Cerca Hotel al miglior prezzo

Meiringen (Svizzera), soggiorno tra sci e Sherlock Holmes

Meiringen, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Lo scrittore Arthur Conan Doyle restò così colpito da Meiringen che decise di far morire qui il suo eroe, il celebre detective Sherlock Holmes. Non che si tratti di una località lugubre, tutt’altro: ad affascinare l’autore furono i panorami misteriosi, la grandezza sublime delle montagne, la bellezza drammatica delle gole e dei ghiacciai. Meiringen, lo scenario perfetto, è una località svizzera di quasi 5 mila abitanti, situata nel Canton Berna in un’area selvaggia, ricoperta di foreste e frastagliata di vette appuntite. L’ambientazione della morte di Holmes contribuì ad accrescere la fama del luogo, ma una volta catturati dalla curiosità i visitatori si innamorano anche di tutto il resto, perché l’offerta della cittadina è davvero ricca e irresistibile.

Le attrattive più spettacolari hanno a che fare con i maestosi ghiacciai delle montagne: la gola dell'Aare (Aareschlucht), ad esempio, è una spaccatura rocciosa naturale, scolpita in milioni di anni dal fiume che scivola a valle nascendo dai ghiacci. Oggi una lunga passerella, perfettamente assicurata alla parete della montagna, accompagna i visitatori in sospensione sul crepaccio, pochi metri al di sopra delle acque tumultuose, regalando un’emozione unica. L’impeto della natura realizza il suo capolavoro nelle cascate di Reichenbach, raggiungibili tramite una funicolare: già lungo la salita si iniziano a scorgere le cascate inferiori, di piccole dimensioni ma di una bellezza magnetica. Raggiunta la terrazza panoramica sulla cima si ammira un panorama vasto, impressionante, che precipita sui flutti prodotti dalla cascata, dopo un tuffo di ben 120 metri. Da luglio ad agosto le gole vengono illuminate dopo le 21, per uno spettacolo staordinario e suggestivo (mercoledì e venerdì).

E’ qui che Sherlock Holmes trascorre i suoi ultimi istanti, nel racconto giallo “Il problema finale”, e precipita nel vuoto. Doyle trascorreva volentieri le sue vacanze in questa terra, nel borgo di Meiringen, e oggi vi possiamo trovare un monumento e un museo dedicati al suo personaggio. In realtà la “tomba” di Holmes si è rivelata inutile: i lettori, troppo affezionati al detective per accettarne la fine, hanno presto convinto lo scrittore a farlo riapparire nei racconti successivi, ma il percorso tematico nel cuore della cittadina resta un’attrazione interessante in bilico tra realtà e fantasia.

Ma la fama di Meiringen non è tutta legata ai gialli: qui è nato un dolce delizioso, la meringa, che tuttora si può gustare in uno dei tanti caffè e ristoranti distribuiti nel centro. Inoltre la città, insignita del titolo “Famiglie benvenute”, offre un’infinità di passatempi e attività adatte a grandi e piccoli: spettacoli, eventi culturali, programmi d’animazione e ludoteche sapranno incantare un pubblico di tutte le età. Dal centro, poi, si potrà raggiungere l’assolata terrazza dell’Hasliberg e lasciarsi accarezzare dalla brezza fresca, lasciando vagare lo sguardo sul paesaggio, sino al Brienzersee e all’ dell'Oberland bernese.

Gli amanti della natura troveranno pane per i loro denti in ogni stagione: in estate potranno esplorare gli oltre 300 km di percorsi escursionistici segnalati, oppure pedalare lungo i sentieri per mountain bike. Chi ha dei bambini potrà optare per il magico sentiero Muggestutz, nella vicina Hasliberg, che vi condurrà nel mondo dei nani dell’Hasli.

In inverno ci si può avventurare alla scoperta dell’altopiano dell’Hasliberg, un vero e proprio paradiso degli sport invernali: 15 impianti di risalita vi lanceranno sul Planplatten, a 2245 metri di quota, dove potrete scoprire le ardue discese, le lunghe piste panoramiche, i tracciati per lo sci di fondo, tre divertenti percorsi per lo slittino e un dedalo infinito di percorsi escursionistici, da solcare con le racchette ai piedi immersi nella neve. La pista più difficile è la Nordpol, mentre la Glogghüs-Hohsträss-Käserstatt-Balisalp-Hohfluh è la più lunga e suggestiva. A queste vanno aggiunte le piste di freeride, lo snowpark e lo Skihäsliland, un’area di gioco dedicata ai bambini con un villaggio di igloo in miniatura. Chi non ha paura di scivolare sulla neve anche dopo il tramonto, quando la luna compare a rischiarare il velluto blu della sera, può trattenersi sulle piste di Käserstatt-Lischen, illuminate il giovedì e il sabato sera.

A garantire una neve favolosa d’inverno, e una brezza fresca e piacevole d’estate, c’è il tipico clima montano di Meiringen: qui le temperature medie del mese più freddo, gennaio, vanno da una minima di -4°C a una massima di 2°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 13°C ai 23°C. Le precipitazioni si presentano da ottobre a febbraio sotto forma di fiocchi di neve, mentre giugno è il mese più piovoso, con una media di 13 giorni di maltempo sul totale.

Per raggiungere Meiringen ci sono diverse possibilità. Chi viaggia in auto deve percorrere l’Autostrada Bern-Interlaken, e continuare sulla Interlaken - Brienz – Meiringen seguendo le indicazioni fino alla meta. Chi preferisce il treno troverà la stazione ferroviaria di Interlaken, a 28 km da Meiringen, sulla linea Bern - Interlaken – Luzern. Infine gli aeroporti più vicini sono quelli di Zurigo, Basilea e Ginevra, rispettivamente a 115 km, 152 km e 241 km.
  •  

News più lette

close