Cerca Hotel al miglior prezzo

Morzine (Francia): sci sulla neve del comprensorio Portes du Soleil

Pagina 1/2

Non arrivano a 3000 gli abitanti della piccola Morzine, Morzena in franco-provenzale, cittadella che dai suoi 980 metri di quota sta di vedetta sul panorama mozzafiato delle “Portes du Soleil”, il comprensorio sciistico che accoglie ogni anno migliaia di turisti tra le due anime alpine di Francia e Svizzera, tra l’eleganza argentea del Lago di Ginevra e l’imponenza candida del Monte Bianco.

Situata nel cuore del dipartimento dell’Alta Savoia, nella regione del Rodano-Alpi, Morzine costituisce uno scenario perfetto per vacanze in ogni stagione, che attira visitatori da tutta la Francia come da molte altre parti d’Europa. In inverno il piccolo comune, a cui appartiene anche il comprensorio di Avoriaz, si trasforma in una delle maggiori stazioni sciistiche del paese, dotata di ben 650 km di piste che sapranno rapire gli amanti dello sport e della montagna con le loro discese emozionanti e le visuali suggestive delle vette più belle. Ma anche chi non fosse un esperto sciatore non deve disperare: divertentissime sono le corse sulle slitte trainate dagli husky.

Nella stagione fredda il clima è quello tipico degli ambienti alpini, con temperature che in dicembre e gennaio variano tra i 0°C di minima media e i 5-6°C di massima, consentendo alla neve di fioccare sui pendii e creare le condizioni ideali per scivolare sino a valle dalle cime. In estate, invece, il mese più caldo è luglio, con i suoi 15°C circa di temperatura media minima e 28°C di massima. Anche in questo periodo, nonostante l’atmosfera cambi nettamente rispetto al fascino che il candore conferisce alla montagna, Morzine continua ad offrire svariate possibilità per trascorrere un soggiorno tranquillo e appassionante allo stesso tempo: le escursioni a piedi nello splendido paesaggio quasi incontaminato e le gite in mountain bike alla scoperta degli itinerari più avventurosi sono affiancate dalle attività più spericolate. Primo fra tutti il paracadutismo, che consente di librarsi nell’aria tersa in cui si immergono le cime alpine, oppure il rafting, nelle acque cristalline del Drans, il corso d’acqua che taglia in due fette in paese.

Lo spirito sportivo e quello più contemplativo, insomma, si compenetrano e trovano soddisfazione in egual misura in questo paradiso circondato dai boschi. Oltre alle bellezze naturali vale la pena di addentrarsi alla scoperta del vero e proprio insediamento urbano, un piccolo gioiello dai toni pacati e l’anima discreta ma interessante e con tante storie da raccontare.

Istruiti da una guida del patrimonio dei Paesi della Savoia, i turisti potranno raggiungere il cuore di Morzine e apprezzarne gli angoli più nascosti, scoprendone l’evoluzione attraverso i secoli, da quando era un agglomerato sconosciuto fatto di poche abitazioni sino a diventare la cittadina di oggi, di dimensioni ridotte ma così importante per gli sciatori e in posizione privilegiata sullo splendido paesaggio delle Portes du Soleil. La guida non dimenticherà di raccontare anche le tradizioni e la storia del borgo, oltre a presentare le viuzze più caratteristiche e significative.

Un itinerario da non perdere, originale ma certamente interessante e rappresentativo delle usanze del luogo, è quello che dai pascoli al caseificio racconta i passi fondamentali della produzione del formaggio. Ancora una volta sarà una guida ad accompagnare i forestieri, illustrando i cambiamenti che dai primi metodi artigianali hanno portato a quelli più moderni. La visita si tiene soltanto durante alcuni giorni della settimana, esclusivamente nella bella stagione. Un altro metodo vincente per scoprire Morzine e lasciarsi conquistare dal paesaggio che l’avvolge sono le escursioni a cavallo: la scelta tra i vari percorsi è molto varia e di diverse difficoltà, con gite adatte ai componenti di tutta la famiglia. Partendo dall’Ufficio del Turismo si esplora tutta la cittadina e ci si spinge al di fuori dei suoi confini, nella natura rigogliosa delle montagne.

Sciare a Morzine
... Pagina 2/2 ...La scelta di piste ed impianti è qui vastissima: si può decidere di splorare i versanti sud della valle, con i collegamenti con Les Gets, e cioè salendo sugli impainti del "Secteur Pleney” e divertirsi cimentandosi nello stadio dello slalom o nel divertente freestyle district oppure salire ai 2019 m della punta Nyon o i 2002 m della Chamossiere.
Sul lato nord della vallata invece si trova Morzine alta, o per meglio dire Super-Morzine posta a 1.555 m di quota, e da qui si può salire al paradiso bianco di Avoriaz con possibilità di collegamenti con gli impianti svizzeri di Champéry.

Ammirevole è poi l’ospitalità del luogo: chi soggiorna a Morzine si troverà probabilmente ad alloggiare in uno dei bellissimi chalet che si trovano in paese, con le caratteristiche stufe in ceramica, le travi a vista e le pareti in legno, e potrà godere ovunque di una cucina prelibata e curata nei minimi dettagli. Gli amanti dello shopping e dei prodotti tipici locali non potranno farsi sfuggire una rassegna degli innumerevoli negozi, dalle botteghe delle splendide ceramiche savoiarde alle pasticcerie tentatrici a cui è impossibile dire di no. In Rue de la Plagne, ad esempio, magnetico è il fascino di Bombonière, la pasticceria che accoglie i golosi con una strepitosa fontana di cioccolato che zampilla all’ingresso del locale.

Tra gli eventi che animano il centro di Morzine spicca il festival degli sport all’aperto che si tiene annualmente nel cuore del paese, per una settimana, tra la fine di luglio e l’inizio di agosto. Ogni pomeriggio, dalle 17 in poi, una diversa disciplina sportiva viene presentata nel centro della cittadella, con esibizioni di esperti del settore e la possibilità per tutti di cimentarsi nello sport che si preferisce. Per raggiungere Morzine in auto da Milano è necessario imboccare la’utostrada A4 in direzione Torino e la A5 per Aosta-Courmayeur, quindi continuare verso il traforo del Monte Bianco e prendere la direzione Cluses. A questo punto bisogna deviare verso Les Gets e seguire le indicazioni sino a Morzine.
Le piste d'estate diventano divertenti percorsi per discese mozzafiato in mountain bike, sport che fa convigliare migliaia di turisti nei mesi di luglio e agosto.

Per chi preferisce spostarsi in treno, le stazioni di Cluses e Thonon les Bains si trovano a 30 km di distanza. Da qui, poi, sono disponibili collegamenti regolari con il paese tramite l’autobus. Chi viaggia in aereo, infine, dovrà servirsi dell’aeroporto più vicino, quello di Ginevra-Cointrin, a 75 km da Morzine. Una volta raggiunto il centro si troveranno svariate possibilità per muoversi agevolmente: in inverno sono disponibili autobus gratuiti per muoversi all’interno del centro e un autobus che collega i vari centri della valle. Tutti gli skilift di Morzine e Avoriaz, comunque, sono raggiungibili a piedi.

Fonte foto, cortesia: Morzine.com

 Pubblicato da - 13 Gennaio 2009 - © Riproduzione vietata

loading...
24 Febbraio 2017 La Giostra di Castello del Matese

Da più di 20 anni, il primo fine settimana d'agosto, si svolge ...

NOVITA' close