Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Poitou-Charentes

Poitou-Charentes, regione francese ricca di arte, storia e natura

Pagina 1/2

Tra la regione della Loira, del Centro, del Limosino e dell’Aquitania si estende la regione francese del Poitou-Charentes, nella parte occidentale del paese che si affaccia sull’Oceano Atlantico. Suddiviso in quattro dipartimenti, il Poitou-Charentes presenta una zona paludosa, chiamata Marais Poitevin, nell’antico golfo di Poitou a nord di La Rochelle, ma il paesaggio della regione offre un panorama vario, dove gli appezzamenti viola di erica ondeggiano, stagliandosi contro il cielo e l’oceano all’orizzonte.

La Charente-Maritime è il dipartimento che occupa l’estremità meridionale del Poitou-Charentes, ed è la parte della regione preferita dai turisti. Da vedere è certamente La Rochelle, incantevole cittadina costiera situata proprio di fronte all’Ile de Ré. L’Ile de Ré è solo una delle isole che compongono il piccolo arcipelago della zona, insieme all’Ile d’Oleron e all’Ile d’Aix, l’isolotto fortificato in cui risedette per un periodo Napoleone Bonaparte. La città ospita anche un celebre acquario, che ricrea gli ambienti marini dell'atlantico, del mediterraneo e tropicali.

Non sono da meno le cittadine nell’entroterra nei pressi di La Rochelle, come Marans e Surgeres, mentre procedendo sul litorale si incontra Royan, una popolare stazione balneare, e lo zoo di La Palmare, poco più a nord. Per conoscere il paesaggio dell’interno non c’è niente di meglio che scivolare sulle dolci acque del fiume Charente, fendendo la campagna tra Angouleme e Rochefort. Una città degna di nota è Angouleme, nel cuore della Charente, il secondo dipartimento della regione, a cui si affiancano Confolens e Cognac, patria dell’amatissimo omonimo liquore.

Il dipartimento di Vienne si sviluppa intorno a Poitiers, capoluogo regionale, occupando la fetta interna e nord-orientale del Poitou-Charentes. Poitiers è attraversata da una trama di viali e strade affascinanti, sempre brulicanti di vita, e ospita la splendida abbazia di Saint-Savin-sur-Gartempe, inclusa dall’UNESCO nel patrimonio mondiale dell’umanità. Poco lontano, per la gioia dei più piccoli, c’è un parco tematico con giostre, schermi giganti in cui vengono proiettati film per ragazzi, robot che ballano e molto altro ancora. Nei dintorni il villaggio medievale di Chauvigny conserva inalterato il sapore delle storie passate, con i suoi tre imponenti castelli.

L’ultimo dipartimento della regione è il Deux-Sevres, nella parte nord-orientale del Poitou-Charentes, che include alcune graziose città: Melle è conosciuta specialmente per la sua ricca costellazione di chiese; Parthenay e Thouars sono due villaggi di stampo tipicamente medievale, con abitazioni originali del tempo.
... Pagina 2/2 ...
Numerose sono le manifestazioni artistiche, culturali e ludiche che si svolgono da una parte all’altra del Poitou Charentes, nei vari mesi dell’anno. In primavera ad esempio si tengono i “Rencontres Internationales du Cinema” di Poitiers, il festival del film giallo a Cognac e il festival di musica classica a Melle. In estate il divertimento continua con i giovedì musicali presso le chiese romaniche di Royan e con il festival dell’estate di Chauvigny.

Il clima del Poiteau-Charentes è di tipo oceanico, con precipitazioni distribuite nell’intero arco dell’anno che oscillano tra i 650 e i 900 mm medi a seconda delle zone. Gli inverni sono piuttosto miti e le estati calde ma senza raggiungere picchi di afa eccessivi, con molte ore soleggiate al giorno. La neve non fa visita spesso a questa regione, ed è sempre in ogni caso un fenomeno passeggero, che svanisce nel giro di pochi giorni.

Per raggiungere la regione ci si può servire dell’Aeroport de La Rochelle-Ile de Ré, a cui si è aggiunto recentemente l’Aeroport Angouleme-Cognac, che garantisce voli economici di collegamento con il Regno Unito. Per chi preferisse viaggiare in treno c’è la linea del TGV che collega Parigi a Bordeaux passando per Poitiers e Angouleme, e la linea Atlantica La Rochelle-Parigi che consente di raggiungere la stazione Montparnasse di Parigi.
Cortesia foto: ufficio del turismo
loading...
close