Cerca Hotel al miglior prezzo

Clusone tra arte e sci, ai piedi delle Prealpi Orobiche

Pagina 1/2

Città d’arte e di artisti, che gode quasi costantemente di una bella pennellata di sole sulla testa. Così si può descrivere in breve Clusone, cittadina lombarda della provincia di Bergamo che conta quasi 10 mila abitanti, impettita su un altopiano sempre inondato di sole e incorniciata dalle sagome imponenti delle Prealpi Orobiche. Incastonata tra la roccia e la pineta della Selva, Clusone è capoluogo della Comunità Montana della Valle Seriana e racchiude un patrimonio notevole di testimonianze storico-artistiche, pronte a raccontarsi con garbo e fierezza agli occhi dei visitatori.

Probabilmente il primo insediamento risale al lontano 1300 a.C., ma furono i romani a rendere davvero importante il centro, dotandolo di fortificazioni e coniando il nome attuale, che viene dalla parola latina “Clausus”, ovvero chiuso tra le montagne. Si susseguirono poi i dominatori longobardi e franchi, e nel 774 Carlo Magno in persona consegnò il sito della rocca ai monaci di San Martino di Tours. Fu nel corso del medioevo che questa rocca si ingrandì e guadagnò le sembianze di un vero e proprio castello, con mura perimetrali e torri massicce da cui vegliare l’area sottostante. Ma il momento più fiorente coincise con il dominio della Repubblica di Venezia, che portò una ventata di novità dal punto di vista commerciale e culturale, fino all’assegnazione dei territori agli austriaci e, per finire, il passaggio definitivo al Regno d’Italia.

Chi visita il cuore di Clusone oggi scopre un dedalo di vie suggestive, che si intrecciano e danno vita a una matriosca di sorprese: costruito su quattro livelli, il centro è infatti costellato di palazzi eleganti quali il palazzo comunale col suo orologio, il complesso monumentale della Basilica di Santa Maria Assunta, e altri edifici impreziositi da affreschi, portali maestosi, archi e loggiati antichi. Proprio grazie alla varietà e alla raffinatezza degli affreschi, che sono un motivo ricorrente sulle facciate cittadine, Clusone è anche soprannominata “città dipinta”.

Un altro aspetto caratteristico della cittadina è il tema del tempo. A tal proposito vale la pena di visitare Museo Arte e Tempo, allestito nel palazzo Marinoni Barca, con un’ampia collezione di orologi e meccanismi realizzati tra il XIV e il XX secolo, ma soprattutto ci si deve soffermare sul celebre orologio planetario Fanzago, che domina la facciata meridionale della torre del municipio. Si tratta di un vero e proprio capolavoro meccanico, sotto il quale campeggia la scritta “SYDERA VIX ALIJ OBSCURA RATIONE MOVERIFANZAGUS MANIBUS, LUMINIBUSQUE PROBAT 1583”, ovvero “Ho messo in opera tutta la conoscenza acquisita dagli astronomi nei loro studi. 1583”, lasciata dal suo creatore Pietro Fanzago, ingegnere, matematico e fonditore di Clusone.

Ma le bellezze di Clusone non sono tutte racchiuse entro il perimetro cittadino. Anche il paesaggio immediatamente circostante ha da offrire scorci panoramici meravigliosi, percorsi escursionistici appassionanti e aree verdi perfette per il relax. I sentieri attrezzati conducono gli amanti della natura tra i boschi, le pinete e i pascoli della zona, da assaporare a piedi, in bicicletta o a cavallo, scegliendo tra diversi itinerari: dal borgo si può raggiungere San Lucio, a 1000 metri di altitudine, da cui si abbraccia con un solo sguardo la Valle Seriana in tutta la sua magnificenza, compreso il massiccio dolomitico della Presolana. SI può salire ulteriormente sino ai 1650 metri di quota, oppure ci si può cimentare in percorsi più impegnativi, come quello del sentiero delle Orobie che fende le omonime Alpi, tra il rifugio Laghi Gemelli e il rifugio Albani. Da vedere anche il Lago di Iseo, a una quindicina di chilometri.

... Pagina 2/2 ...E in inverno, quando il verde acceso di prati e alberi secolari si glassa di bianco, grazie alle suggestive nevicate che si riversano sul paesaggio, ecco che gli amanti dello sci si mettono in moto e partono alla volta delle vicine piste, raggiungibili da Clusone in pochi minuti. A breve distanza si trovano infatti i tracciati per sci alpino del Monte Pora, del Passo della Presolana e di Colere, oltre a numerose stazioni sciistiche e un anello per lo sci di fondo, in cui si disputano le gare di Coppa del Mondo.

Infine Clusone offre numerose occasioni di svago durante l’anno, perfette per fare festa insieme alla popolazione locale, scoprire le tradizioni e le ricette migliori. Nel periodo estivo lasciatevi trascinare in pista dai ritmi della Settimana in Musica, manifestazione internazionale dedicata non solo alla musica e ai concerti ma anche all’arte, alla cultura e a ogni forma di spettacolo. Il Motor Party Clusone, che si svolge nella prima metà di luglio, è invece un raduno internazionale di fuoristrada organizzato dal Motoclub locale, molto noto tra gli appassionati.

A rendere la vacanza ancora più piacevole contribuisce il clima di Clusone, che è quello tipico delle zone di montagna, con inverni frizzanti quanto basta per poter godere di qualche nevicata e estati fresche, piacevoli anche quando il sole è alto e luminoso nel cielo. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di -2°C a una massima di 6°C, mentre in luglio e agosto si va dai 17°C ai 28°C. Le precipitazioni toccano i valori massimi in estate, quando cadono mediamente 110-130 mm di pioggia al mese.

Per arrivare a Clusone ci sono diverse possibilità. Situata a una trentina di chilometri da Bergamo è raggiungibile mediante l’autostrada Milano-Venezia, uscendo a Bergamo e proseguendo verso Valseriana, prendendo la strada statale in direzione Clusone.
Gli aeroporti più vicini sono quelli di Bergamo, Brescia e Milano Linate, rispettivamente a 37 km, 80 km e 83 km di distanza.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close