Cerca Hotel al miglior prezzo

Aquitania (Aquitaine): tour nella regione Francese

La moderna regione della Aquitania (Aquitaine in francese) si estende su una superficie di oltre 41.000 km ², valore che corrisponde a poco più del 7,5 per cento della superficie totale della Francia. I suoi confini sono delimitati dalla Spagna, ad ovest con l'Oceano Atlantico che forma una serie interminabile di magnifiche spiagge, a nord dalle regioni Poitou-Charentes e Limousin mentre ad est troviamo i Midi-Pyrénées . Già lo stesso nome segnala l'origini antiche di queste terre, che i romani vollero chiamare Gallia Aquitania è cioè paese delle acque, questo grazie alla presenza di tre grandi fiumi ed in particolare la Garonna e la Dordogna che con la loro confluenza generano lo scenario unico dell'esturaio della Gironda. S'aggiungono al fascino anche la Côte d'Argent, una delle più famose coste della Francia,

Le Bassin d'Arcachon, una grande laguna famosa per le sue ostriche di allevamento, le grandi Dune di Pilat, vicino a Arcachon, oltre che i Pireni e la foresta delle Landes a fornire materiale sufficiente per una serie di viaggi alla scoperta di queste fantastiche terre del sud-ovest della Francia.

Il periodo migliore per visitare la regione dell'Aquitania è sicuramente l'estate, quando il clima diventa relativamente più secco. In realtà qui governa un tempo di tipo oceanico caratterizzato da i venti occidentali che trasportano veloci perturbazioni atlantiche con piogge e rovesci. Anche in estate si assiste ad una media di circa 10-12 giorni di pioggia per mese, anche se i quantitativi risultano inferiori all'autunno (la stagione più umida) e all'inverno. Le massime estive raggiungono valori medi intorno ai 25-27 °C mentre le acque dell'oceano si scaldano fino ai 22 °C permettendo quindi il bagno, anche se il valore è un po' basso. D'inverno le acque dell'oceano raggiungono i 12 °C circa mentre la temperatura dell'aria non scende quasi mai sottozero, eccetto in corrispondenza di rare irruzioni di aria polare. Le massime raggiungono e superano in genere i 10-12 °C mentre le minime scendono verso i 5-6 °C sulle coste, mentre all'interno si posizionano mediamente su valori di 2-4 °C.

Da vistare in Aquitania: se Bordeaux è una meta tra le ambite per gli appassionati di vino, il centro cittadino con i suoi palazzi del XVIII secolo vale da solo il viaggio, da segnalare il Grand Theatre e il Pont de Pierre oltre alla possibilità di mangiare in ottimi ristoranti le specialità di pesce del sud-ovest francese. Di particolare interesse tra le zone intorno a Bordeaux, circa a metà strada con la regione della Dordogna e troviamo la bellissima città di Saint Emilion, anch'essa famosa per il vino, ma comunque affascinante, anche per chi non è attratto per nulla dal nettare degli dei.

La costa attrae un gran numero di turisti e ne ha ben donde: le aree comprese tra Arcachon, sulla costa vicino a Bordeaux, e che scendono fino a Biarritz e al St Jean de Luz, nel sud vicino alla frontiera spagnola, sono rese affascinanti dalle enormi foreste di pini della regione di Landes, e dalle Dune di Pilat che rappresentano il più grande sistema di dune costiere d'Europa. Questo fantastico tratto di costa atlantica include spiagge molto belle, con lunghe distese sabbiose e località che meritano una visita attenta come Lacanau, Biscarosse, Arcachon, Hossegor, Luz, Hendaye e Capbreton.

Altri magnifici villaggi sono quelli di Sare e Ainhoa, come anche La Bastide-Clairence, che si trovano nel dipartimento dei Pirenei Atlantici, rimangono un po' all'interno rispetto a Biarritz e St Jean de Luz. La tranquilla Ciboure vicino a St Jean de Luz fu una volta la patria di Ravel e Matisse - e mentre vi trovate nella regione vale la pena varcare la frontiera con la Spagna a visitare la cittadina di Hondarribia.

Bayonne rimane leggermente più all'interno di Biarritz, nella parte di Paesi Baschi che rimangono sotto giurisdizione francese. Muovendosi da Bayonne verso Mont-de-Marsan vale la pena fare un sosta per vedere l'abitato di Dax, oppure spingersi leggermente più a sud ed andare a vedere i villaggi di Itxassou e di Espelette. Da qui il tragitto è breve per salire sui contrafforti dei Pirenei e concedere un po' di tempo a Laruns, una popolare base per iniziare l'esplorazione delle montagne al confine con la Spagna. Sempre nella parte più meridionale della regione d'Aquitania troviamo la città di Orthez, con il suo ben noto ponte, è si trova vicino ai due villaggi di Sauveterre-de-Bearn e Salies-de-Bearn, mentre 40 km a sud est si trova Pau, la città considerata al porta d'accesso ai Pirenei città con bella vista panoramica ai Pirenei.

Molti italiani visitano l'Aquitania utilizzando la propria autovettura. La strada migliore per arrivare dal confine italiano è seguire il percorso della E80 che da Nizza conduce a Nimes, Montpellier e Narbonne. Da qui l'autostrada A61 si inoltra all'interno passando da Carcassone, Toulouse (Tolosa). Da qui si segue la A64 se si vuole visitare la regione di Biarritz, oppure la A62 se invece si predilige la regione di Bordaux. Il tempo di percorrenza dalla frontiera di Ventimiglia e dell'ordine delle 10 ore. In aereo si può volare sull'aeroporto internazionale di Bordeaux – Mérignac.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close