Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Hasliberg

Hasliberg, Alpi Svizzere: da non perdere lo sci e il Chästeilet

Pagina 1/2

Fermi in cima alle piste, con gli sci ai piedi pronti a fendere la neve, vale la pena di fermarsi un istante, e assaporare il panorama con tutti i sensi: il profumo del ghiaccio e degli abeti, il fischio della brezza tra le gole e le fenditure rocciose, il fruscio degli sci che sfrecciano a valle e la sferzata d’aria pungente sulle guance. Sono queste le emozioni che travolgono gli sciatori a Hasliberg, incantevole località svizzera nel Canton Berna. Hasliberg è una meta turistica rinomata, popolata da appena 1366 abitanti ma frequentata da innumerevoli visitatori, soprattutto durante l’inverno. Tutt’intorno si estendono chilometri di piste candide, che si alternano alle foreste fitte della Svizzera e si arrampicano lungo le montagne, colossi imponenti che mettono in soggezione.

Le località comprese nel suo territorio, a dire il vero, sono quattro: Wasserwendi, Hohfluh, Goldern e Reuti, situate a piedi del Planplatten, al di sopra della vicina località di Meiringen. Dai 1100 metri di quota di Hasliberg si può abbracciare, con un solo sguardo, lo scenario incredibile dei monti Glogghüs, Hochstollen e Rothorn, e si colgono in lontananza costellazioni di borghi alpini, uniti dai sentieri e dalle strade tortuose. Nel silenzio misterioso della natura ci si dimentica in fretta della vita di città, fatta di ritmi frenetici e preoccupazioni: qui ci si può rilassare e dedicare agli sport invernali, grazie agli impianti moderni a misura di famiglia.

Con un unico skipass si può accedere alle stazioni di Hasliberg e Meiringen, spaziando tra i 1080 e i 2430 metri di altitudine. Gli impianti di risalita sono ben 17, e consentono di raggiungere 60 km di piste mozzafiato, circondate da un paesaggio magnifico e costeggiate da rifugi e ristoranti invitanti. Per gli sciatori più esperti ci sono le ripide discese della parte superiore, come la difficilissima “Nordpol” lunga 1,5 km. La pista più lunga è la Glogghüs-Hohsträss-Käserstatt-Balisalp-Hohfluh, mentre la pista della Coppa del Mondo è quella col dislivello maggiore, di ben 1200 metri.

Per chi cerca il divertimento allo stato puro c’è il Mägisalp, con le piste di freeride e uno snowpark spassosissimo dove sperimentare evoluzioni sempre nuove. Non mancano gli spazi dedicati ai bambini, come lo Skihäsliland con le sue aree gioco e il villaggio di piccole igloo. Gli sportivi instancabili, poi, potranno continuare a scivolare sulla neve anche dopo il tramonto: ogni giovedì e ogni sabato, quando il sole scompare dietro la linea maestosa delle montagne, sulle piste di Käserstatt-Lischen si accendono i riflettori.

Anche le piste da sci di fondo non sono da meno: 35 km di tracciato attendono gli appassionati della disciplina, con percorsi di media difficoltà che si snodano in un paesaggio montano splendido. La pista di Gadmen è la più lunga, con i suoi 15 km illuminati, in parte, anche di notte, ma l’attrazione più accattivante è la pista ad alta quota, tra Bidmi e Lischen: l’altitudine di 1450 metri regala scorci da vertigine e l’innevamento perfetto è assicurato.
... Pagina 2/2 ...
A fine giornata, dopo i bagliori rosati del tramonto, la sera inizia a tingere la neve d’azzurro, e mentre si scende a valle percorrendo l’ultima pista si inizia a progettare il dopo-sci. Benché Hasliberg sia l’alternativa tranquilla alla vicina Meiringen, non significa che la località sia deserta o noiosa, tutt’altro: innumerevoli sono le passeggiate che si possono intraprendere tra i borghi e la natura, ma ci sono anche tantissimi ristoranti validi, che sapranno deliziarvi con le ricette della cucina locale. Chi non vuole fermarsi neanche fuori dalle piste può sperimentare lo slittino e il pattinaggio su ghiaccio, mentre i più curiosi apprezzeranno il museo di Sherlock Holmes a Meiringen.

Chi si trova a Hasliberg alla fine dell’estate, nel mese di settembre, avrà la fortuna di assistere al tradizionale “Chästeilet”: è la festa che conclude la stagione alpigiana estiva, quando i pastori riconducono a valle il bestiame prima dell’inverno. Per l’occasione le botteghe del paese si riempiono di formaggi gustosi, e alle degustazioni si accompagnano piacevoli momenti conviviali dominati dalla musica e lo spettacolo.

Anche il clima saprà accogliervi nel modo migliore: l’inverno si farà perdonare per il freddo, talvolta pungente, regalando nevicate suggestive e romantiche; l’estate concederà tante ore di sole ma anche una brezza leggera e fresca, che inviterà a passeggiare tra i monti senza patire l’afa. Le temperature medie del mese più freddo, gennaio, vanno da una minima di -4°C a una massima di 2°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 13°C ai 23°C. Il mese più piovoso è giugno, con una media di 13 giorni di maltempo sul totale, mentre le neve glassa le montagne da ottobre a febbraio.

Per raggiungere Hasliberg dall’Italia si può volare sino all’aeroporto internazionale di Zurigo. Da qui si potrà noleggiare un’auto e imboccare l’Autostrada A4 per poi uscire a Luzernerstrasse. Si prosegue sulla A14, poi si continua sulla A2 e A8 verso Interlaken/Sarnen, seguendo le indicazioni fino a destinazione. Il tempo di percorrenza, dall’aeroporto alla meta, è di circa 1 ora e 45 minuti. Un’alternativa, una volta atterrati, è prendere il treno per Brunig-Hasliberg con cambio a Luzern.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittà World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close