Cerca Hotel al miglior prezzo

Vacanze a Giugno: Spagna, Grecia, Puglia e Calabria

Pagina 1/2

  • Spiaggia della Calabria
  • Spiaggia Andalusia
  • Costa ionica del Salento
  • Spiaggia del relitto Zante
Giugno è il mese delle giornate lunghissime, luminose e ricche di sole.
Offre grandi possibilità di viaggio: escludendo quelle famiglie che vedono i propri figli impegnati negli esami, la fine delle lezioni rende possibili vacanze low cost, senza i sovrapprezzi di luglio ed agosto, consentendo di esplorare mete di un certo prestigio a condizioni economiche davvero vantaggiose.
A questo scopo ilTurista.info ha preparato un percorso fra tre delle migliori regioni balneari europee, con qualche itinerario nel sud della Spagna, tra alcune regioni meridionali italiane e nelle migliori isole della Grecia.

Spagna

Il sud della penisola iberica offre numerosi spunti di viaggio: la Costa del Sol e la Costa de la Luz stanno crescendo di importanza anno dopo anno e oltre alle loro lunghe spiagge bagnate da mari puliti, offrono l'incredibile bagaglio storico ed architettonico dell'Andalusia, dove spiccano splendide città dichiarate Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO come Siviglia, Cordoba e Granada.

Per arrivare si può optare per un volo su Malaga, mentre gli irriducibili del viaggio in auto possono pensare di arrivare direttamente con la propria macchina suddividendo il percorso in circa due giorni dal confine italiano di Ventimiglia.

Le località di mare dell'Andalusia si suddividono tra la Costa del Sol e la Costa de la Luz.
La prima termina con la penisola che si chiude in Gibilterra, lo stretto che separa il mare nostrum con l'Oceano Atlantico. Su questa striscia di calde acque si affacciano le località di Nerja, posta più ad oriente, mentre il vero cuore turistico si incentra a Torremolinos, tra le più celebri mete di mare d'Europa. Fuengirola, Marbella ed Estepona completano il quadro delle località più attraenti.
Altre spiagge si trovano più ad est, nelle province di Granada e Almeria, dove la costa rocciosa si alterna alle spiagge appartate, alle cui spalle incombe l'imponente Sierra Nevada.
Tra le località più gettonate da queste parti ci sono Almuñécar, Salobreña, Motril e Roquetas del Mar.

Se invece decidete di varcare le Colonne d'Ercole e recarvi sulle coste atlantiche delle province di Cadice e Huelva, belle spiagge potete trovarle nella zona di Tarifa, Barbate e Confil de la Frontera, anche se il cuore della Costa de la Luz si sviluppa a nord di Cadice (Cádiz) con le belle località di El Puerto de Santa Maria, San Lucar de Barrameda, Moguer, Huelva, Punta Umbria, Isla Cristina e Ayamonte, posta al confine con la regione portoghese dell'Algarve.
Nelle zone più interne vale la pena di esplorare la zona di Jerez de la Frontera e Niebla, mentre gli amanti della natura possono trovare ottimi spunti di visita presso il Parque Nacional de Doñana.

Per maggiori informazioni, leggete il nostro articolo sulle spiagge più belle dell'Andalusia.

Italia meridionale

Se l'Andalusia è una meta troppo distante, il nostro sud italiano offre parimenti bellezze naturali e spiagge mozzafiato con tesori artistici tra i più importanti del mondo.
A giugno una scelta davvero vincente potrebbe essere quella di esplorare il Salento e la costa ionica della Calabria.

Le spiagge del Salento sono tra le più belle d'Italia: la sua posizione al confine di due mari, l'Adriatico e lo Ionio, rende questa penisola unica e consente al turista di trovare la spiaggia giusta a seconda delle condizioni di vento e mare.
La costiera ionica salentina si presenta prevalentemente sabbiosa, con magnifiche spiagge nella zona di Porto Cesareo, Gallipoli, Lido del Sole Torre San Giovanni ed Ugento. Non mancano però tratti spettacolari rocciosi, come ad esempio a Porto Selvaggio.

La costa adriatica del Salento è straordinariamente spettacolare il tratto adriatico compreso tra Santa Maria di Leuca ed Otranto, mentre altre spiagge le ritroviamo più a nord, oltre Torre dell'Orso e i Laghi di Alimini.
... Pagina 2/2 ...
Spostandosi verso la Calabria, le prime spiagge interessanti le troviamo nel piccolo tratto di territorio della costa della Basilicata, che separa la Puglia dal confine calabrese.
A Metaponto c'è un bell'arenile sabbioso lambito da acque verdi, ma oltre agli aspetti balneari questa è la località giusta per concedere uno spazio all'arte ed alla storia, con le fantastiche Tavole Palatine, una serie di colonne doriche di magica suggestione. Poco più a sud troviamo anche Marina di Pisticci e Lido di Scansano, prima di raggiungere la Calabria e la storica pianura di Sibari, che si apre a sud del Monte Pollino.

Tra le località di mare della Calabria, appena a sud di Sibari, Marina di Mandatoriccio segna l'inizio del tratto di costa caratterizzato alle spalle dalla presenza del massiccio della Sila. La costa prosegue con tratti spettacolari soprattutto tra Crotone e Capo Rizzuto, senza dimenticare un tuffo nella storia con il bellissimo sito di Capo Colonna e i resti del tempio di Hera Lacinia e l'imponente costruzione di Le Castella.

Proseguendo verso sud segnaliamo la zona di Cutro e la grande spiaggia di Botricello, che introduce alla serie di marine della provincia di Catanzaro, tutte famose per la limpidezza delle acque verde-smeraldo dello Ionio. In successione troviamo i lidi di Montepaone, Soverato ed Isca Marina: siamo nella cosiddetta Costa degli Aranci, famosa tra i giovani per le possibilità di praticare sport con la tavola, windsurf e kitesurf in primis, ma anche tra le famiglie con bambini che vi trovano lunghe e soffici spiagge per i giochi dei loro bimbi.
Qui potete leggere la nostra classifica delle spiagge più belle della Calabria.

Grecia

Al di là dello Ionio, facilmente raggiungibile con un traghetto dai porti di Ancona, Pescara e Brindisi, vi attende la terza proposta di viaggio a giugno, ovvero la Grecia più occidentale, dove dedicarsi all'esplorazione della magnifiche isole ioniche: Corfù, Itaca, Cefalonia, Kythira, Lefkada e Zante.
Il traghetto fa tappa a Corfù, grande isola che offre un clima straordinario, fatto di rocce bianche, il verde della vegetazioni ed il blu intenso del mare. L'isola possiede numerose calette tutte da scoprire e, proprio a fianco, si trova la bella isola di Paxos con le sue coste scoscese.

Cefalonia e Itaca sono altre belle soluzioni di viaggio.
Cefalonia possiede grandi dimensioni, ed è quindi consigliabile avere una automobile a disposizione. E' un'isola che riesce a stupire anche in agosto a dispetto del boom turistico; riesce infatti a matenere una sua dimensione a misura d'uomo, con spiagge poco affollate e tutte da scoprire.
A giugno l'isola vi sembrerà addirittura quasi selvaggia, tali gli spazi a vostra disposizione. Tra le spiagge da non perdere segnaliamo quella di Myrthos e Makris Gialos.

Non lontana dalla costa di Preveza, la terza isola dell'arcipelago (la quarta per dimensione) è Lefkada, separata dal continente da una sottile striscia di mare. Il suo sviluppo turistico è in forte crescita, e l'abbondanza di strutture consente di trovare ottime offerte, specialmente in bassa stagione. Da segnalare il bel castello di Aghia Mavra, mentre sull'isola si trovano ancora quattro mulini a vento a Ghira, anche se in realtà dovevano essere almeno una dozzina.

L'isola di Zante (o Zacinto, se vi piace il nome così romanticamente usato dal poeta Ugo Foscolo), ha la stessa varietà di paesaggi di Cefalonia, ma una superficie più raccolta. Una maggiore aridità del suo clima rende i paesaggi molto spettacolari, con il trionfo delle rocce sulla vegetazione, e angoli di straordinari bellezza come quelli della spiaggia del relitto (Navagio), considerata una delle spiagge più belle del mondo. Tutta la parte occidentale di Zante è una successione di scogliere e calette di rara bellezza, mentre se amate gli arenili è consigliabile dirigersi sul lato orientale dove trovate buoni arenili a Kalamaki e Gerakas.

Le isole Ioniche terminano in realtà sulla punta meridionale del Peloponneso, dove vi attende, solitaria, la magia di Kythira e della piccola Antikythera. Sono località poco conosciute, ma veramente spettacolari, e la tranquillità dei luoghi consente di trascorrere una vacanza in una Grecia di tipo tradizionale, ancora scanditi dai tempi lenti della gente.