Cerca Hotel al miglior prezzo

Tromso (Troms), la cittą dell'aurora boreale, sulla strada per Capo Nord

Tromso, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Tromso dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Con i suoi 70.000 abitanti Tromsø è la più grande città tra quelle dell’estremo nord della Norvegia e, come tale, è una meta speciale per i viaggiatori che amano l’avventura senza temere le avversità climatiche e che trovano ispirazione nei paesaggi sconfinati di frontiera.

Lontana dalle classiche zone turistiche, 250 km a nord di Narvik e dalla zona delle Isole Lofoten, la cittadina è un importante snodo commerciale posto quasi 400 km a nord del Circolo Polare Artico.

La sua fortuna è la famosa Corrente del Golfo: è lei che riesce a spingersi fino a queste latitudini e a mantenere scongelate le acque del mare anche in pieno inverno.
Tromsø è costruita tra due isole e la terraferma: il centro città si trova sull’isola più piccola, separata dal mare aperto dalla grande isola di Kvaloya, immediatamente più a nord, a cui è collegata da un ponte. Un secondo ponte (il Bruvegen) la unisce alla porzione meridionale della città sulla terraferma.

A livello turistico, Tromsø è anche e soprattutto uno dei luoghi migliori della Norvegia per vedere l’aurora boreale.

Storia

L’uomo vive in questa zona fin dall’ultima era glaciale: ci sono infatti testimonianze archeologiche di antichi insediamenti umani che dimostrano questa tesi.
In epoca medievale vissero qui diverse popolazioni come i Norreni (Norsemen) e i Sami, di cui oggi molti abitanti sono i diretti discendenti.

Lo status di “città” venne assegnato a Tromsø nel XVIII secolo dal re Cristiano VII di Danimarca, contribuendo così ad accrescerne l’importanza, che successivamente aumentò anche dal punto di vista economico grazie alle attività marittime e ai cantieri navali.

Già verso la fine dell’Ottocento – e poi per buona parte del Novecento – da qui partivano le prime pionieristiche esplorazioni artiche (da cui deriva il soprannome di "Porta sull'Artico"), mentre il XX secolo fu segnato dal passaggio della Seconda Guerra Mondiale, periodo nel quale momentaneamente Tromsø divenne anche capitale norvegese.
Pur non subendo danni strutturali, la città visse lo stesso il dramma bellico perché poco distante da qui venne affondata la Tirpotz, una nave tedesca da battaglia della Kriegsmarine, e perché nel 1942 fu aperto nei paraggi il campo di concentramento nazista di Krøkebærsletta in cui transitarono oltre 2000 prigionieri, che furono poi inviati ad altri lager tra Norvegia e Germania.
Con la fine della guerra, dopo avere accolto i rifugiati dalla vicina contea di Finnmark, Tromsø iniziò un periodo di rapida espansione, favorito anche dall’accorpamento con i vicini comuni.

Cosa vedere a Tromsø

La latitudine di Tromsø (69° 38' 56 N) è uno dei fattori fondamentali che concorrono a creare le condizioni ideali per ammirare il fenomeno dell’aurora boreale.
Non è però l’unico spettacolo naturale osservabile: tra maggio e luglio si può vivere l’esperienza del sole di mezzanotte, ovvero il periodo nel quale la nostra stella di riferimento non tramonta mai.
Viceversa, tra la fine di novembre e metà gennaio, il sole non sale mai sopra l’orizzonte e la cosiddetta notte polare avvolge la città.
È quindi certamente la natura il vero motivo d’interesse per i turisti che scelgono di visitare Tromsø. Eppure, tra un’escursione e un’altra, sono diversi anche gli spunti che la città sa offrire ai suoi visitatori.

L’ufficio turistico (Tourist Information Office) si trova in Kirkegata 2, vicino al centro e al porto ed è sempre aperto (con orari variabili a seconda della stagione). Qui ci si può rivolgere per avere informazioni sui tour di ogni genere, prenotazione alberghi, volantini e mappe.
Per il resto, qui di seguito raccontiamo i principali luoghi da visitare città.
  • Macks Ølbryggeri: il Mack Brewey, o Birrificio Mack, fu fondato nel 1877 e per lungo tempo è stato detentore del primato dei birrificio più a nord del mondo, superato in questi ultimi anni dal nuovo Svalbard Bryggeri, situato sulle Isole Svalbard a una latitudine di 78°N. In ogni caso, il Mack è un punto di riferimento in città e produce molte birre davvero ottime, da assaggiare durante le visite guidate all’azienda o nello storico pub adiacente (Ølhallen Pub, aperto nel 1928). Indirizzo: Storgata 5.
  • Ishavskatedralen: la “Cattedrale Artica” è stata costruita nel 1965 su progetto dell’architetto Jan Inge Hovig. I suoi pannelli di cemento rivestiti di alluminio formano 11 “archi” triangolari che sono ormai uno dei simboli di Tromsø, ben visibile già all’arrivo in aereo dal cielo sopra la città. La grande vetrata a mosaico del "Ritorno di Cristo" domina l’interno della chiesa, dove si trova anche il grande organo a 2940 canne, di cui la più alta misura 9,60 metri. L’edificio si trova nella parte di città sulla terraferma, ai piedi del ponte di Bruvegen, all’indirizzo Hans Nilsens vei 41.
  • Chiese: in città meritano una visita la Domkirke, chiesa luterana situata in Kirkegata 7 e la chiesa cattolica che sorge in Storgata 94, entrambe costruite nel 1861.
  • Polaria: ospitato in un edificio caratteristico che riproduce banchi di ghiaccio schiacciati contro la terra dai mari agitati dell'Artico, Polaria è un centro multimediale che accoglie un acquario artico dove alcune foche sono protagoniste indiscusse (soprattutto all’ora dei pasti), mostre dedicate ai ghiacci, un cinema panoramico e un negozio di souvenir. Indirizzo: Hjalmar Johansens gate 12.
  • Polstjerna: in funzione dal 1949 al 1981, il vascello MS Polstjerna (Stella Polare) è visitabile oggi all’interno di un edificio di vetro proprio accanto a Polaria. Quando era in mare, invece, contribuì all’economia locale con un bottino di circa 100.000 foche catturate.
  • Polarmuseet: il Museo Polare si trova in un edificio del 1833 presso il porto e racconta le antiche spedizioni esplorative e di caccia al Polo Nord con oggetti e fotografie d’epoca, ma anche una discutibile collezione di animali artici impagliati. All’esterno è visibile una fiocina utilizzata per la caccia alle balene. Indirizzo: Søndre Tollbodgate 11.
  • Museo Universitario: l’interessante Universitetsmuseet i Tromsø accoglie diverse sezioni dedicate rispettivamente alla cultura Sami, all’aurora boreale, all’archeologia e alla biologia e alla geologia artica. Indirizzo: Lars Thørings veg 10.
  • Statua di Roald Amundsen: il leggendario esploratore norvegese partì da Tromsø per la sua ultima avventura, quando nel giugno del 1928 intraprese il viaggio di soccorso dell’amico Umberto Nobile, schiantatosi con il dirigibile Italia sui ghiacci del Mar Glaciale Artico. Amundsen morì durante la missione, quando il suo idrovolante scomparve in mare e non fu mai ritrovato. Oggi una statua ricorda l’esploratore, vero e proprio eroe nazionale, nei pressi del locale ufficio turistico.
  • Nordnorsk Kunstmuseum: questo museo è una vera istituzione in Norvegia e presenta l'arte in una prospettiva nordica affrontando temi rilevanti per le regioni settentrionali come i cambiamenti climatici, la sussistenza, la vita comunitaria e le questioni indigene dal XIX secolo ad oggi. La sua collezione, che comprende anche artisti del calibro di Edvard Munch, accoglie oltre duemila opere che vanno dal periodo romantico all'arte contemporanea. Indirizzo: Sjøgata 1.
  • Tromsø Kunstforening: uno spazio dedicato all’arte contemporanea, nonché la più antica istituzione artistica nella Norvegia Settentrionale, fondata nel 1924. Qui si organizzano tutto l’anno eventi ed esposizioni a tema. Indirizzo: Muségata 2.
  • Northern Lights Planetarium: il più grande planetario norvegese si trova nel Science Centre of Northern Norway, all’interno del campus dell’Arctic University of Norway. Può essere utile come introduzione all’escursione vera e propria calla ricerca dell’aurora boreale, ma ovviamente vederla dal vivo è tutta un’altra cosa. Indirizzo: Hansine Hansens veg 17.
  • Blåst Glass Blowing studio: è ovviamente lo studio per la soffiatura del vetro più settentrionale del mondo, aperto dal 2002 e visitabile dal lunedì al sabato. Ottimo per chi cerca souvenir e vuole vedere gli artisti all’opera. Indirizzo: Peder Hansensgate 4.

Cosa fare a Tromsø? Le escursioni

Il vero motivo per il quale i turisti di tutto il mondo arrivano a Tromsø è la natura che lo avvolge.
A seconda della stagione si può scegliere tra le diverse escursioni e le attività che i tour operator locali propongono. Ce ne sono di ogni tipo: in inverno si può uscire in slitta trainati dai cani (dogsledding) o dalle renne, fare sci di fondo, camminare con le ciaspole, uscire in mare per fare whale watching, visitare i campi sami, pescare sul ghiaccio o partecipare a un divertente safari in motoslitta, ma l’attività più gettonata è l’avvistamento dell’aurora boreale, di cui parleremo nel prossimo capitolo.
In estate, invece, si può fare trekking, gite con sauna immersa nella natura, gite con i cani da slitta, pescare in mare, andare con il kayak in mare, partecipare ai safari per avvistare foche e uccelli marini e ancora partecipare alle cene sotto il sole di mezzanotte.

Per gli amanti dell'alta quota, se la giornata è limpida, può essere piacevole salire in cima al Monte Storsteinen (421 metri s.l.m.), comodamente raggiungibile con una funivia (fjellheisen) e dotato di terrazza panoramica con ristorante. Da qui si ammirano in un solo sguardo i tetti della città, lo spettacolo delle montagne e dei fiordi circostanti.

Vedere l’aurora boreale a Tromsø

Ecco la migliore ragione per intraprendere questo viaggio. Vedere l’aurora boreale è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita e Tromsø è uno dei posti migliori al mondo in questo senso, come raccontiamo più dettagliatamente in questo articolo dedicato all’aurora boreale a Tromsø, con focus su dove, quando e a che ora vedere l’aurora, oltre a fornire link utili sulle previsioni meteo.

Valga comunque sapere che il periodo più indicato per vedere l’aurora boreale è quello compreso tra metà settembre e fine marzo, che corrisponde ai mesi in cui a Tromsø è buio per molte ore. C’è comunque la possibilità di avvistare le Northern Lights già da metà agosto fino a metà aprile, con un po’ di fortuna.
L’indicazione generale, comunque, è che per effettuare i migliori avvistamenti è necessario trovarsi in zone buie, lontane dalle luci artificiali, e soprattutto avere a disposizione un bel cielo sereno.
Per la complessità del territorio norvegese – ricco di montagne, fiordi e isole – anche in caso di perturbazioni atmosferiche è quasi sempre possibile trovare luoghi con il cielo limpido.

L’offerta delle escursioni è talmente ampia da permettere di trovare prezzi di ogni tipo; in generale il costo di una serata organizzata, che di base inizia intorno alle 18 e termina all'una di notte, si aggira sui 150 euro a persona (ce ne sono anche delle più economiche o delle molto più care, comunque) e solitamente ha buon esito.
Per chi vuole cercare l'aurora per conto proprio il posto migliore sull'isola di Tromsø è sulle sponde meridionali del lago di Prestvannet, raggiungibile a piedi in 20 minuti dal centro. In alternativa c'è la zona del campeggio di Tromsdalen, che si trova a est del Bruvegen.
Ad ogni modo, presso l'Ufficio Turistico di Tromsø sono disponibili informazioni di ogni tipo sulle decine di tour offerti in città.

Eventi e manifestazioni

Tromsø è una cittadina universitaria molto vivace dal punto di vista culturale.
Feste, concerti, mostre e attività si svolgono durante tutto l’anno, ma ci sono anche alcune manifestazioni ricorrenti che celebrano la natura: tra queste la Maratona del Sole di Mezzanotte (Midnight Sun Marathon) che si corre a giugno dal lontano 1989 e alla quale partecipano ogni anno 5000 corridori.
Più recentemente è stata introdotta una Mezza maratona della Notte Polare, nel mese di gennaio.
Il lungo inverno è culturalmente molto attivo e gennaio è il periodo dei due principali festival cittadini: il Nordlysfestivaleni, ovvero il Festival delle Luci del Nord, e il Tromsø International Film Festival. Lo stesso mese si chiude con la festa del Soldagen, ovvero il Giorno del Sole, quando la nostra stella ritorna a farsi vedere nei cieli di Tromsø. A inizio febbraio si svolge la Settimana Sami, che coinvolge il popolo sami con gare di slitta trainate da renne e altre attività.

Clima. Quando andare a Tromsø?

Tromsø ha un clima relativamente mite, considerando che si trova a latitudini decisamente più elevate dell'Islanda e corrispondenti a quelle della Groelandia, che invece è ricoperta dai ghiacci.
Qui invece le acque del mare godono dell'influsso della Corrente del Golfo, che riesce a mantenerle a circa 5°C anche durante la notte artica.
I mesi centrali dell'inverno sono freddi, con temperature quasi sempre negative e con le strade ricoperte di neve. Le minime medie si aggirano intorno ai -8/-10°C.
La notte polare dura ben due mesi, dal 21 novembre al 21 gennaio. Anche per questo motivo, oltre al fatto che si trova a una distanza ideale dal Polo Nord magnetico, Tromsø è considerata tra le località migliori al mondo per osservare le aurore boreali.

In estate il clima è fresco ma gradevole, con massime che in luglio sfiorano i 15°C, e un clima relativamente più secco.
Il fenomeno del sole di mezzanotte si verifica dal 21 maggio al 21 luglio: considerando la luminosità del crepuscolo, non fa buio da fine aprile a metà agosto.

Come arrivare a Tromsø

Si può viaggiare in auto percorrendo la lunga strada E6, la spina dorsale di tutta la nazione norvegese, per poi deviare a Nordkjosbotn sulla E8. Lunga oltre 3100 km, la strada E6 collega sud e nord del paese ed è uno dei percorsi dei raid compiuti verso Capo Nord (Nordkapp), distante 546 km da Tromsø.
Tromsø si raggiunge da Trondheim percorrendo circa 1150 km dall'E6, e bisogna quindi considerare almeno tre giorni di viaggio se nello spostamento si vuole fare qualche tappa turistica.

L’aeroporto si trova ad appena 5 km di distanza dal centro, sul versante occidentale dell’isola di Tromsøya, servito da collegamenti diretti da/per le principali città norvegesi come Oslo, Narvik, Bodø, Trondheim, Kirkenes, Alta e Hammerfest.
Giunti in aeroporto, si può arrivare in centro utilizzando il Flybuss, che in 15 minuti compie il tragitto fermando presso i principali alberghi della città. In alternativa, si può contattare il proprio hotel e sapere se offre un servizio simile. Una corsa singola in taxi costa circa 25 euro.

Per viaggiare dall’Italia, una delle soluzioni più economiche è optare per la compagnia aerea Norwegian, che offre voli dall'Italia per Oslo, e da qui per Tromsø, con un costo totale a/r indicativamente inferiore ai 400 euro (ma ovviamente il prezzo reale dipende dal periodo scelto e dalle eventuali promozioni in corso).

Fonte foto, cortesia: Destinasjon Tromsø
  •  
21 Ottobre 2019 I mercatini di Natale sulle montagne del ...

Il Natale è un momento molto importante per chi ama stare in famiglia, ...

NOVITA' close