Cerca Hotel al miglior prezzo

Trondheim e la sua Cattedrale, nella storia della Norvegia

Trondheim, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Durante una vacanza in Norvegia sarebbe un vero peccato non visitare Trondheim, la più settentrionale delle grandi città norvegesi, popolata da circa 170 mila abitanti e costellata di monumenti e musei. Capoluogo della contea di Sør-Trøndelag, Trondheim è uno spaccato di storia del paese, che può rappresentare un'avvincente tappa di una giornata ma anche la base per un soggiorno più lungo.

Venne fondata intorno all'anno Mille sulle sponde del Trondheimsfjorden, il fiordo di Trondheim, e anno dopo anno si è sviluppata lungo il fiume Nidelva, che l'attraversa proprio nel mezzo e compie alcune anse prima di gettarsi nel mar di Norvegia. La storia della città è legata in modo indissolubile all'epopea di St. Olav: Olav Haraldsson, il futuro santo, visse nell'attuale Trondheim quando ancora si chiamava Nidaros, e fu sepolto qui nella allora Cattedrale. Proprio questo edificio costituì una meta di pellegrinaggi fondamentale per lo sviuppo e la fortuna della città, che fu per qualche secolo la capitale della Norvegia.

Ancora oggi la presenza di canali e case su palafitte regala al centro storico un sapore antico, da libro di fiabe, perfetto per chi vuole alternare l'esplorazione avventurosa dei fiordi norvegesi a una passeggiata più rilassante.
Da vedere il Nidarosdomen, la bellissima Cattedrale gotica di Trondheim, le cui parti originali risalgono al 1300. E' l'edificio medievale più imponente di tutta la Norvegia, con una facciata grandiosa dominata da un ampio rosone e incorniciata dalle due torri campanarie, ornata da file di statue e riccamente decorata. La roccia con cui è stata realizzata, la steatite, ha sfumature particolari che variano dal blu al grigio-verde, mentre il tetto è di un bel verde-rame ed è sormontato, al centro, da un campanile alto ben 98 metri.
L'ingresso è a pagamento, ma ne vale la pena. La grande navata centrale è austera e imponente, e la transenna del coro è impreziosita dalle sculture lignee del Vigeland, che ha scolpito a bassorilievo anche il fonte battesimale di steatite. Un altro pezzo forte della Cattedrale di Trondheim è il frontale del 300 che rappresenta momenti della vita di St. Olav. La chiesa ospita anche i gioielli della corona.

Ma il fascino di Trondheim si nasconde anche solo lungo le strade, nelle piazze e nei cortili nascosti, nei balconi pittoreschi e tra i tetti del centro. Proprio il centro storico, il Midtbyen, è racchiuso tra il fiordo e i meandri del fiume Nidelva. Lungo il fiume si trovano dei bellissimi magazzini su palafitte, le cui facciate dai colori pastello si specchiano sull'acqua in attesa di sedurre qualche fotografo. Nel centro sorge anche lo Stiftsgarden, uno dei palazzi in legno più imponenti e antichi di Trondheim, che risale al 1778 ed è composto da ben 64 stanze dal gusto decisamente rococò.

Trondheim è disseminata di musei, che rappresentano un'ottima soluzione nelle giornate di pioggia. Da vedere il Trondheim Kunstmuseum, pieno di opere pittoriche di scuola norvegese e danese. Il museo marittimo (Sjofartsmuseum) coi suoi modelli di velieri, e il Vitenskapsmuseet con reperti di storia naturale, archeologia, zoologia e mineralogia.
Il Trondlag Folkemuseum si trova quasi 5 km a sud del centro storico e concentra il vero spirito del Trondalg, la regione che circonda il bacino idrografico della Nidelva: vi si trovano le tipiche costruzioni in legno di un tempo, si respirano le atmosfere e le tradizioni del passato e si gode di una splendida vista sul centro di Trondheim.

Info utili: come arrivare a Trondheim e il clima

Trondheim è dotata di aeroporto internazionale (Værnes), che si trova a nord della città e si raggiunge in circa 45 minuti. E' il terzo aeroporto del paese in termini di traffico passeggeri. Almeno quattro compagnie aeree offrono voli di linea nazionali per un totale di 16 collegamenti interni, mentre i collegamenti internazionali sono circa una decina. Trondheim è servita anche da varie ferrovie, come la Nordlandsbanen che si dirige a nord fino a Mo i Rana, Fauske e Bodø. Verso est c'è la Meråkerbanen che collega la Norvegia con la Svezia attraverso Storlien, e due linee che si muovono a sud in direzione di Oslo, la Dovrebanen e la Rørosbanen.
In auto Trondheim si raggiunge dopo aver visitato le zone più spettacolari dei fiordi, magari utilizzando la mitica n°63 (Geiranger e Trollstigen) oppure il percorso diretto da Oslo lungo la E6 che poi, proseguendo verso nord, punta al Circolo Polare Artico, e destinazioni famose come le Lofoten e Nordkapp (Capo Nord). Molto importanti sono per Trondheim i collegamenti marittimi, come celeberrimo Hurtigruten che copre il bellissimo tratto di costa tra Bergen e Kirkenes, con una tappa obbligata proprio qui a Trondheim, così come molte delle navi da crociera che durante la stagione estiva vengono a fare shopping durante le loro navigazioni tra i fiordi. Da metà degli anni '90 Trondheim è collegata via mare con la vicina città costiera di Kristiansund.

Trondheim ha un clima più "nordico" rispetto a Bergen, più fresco e meno piovoso (è comunque facile trovare pioggia a Trondheim!), anche se l'influsso del mare limita la presenza della neve, generalmente confinata sulle alture dell'entroterra, ma che ogni tanto imbianca in modo spettacolare il centro. In estate le temperature massime medie si aggirano sui 17-18°C, ma in annate fortunate possono superare i 20°C e risultare davvero gradevoli. In inverno le minime scendono sotto zero e le ore di luce a queste latitudini sono davvero poche, con il pallido sole che si alza di pochi gradi e illumina la città dalle 10 del mattino alle 14:30, nei giorni del solstizio d'inverno.


  •  

News più lette

close