, settimana bianca sulla neve della Val di Sole

Situata nel bel mezzo della Val di Sole Marilleva è una località invernale di grande successo che deve la sua popolarità alle numerose piste da sci e snowboard, di vario livello, e che accontentano allo stesso modo principianti ed esperti.
Unite il fatto che gli impianti di Marilleva fanno parte del circuito dello Skirama, quindi collegate ai comprensori di Folgarida e Madonna di Campiglio, Marilleva è in grado quindi di fornire una tale varietà di piste e tracciati da riempire tutta la vostra settimana bianca senza possibilità alcuna di annoiarvi.

Marilleva si raggiunge facilmente da tre direttrici principali. La prima è quella di uscire dalla A22 l'autostrada del Brennero a S. Michele Mezzocorona e da qui procedere in direzione della val di Non e di Cles, poi raggiungere la val di Sole e superare Malè e Dimaro prima di raggiungere Mezzana e da qui Marilleva 900. Per chi proviene da sud, una volta raggiunta Madonna di Campiglio si procede per il passo di Campo Carlo Magno, si scende per Folgarida e raggiunta Dimaro seguire il percorso precedente. Per chi arriva da Ovest e cioè dalla Lombardia, si segue per Ponte di Legno, si valica il confine del Trentino al Passo del Tonale e poi si scende per Vermiglio, Pellizzano e Marilleva.

Marilleva è divisa in due insediamenti distinti. La stazione di base, Marilleva 900 da dove parte una strada a tornanti (in alternativa un collegamento in telecabina) per Marilleva 1400 che il luogo in cui arriva la pista principale di sci, denominata la Panciana, uno dei tracciati più lunghi ed entusiasmanti dello Skirama.
Un ingresso alternativo è stato aperto nel 2006 con l'impianto di Daolasa Val Mastellina che ha aggiunto una ulteriore possibilità di salire direttamente dalla Val di Sole (Commezzadura) fino alle piste del comprensorio.
Gli impianti di risalita sono distribuiti le due montagne principali della zona: i 2155 m del Dos de la Pesa e i 2179 m del Monte Vigo. Le due vette si raggiungono con tappe intermedie, il rifugio Orti per il Dos de la Pesa e la Malga Panciana per Monte Vigo.

Le piste presentano grande varietà, e partono da livello per esperti come le nere degli Orti e la nera di Marilleva che scende fino a quota 1400, percorribili in una unica discesa intensa e spettacolare, si passa poi ad alcuni tracciati rossi davvero emozionanti sia per passaggi tecnici che per il panorama mozzafiato del paesaggio. Dal Monte Vigo scende la n. 11, la pista Orso Bruno che si collega alla celebre Panciana, stessa spettacolarità anche con la pista n. 20 la Dos de la Pesa. Per chi invece si trova alle prime armi ci sono una decina di piste di livello blu, perfette per chi vuole divertire senza troppe difficoltà altimetriche.

L'innevamento delle piste è garantito da un efficiente sistema di innevamento artificiale, collegato con quello di Folgarida che con un totale di oltre 460 cannoni consente l'innevamento di oltre 34 km di piste. Oltre tutto il prevalente orientamento verso nord delle piste consente di godere di un ottimo stato di innevamento anche a stagione avanzata, quando il sole scalda le valli alpine con maggior intensità.

Il compresorio di Marilleva offre anche piste per gli amanti del fondo con due anelli che si snodano in destra Noce. Per chi non scia o non si dedica allo snowbord la valle offre la bellezza dei suoi villaggi ideali per rilassanti shopping e la scoperta dell'artigianato locale, con attività sportive corollarie come il nuoto ed il pattinaggio.
  •  
close