Cerca Hotel al miglior prezzo

Tromso (Troms), la cittą dell'aurora boreale, sulla strada per Capo Nord

Tromso, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Tromso è la città più settentrionale della Norvegia, una meta perfetta per chi possiede lo spirito romatico del vero viaggiatore, che non ha paura delle avversità climatiche e che trova ispirazione nei paesaggi sconfinati di frontiera, battuti dai gelidi venti del nord. Lontana dalle classiche zone turistiche, 250 km a nord di Narvik e dalla zona delle Isole Lofoten, Tromso (pronunciata "troumso") è avvolta da un'aura affascinante che avvolge tutto il porto, un importante snodo commerciale posto quasi 400 km a nord del Circolo Polare Artico. La sua fortuna si chiama Corrente del Golfo: è lei che riesce a spingersi fino a queste latitudini e a mantenere scongelate le acque del mare anche in pieno inverno. Tromso in realtà si trova su una piccola isola, separata però dal mare aperto dalla grande isola di Kvaloya, che si trova appena più a nord. Tromso è unita a questa isola da un ponte, mentre un secondo ponte (Bruvegen) la unisce alla terraferma.

Cosa fare e vedere a Tromso

La sua elevata latitudine fa di Tromso una città da sperimentare, con stagioni tutte particolari, fatte di lunghi periodi di luce e buio che si alternano nell'arco di un anno. Alcune manifestazioni celebrano proprio questa caratteristica, come la Maratona del sole di mezzanotte che si corre in giugno dal lontano 1989. Più recentemente è stata introdotta una mezza maratona della Notte Polare.
In effetti l'inverno è molto attivo dal punto di vista culturale. Gennaio è il periodo dei due principali festival cittadini: il Nordlysfestivalen è il festival dell'aurora boreale, e il Tromsø International Film Festival è un'importante manifestazione cinematografica. Lo stesso mese si chiude con la festa del Soldagen, ovvero il giorno del sole, quando la nostra stella ritorna a farsi vedere nei cieli di Tromso.

Per consultare il calendario degli eventi o studiare le possibili escursioni della zona recatevi all'Ufficio Turistico cittadino. Il Tourist Information Office si trova in Kirkegata 2, vicino al centro e al porto, è sempre aperto ma con orari variabili a seconda della stagione: in autunno, inverno e primavera (maggio compreso) è aperto dalle 9.00 alle 16.00; in estate l'orario di apertura va dalle 9.00 alle 18.00.

Se vi trovate a Tromso tra settembre e l'inizio di aprile, all'Ufficio Turistico troverete informazioni sui tour organizzati per vedere l'aurora boreale. Per godere delle cosiddette luci del nord (northern lights) è necessario trovarsi in zone buie, lontane dalle luci artificiali, e soprattutto avere a disposizione un bel cielo sereno. Per la complessità del territorio norvegese - ricco di montagne, fiordi e isole - anche in caso di perturbazioni atmosferiche è quasi sempre possibile trovare luoghi con il cielo limpido. Proprio per scovare i luoghi giusti vengono organizzate delle escursioni a tema, ideali per chi sta a Tromso per poche notti e non è munito di una propria auto. Il costo di una serata organizzata, che in genere inzia intorno alle 18 e termina all'una di notte, si aggira intorno ai 120-150 euro a persona, e dà buone possibilità di vedere un'aurora boreale, specialmente negli anni anni di massimo solare come il 2013 e 2014, e tra il 2020 e il 2024. Per chi vuole cercare l'aurora per conto proprio il posto migliore sull'isola di Tromso è sulle sponde meridionali del lago di Prestvannet, raggiungibile a piedi in 20 minuti dal centro. In alternativa c'è la zona del campeggio di Tromsdalen, che si trova ad est del Bruvegen.

Da vedere a Tromso c'è la cattedrale cittadina (Domkirke), non proprio imponente ma affiancata da un bel campanile. Nelle vicinanze si apre la piazza centrale di Tromso, chiamata Stortorget, dove si tiene il mercato giornaliero. Un'altra chiesa degna di nota è la moderna Ishavskatedralen, una cattedrale particolare con un'architettura che ricorda quella delle costruzioni in ghiaccio. Si trova a est del centro storico, al termine del ponte che conduce a Tromsdalen, ed è famosa per l'immensa vetrata dipinta, tra le più grandi del continente europeo.

Come accade in molte città norvegesi sono i musei a offrire gli spunti più interessanti, oltre a rappresentare una salvezza nei giorni di maltempo, non così rari in queste zone. Da vedere il Museo d'arte della Norvegia del Nord, il Nordnorsk Kunstmuseum, che contiene opere d'arte tra cui alcuni dipinti di Edvard Munch.
Un museo tematico che bene si addice ai luoghi circostanti è il Polar Museum, dedicato al Circolo Polare Artico e alla conquista delle regioni polari della terra. Argomento caro ai norvegesi, che vantano uno degli asploratori più famosi al mondo, Roald Amundsen, il primo ad aver raggiunto il polo sud, morto in un disastro aereo mentre cercava di rintracciare i superstiti del Norgem, il dirigibile guidato dal nostro Nobile precipitato nei ghiacci polari.
Infine Polaria, un altro luogo dove si parla di Artide e affini, con un acquario artico, un cinema panoramico, esposizioni scientifiche e intrattenimenti a tema che piaceranno molto ai più piccoli.

Per gli amanti dell'alta quota, se la giornata è limpida, vale la pena di salire in cima al monte Storsteinen, comodamente raggiungibile con una funicolare (fjellheisen) e dotato di terrazza panoramica con ristorante. Da qui si ammirano in un solo sguardo tutti i tetti della città, lo spettacolo delle montagne e dei fiordi circostanti.

Informazioni pratiche: come arrivare e quando andare a Tromso

Si può raggiungere Tromso in auto percorrendo la lunga strada E6, la spina dorsale di tutta la nazione norvegese, per poi deviare a Nordkjosbotn sulla E8. Lunga oltre 3.100 km, la strada E6 collega sud e nord del paese ed è uno dei percorsi dei raid compiuti verso Capo Nord (Nordkapp). Tromso si raggiunge da Trondheim percorrendo circa 1.150 km dall'E6, e bisogna quindi considerare almeno 3 giorni di viaggio se nello spostamento si vuole fare qualche tappa turistica. Da Tromso mancano poi ancora 546 km per arrivare a Nordkapp. Tromso è dotata di un aeroporto che si trova a nord-ovest del centro, ad appena 5 km di distanza, con voli da e per Oslo. La soluzione più economica per volare qui è scegliere la compagnia aerea low cost Norwegian, che offre voli dall'Italia per Oslo, e da Oslo a Tromso, con un costo totale indicativo inferiore ai 400 euro (ma ovviamente il prezzo reale dipende dal periodo scelto e dalle eventuali promozioni in corso).

Tromso ha un clima relativamente mite, considerando che si trova a latitudini decisamente più elevate dell'Islanda, al pari della Groelandia che invece è ricoperta dai ghiacci. Qui invece le acque del mare godono dell'influsso della Corrente del Golfo, che riesce a mantenerle a circa 5°C anche durante la notte invernale. I due mesi centrali dell'inverno sono comunque freddi, con temperature quasi sempre negative e con le strade ricoperte di neve. Le minime medie si aggirano intorno ai -8 / -10 °C. La notte polare dura ben 2 mesi, dal 21 novembre al 21 gennaio. Anche per questo motivo, oltre al fatto che si trova alla giusta distanza dal polo nord magnetico, Tromso è considerata tra le località migliori al mondo per osservare le aurore boreali. D'estate il clima rimane fresco ma gradevole, con massime che in luglio sfiorano i 15°C, e relativamente più secco. Il fenomeno del sole di mezzanotte si verifica dal 21 maggio al 21 luglio: considerando la luminosità del crepuscolo, non fa buio da fine aprile a metà agosto.

Fonte foto, cortesia: Destinasjon Tromsø
  •  

 Pubblicato da - 01 Ottobre 2013 - © Riproduzione vietata

close