Cerca Hotel al miglior prezzo

Grachen (Grächen), settimane bianche in Svizzera

Selvaggia e a tratti cupa, la Mattertal (Valle del Matter) è solcata dal Matter Vispa e conduce fino a Grachen, una località di montagna elegante e molto conosciuta non solo in Svizzera. Il piccolo centro abitato, che attualmente conta poco più di 1.300 abitanti, è situato all’interno del Canton Vallese e sorge su un’ampia e soleggiata terrazza ad una quota di 1.619 metri sul livello del mare. Lo scenario paesaggistico che circonda l’abitato è letteralmente sensazionale, con le imponenti catene montuose alte anche più di 4.000 metri che si ergono sulla vallata lunga decine di chilometri. Questa rinomata meta di villeggiatura è particolarmente indicata per le famiglie, vista la presenza di strutture adatte al divertimento di grandi e piccini, sia in estate che in inverno. Per intrattenere i bambini vengono organizzate passeggiate, giochi e gare sportive. Per farli divertire ci sono inoltre: otto case dei giochi, dove sono messi a disposizione giocattoli e passatempi; il percorso Ravensburger; e il parco giochi Robi, 4.000 metri quadrati di bosco con la casa degli spiriti, lo scivolo gigante e il sentiero delle favole. D’inverno i più piccoli possono essere accuditi nello Schnoos Kinder paradies, il “Paradiso bianco dei bambini”, mentre i grandicelli possono cimentarsi nei vari sport sulla neve sotto la guida degli istruttori.

Una delle caratteristiche che balza all’occhio non appena messo piede a Grachen sono le antiche abitazioni in legno tipiche del Vallese, suggestive strutture annerite dal sole e dal trascorrere del tempo. Per consentire ai turisti di godere a pieno della bellezza del paese tutta l’area centrale è interdetta al traffico automobilistico, così che anche coloro che non sono interessati allo sci o alle escursioni potranno divertirsi andando per negozi o gustandosi un punch o una cioccolata calda in uno dei tanti bar che si affacciano sulla strada principale. Una vera e propria chicca è la cosiddetta “Walk of Fame”, sulla quale, come a Hollywood, alcuni personaggi di spicco del mondo dello spettacolo hanno lasciato la propria impronta del piede.

Il turismo invernale è ovviamente incentrato sullo sci e su tutto ciò che gli orbita attorno. I due comprensori turistici principali sono quelli di Hannigalp (2272 m) e Seetalhorn (2868 m), entrambi comodamente raggiungibili a bordo di due telecabine. Vista l’elevata altitudine media delle piste l’innevamento è garantito per tutta la stagione sciistica, che in quota tende a protrarsi ben oltre la data di chiusura di molti altri impianti più a valle. A completare l’offerta invernale ci sono 12 chilometri di piste da sci nordico, un tracciato destinato agli slittini e 25 chilometri di sentieri per escursioni invernali, con le numerose feste organizzate dopo il tramonto del sole a base di vin brulé e stupende discese al chiaro di luna che mettono d’accordo praticanti di tutti gli sport.

D’estate Grächen è il punto di partenza per una serie di spettacolari escursioni, come quella che porta in circa 12 ore di cammino a Zermatt, tappa principale del Tour del Monte Rosa. Per i più intrepidi c’è il percorso Downhill, che scende in paese dal Seetalhorn e, per chi vuole recuperare la perfetta forma fisica, il sentiero Kneipp e salute. Nel moderno centro sportivo a due passi dal centro si praticano tennis, volano, ping-pong, arrampicate su parete artificiale e pattinaggio. Per quanto riguarda gli eventi che ogni anno coinvolgono Grachen, il Nikolaus-Event, che si tiene verso la fine di novembre, è senza dubbio quello con più seguito.

Il clima è alpino, contraddistinto da abbondanti precipitazioni nevose per tutto l’inverno e da una stagione particolarmente gradevole d’estate, quando le temperature sono miti e il cielo quasi sempre limpido e terso. La primavera e l’autunno sono i periodi meno affollati dell’anno, pur risultando particolarmente suggestivi dal punto di vista paesaggistico per via delle spettacolari sembianze assunte dalla natura.

Pur trovandosi a poche decine di chilometri in linea d’aria dal confine italiano, Grachen è servita da strade di montagna piuttosto intricate che richiedono perciò almeno un’ora e mezzo di auto partendo da Varzo. Per raggiungere la Mattertal dal versante svizzero si comincia invece a salire da Visp, una piccola cittadina nei pressi della quale si estendono ampi vigneti a terrazze che terminano solo verso Visperterminen. A Stalden la strada si biforca: a sinistra inizia appunto la Mattertal, a destra la Saasertal. Una volta giunti a St. Niklaus una deviazione sulla destra porta a Grächen, mentre proseguendo per il fondovalle si arriva a Tasch, dove è obbligatorio lasciare l’auto in parcheggio se si vuole proseguire per Zermatt, accessibile esclusivamente in treno.
  •  
loading...
close