Cerca Hotel al miglior prezzo

Le spiagge pił belle di Lefkada, l'isola dello Ionio

Pagina 1/2

E’ un’isola. Ma non troppo: Lefkada, isola dello Ionio, tra Cefalonia e Corfù, è in effetti un’isola ma un ponte mobile la collega alla terraferma. E quindi gli spostamenti sono più agevoli che in molti altri casi. Un vantaggio che si somma ad un altro: le sue spiagge sono bellissime. E secondo alcuni tra le sue distese sabbiose ce ne sono alcune che sono tra le più belle della intera Grecia. Un dato curioso se si pensa che il nome dell’isola deriva dalle scogliere bianche (lefkos , appunto in Greco) e il centro dell’isola è coperto da boschi. Ma noi cerchiamo acqua, sabbia e lunghi bagni di sole. E questo è l’elenco dei posti dove andarseli a godere.

Porto Katsiki

Partiamo dal top. Le classifiche in questi casi dicono poco ma questa è considerata una delle dieci spiagge più belle del Mediterraneo. Per arrivarci occorre percorrere un po’ di strada dal capoluogo dell’isola visto che si trova a 45 km verso sud, nei pressi del villaggio di Athani. Siete arrivati e pregustate un bagno? Una simile meraviglia va un po’ sudata. Per raggiungere la spiaggia dalla bianca scogliera che la avvolge occorre scendere una scala. E non è breve: sono un centinaio di scalini. Ma non temete: non si tratta di un posto troppo selvaggio. Al contrario sul bordo del mare troverete lettini e ombrelloni ma per chi vuole una atmosfera più vera un po’ di ombra si trova anche sotto le spaccature della scogliera. Per tutti, indistintamente, poi c’è il mare: azzurro carico, splendido, trasparente e con sfumature turchesi. Al largo ormeggiano le barche di chi preferisce arrivare via mare e c’è anche un servizio di taxi boat a disposizione. Per rifocillarsi occorre risalire le scale: in cima ci sono taverne per merende e pranzi.

Egremni

Se Porto Katsiki vi ha spaventato per la sua scalinata allora siate pronti a inorridire. Non perché questa spiaggia non sia bella: anzi, è bellissima. Ma perché per raggiungerla occorre scendere(e poi salire) oltre 320 scalini. Una volta arrivati però il premio è garantito, sotto forma di una lunga spiaggia di sabbia circondata da scogliere con sassi bianchi e lucenti e un mare prevedibilmente definito “caraibico”. Per ricompensare i turisti della fatica ci sono lettini e ombrelloni e uno dei panorami più visibili su Instagram al mondo: impossibile non scattare foto e non cedere al selfie. Certo non è un posto appartato e deserto ma la bellezza del panorama è assoluta e giustifica anche i tre chilometri di sterrato da percorrere prima di arrivare alla scala. In spiaggia anche bar per bere e rinfrescarsi.

Gialos

Questa è un’altra spiaggia molto bella e molto lunga. Ma per fortuna un po’ meno affollata. E’ tra le più ampie dell’isola e si trova a circa 35 km a sud ovest del capoluogo. Anche qui si trovano lettini e ombrelloni ma ci sono anche tratti non attrezzati per chi proprio non ne vuole sapere di sentire a fianco la voce di un altro essere umano. Per raggiungerla si attraversa il solito villaggio di Athani e si parcheggia poco sopra. Per chi si stanca facilmente del sole il vantaggio è dato da un paio di taverne dove si mangia bene, con un panorama splendido sulla spiaggia di ciottoli e il mare che è davvero blu.

Agios Ioannis

Per chi non voglia allontanarsi tropo dalla città principale una buona occasione è offerta dalla spiaggia di Agios Ioannis, che dista solo un paio di km dal capoluogo. E’ una lunga spiaggia con sabbia dorata e il mare è sempre turchese: la comodità è garantita dai soliti lettini e attrezzature per i turisti mentre il panorama lo completano i mulini a vento. Sono quattro, proprio alle spalle della spiaggia, e sono in buone condizioni ricordando come doveva essere l’isola prima dell’era del turismo. Mulini però vuol dire vento: quindi siete avvisati. La spiaggia è frequentata dagli appassionati di wind surf in particolare nel pomeriggio quando la brezza sale. Le comodità quindi ci sono tutte: bar, centri noleggi e servizi turistici. Per fortuna nulla può togliere il fascino alla chiesa Agios Ioannis Antzoulis che si trova appartata sul lato sinistro della distesa. La chiesa è come deve essere: piccola, bianca, piena di icone.

Kathisma

Questo è un buon compromesso tra le spiagge di Lefkada. E’ a soli 15 km dal capoluogo ma è molto bella anche se certo pure qui il turismo è arrivato in maniera massiccia. Il paese più vicino è Agios Nikitas e intorno ci sono strutture ricettive e locali e anche spazi con piscine e musica abbastanza martellante. Non a caso è molto apprezzata da un pubblico vivace e giovane. Ma la spiaggia è bella e piace a tutti: la sabbia è molto sottile e chiara e le acque sono cristalline mentre alle spalle le solite scogliere aggiungono fascino ulteriore. Non mancano lettini e ombrelloni e anche un sacco di attività (rumorose) per chi non sa stare fermo.

Kalamitsi

Se non sopportate la folla ma volete una bella spiaggia venite a Kalamitsi. E’ forse tra le più belle dell’isola e si trova a circa 15 km dal capoluogo garantendo le solite acque azzurre trasparenti e sabbia bianca. La differenza è che ogni tanto in riva all’acqua si trovano rocce e non ci sono lettini e folle rumorose. Il posto è perfetto anche per nuotare e godersi un assaggio di natura quasi selvaggia. Per arrivare dopo il cartello occorre percorrere circa 4 km di strada stretta e un po’ vertiginosa da cui partono i sentieri per le varie zone sabbiose.

... Pagina 2/2 ...
Pefkoulia

Siamo ancora a circa 10 km a sud ovest del capoluogo e questa è una delle solite spiagge di Lefkada: lunga, sabbiosa, splendida. E affollata. Si trova a non molta distanza dal villaggio che una volta era di pescatori di Agios Nikitas e garantisce acqua turchese. Per questo piace a molti ed è spesso affollata. Ci sono ombrelloni e lettini e si inizia a godere ancora prima di arrivare perché lungo la strada ci sono un paio di belvedere dove la spiaggia splende al sole. Se avete fame è perfetta: ci sono un paio di taverne niente male.

Agios Nikitas

Questo è stato per secoli un villaggio di pescatori. Ora è una località turistica dove si trovano anche sistemazioni e strutture moderne. Siamo a circa 13 km dal capoluogo e per fortuna il mare non tiene conto del numero di persone che lo ammirano: è sempre blu e piacevole anche per una nuotata anche se certo con le dimensioni ridotte che offre spesso si affolla. Per arrivare in spiaggia si attraversa a piedi il paese e questa è una buona occasione per scegliere la taverna di pesce dove fermarsi. Cercate quelle più piene: vedrete che sarete soddisfatti.

Vassiliki

Anche questo era un villaggio di pescatori lento e sonnolento a 35 km dal capoluogo. Ora si è molto sviluppato grazie alle sue acque trasparenti e alla costante presenza di una brezza che l’ha reso una delle località preferite dai surfisti. Di conseguenza offre strutture per il noleggio, centri di sport acquatici e molta animazione. Qui intorno sono sorti infatti molte sistemazioni di ogni tipo dai campeggi agli hotel moderni e case in affitto. In più ci sono bar dove fare tardi, taverne e caffè. La spiaggia è ghiaiosa e lunga e se cercate vivacità potrebbe fare per voi.

Agiofili

Vassiliki è poco lontana ma per raggiungere questa spiaggia il modo migliore è prendere una delle barche che fanno il servizio di collegamento. Se invece siete camminatori c’è anche un sentiero con parecchi saliscendi che seguono le scogliere che circondano la spiaggia. Il posto è splendido con sabbia bianca e molto morbida e mare che non lesina sulle sfumature di azzurro. Qui si trovano lettini e ombrelloni ma non c’è il bar per cui portatevi da bere.

Mylos

Un posto per chi vuole stare tranquillo, non ha paura di camminare e preferisce la natura. Per raggiungere questa spiaggia a circa 14 km dal capoluogo si deve raggiungere la costa tra Agios Nikitas e Kathisma. Da li si deve camminare un po’ meno di mezz’ora anche se per i pigri inguaribili c’è pure un servizio di taxi boat. L’ambiente all’arrivo è splendido con scogliere, macchie verdi e la solita sabbia bianca e mare blu. Lo spazio c’è e viste le piccole fatiche richieste non è mai troppo affollata anche perché non ci sono strutture ricettive né ombrelloni. Ma in fondo in un’isola con un mare così bello che bisogno c’è di cercare qualcos’altro oltre l’azzurro e la piacevole carezza del vento?

Ti piace il mare della Grecia? Scopri quali sono le dieci isole più belle!

 Pubblicato da il 13/07/2016 - 18.050 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close