Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Cremona

Cremona, visitare la città: cosa vedere e cosa sapere

Pagina 1/2

Nel sud della Lombardia, adagiata nella Pianura Padana a breve distanza dalle sponde del Po, Cremona è una città magica che cattura i turisti con una miscela incantevole di arte, cultura, e divertimento. Capoluogo della provincia omonima, popolata da circa 75 mila abitanti, è una località dalle mille sfaccettature, con i tratti più vivaci delle grandi città ma comunque un’indole quieta, a misura d’uomo, che sa accogliere gli ospiti con garbo e mostrare anche le tradizioni più antiche e i dettagli più genuini.

Situata a 30 km circa da Piacenza, Cremona è una delle città europee con il centro storico meglio conservato, di origine romana. Ma non solo il turismo costituisce una risorsa fiorente per la città: il centro lombardo si basa in buona parte sull’agricoltura, e sulla presenza di industrie alimentari produttrici di salumi, dolci e formaggi. Anche l’artigianato riveste un ruolo importante, e i prodotti realizzati secondo le tradizioni di un tempo sono gioielli imperdibili che danno un valore aggiunto al soggiorno in città: da assaggiare assolutamente lo squisito torrone, ma anche la mostarda cremonese, preparata con frutta candita in bagni di senape. Il prodotto più famoso sono però i violini: per l’arte artigianale degli strumenti a fiato Cremona viene spesso soprannominata “città della musica”.

Chi passeggia nel centro di Cremona noterà una costellazione inesauribile di monumenti ed edifici storici, ma si accorger che il fulcro più ricco di testimonianze è la Piazza del Comune, un vero e proprio concentrato di palazzi splendidi, accostati in uno spazio unitario di grande fascino scenografico. Qui si affaccia il Duomo di Cremona, inserito in un complesso architettonico unico che comprende anche il Battistero e il Torrazzo. La facciata della chiesa, ce si erge esattamente di fronte al palazzo comunale, è rivestita di marmo bianco ed è dominata da un grande rosone centrale, alleggerita da una loggia a due piani con diverse sculture.

L’interno, diviso in tre navate separate da due serie di pilastri massicci, è sormontato da severe volte romaniche a tutto sesto, e sulle navate laterali ci sono i matronei che si affacciano verso la navata centrale con ampie bifore dalle linee eleganti. Tutte le navate terminano in absidi semicircolari, e in quelli delle navate laterali si trovano due cappelle riccamente decorate, la cappella del SS. Sacramento e quella della Madonna del Popolo. Accanto al Duomo se ne sta impettito il Torrazzo, il campanile in laterizio più alto d’Italia, secondo soltanto a quello del Duomo di Mortegliano, in provincia di Udine, che però è realizzato in cemento, ed è addirittura una delle torri campanarie più imponenti del mondo: la supera soltanto il campanile della Cattedrale bavarese di Landshut, eretto nel 1432.

Nello stesso nucleo si può visitare il bellissimo battistero, mentre sulla medesima piazza, sul fronte opposto, si erge il già citato Palazzo Comunale. Da vedere anche la Loggia dei Militi, uno degli edifici più antichi e importanti di Cremona. Sulla facciata una lapide murata riporta l’iscrizione con la data di costruzione dell’edificio, 1292. Era il luogo di riunione della “Società dei Militi”, un gruppo esistente già da molto tempo prima della costruzione, che annoverava tra i suoi adepti i più ricchi e eminenti abitanti della città e della zona.

... Pagina 2/2 ... Se non vi accontentate di palazzi e chiese, ma volete scoprire il risvolto musicale di Cremona, potete invece visitare il Museo Stradivariano, la cui storia comincia alla fine dell’Ottocento, quando la città ricevette in dono da Giovanni Battista Cerani alcuni oggetti appartenuti al celebre Antonio Stradivari. Arricchita in seguito da varie donazioni private, la collezione comprende oggi diverse sezioni, la più significativa delle quali contiene il materiale venduto dal figlio di Stradivari al conte Ignazio Cozio di Salabue, un famoso appassionato di strumenti ad arco. La sua raccolta fu donata alla città di Cremona nel 1930 da parte del suo ultimo proprietario, il liutaio Giuseppe Fiorini. Vi si possono tuttora ammirare forme in legno, modelli cartacei e vari attrezzi appartenuti al grande artista liutaio, oltre a diversi strumenti ad arco e a pizzico creati tra il XVIII e il XX secolo.

L’occasione di mostrare al mondo la propria vocazione musicale si presenta, per Cremona, alla fine di ottobre, quando in città si svolge l’importante manifestazione “Mondomusica”, attesissima da liutai e appassionati di strumenti antichi.

Ma sono molti gli eventi che si svolgono a Cremona durante l’anno, occasioni ideali per scoprirne la vitalità e le tradizioni: la fiera di San Pietro, ad esempio, si svolge alla fine di giugno e prevede l’istallazione vicino alle rive del Po di giochi e attrazioni riservate ai più piccoli, per culminare la sera del 29 giugno con le bancarelle lungo viale Po e con i fantastici fuochi d’artificio serali. Negli ultimi mesi è nata anche la rassegna “Cremona la Dolce- Festa del Torrone”, che celebra il dolciume in tutte le sue versioni più ghiotte, con cortei storici e rievocazioni legate alle nozze di Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza. Durante la cerimonia, celebrata il 25 ottobre del 1441, si narra sia stato realizzato per la prima volta il torrone. Durante l'Avvento anhce a Cremona è tempo di mercatini di Natale.

Il clima che racchiude tutta questa vitalità non è sempre dei più radiosi, ma colora Cremona con tinte suggestive e dà la possibilità ai visitatori, se scelgono il periodo più indicato, di assaporare la città ogni volta sotto una luce diversa. In gennaio, il mese più freddo, le temperature medie vanno da una minima di -3°C a una massima di 4°C, mentre in luglio, il mese più caldo, si passa dai 16°C ai 29°C. Meglio dunque scegliere le mezze stagioni, quando non fa troppo freddo né troppo caldo, anche se l’autunno presenta l’inconveniente delle precipitazioni: con una media di 90-94 mm di pioggia ciascuno, ottobre e novembre sono i mesi più piovosi.

Per raggiungere Cremona si possono valutare diverse possibilità. Il casello autostradale di Cremona si trova lungo l’Autostrada A21 e dista 85 km da Milano, 175 km da Genova e 215 km circa da Venezia. La stazione ferroviaria locale si trova proprio in centro città, mentre gli aeroporti più vicini sono quelli di Brescia, Parma, Bergamo Orio al Serio e Milano Linate, rispettivamente a 47 km, 65 km, e, gli ultimi due, 80 km da Cremona.
loading...
25 Maggio 2017 Il Palio di Ferrara

È il più antico del mondo e corsa di festa che a differenza ...

NOVITA' close