Foto 24 di 26

UNESCO: le foto dei 26 nuovi siti dichiarati Patrimonio dell'Umanitą nel 2012

2 Vota   

Principali siti minerari della Vallonia – Belgio
Alcuni dei siti di estrazione del carbone meglio conservati del Belgio sono recentemente stati iscritti nella Lista dell'UNESCO del Patrimonio dell'Umanità; essi sono dislocati su una striscia di territorio lunga centosettanta chilometri che attraversa il paese da occidente verso oriente. Il bacino minerario vallone si sviluppò nell'Ottocento e presto divenne un centro industriale di prima importanza nel contesto europeo; non per la sua funzione produttiva, ma per l'esempio di architettura cosiddetta “utopica” inserita in un ambiente integrato industriale ed urbano, i siti di Grand-Hornu, Blegny, Bois du Cazier e Bois du Luc sono oggi luoghi abbandonati (ma perfettamente conservati) che ospitano città dei lavoratori ed edifici funzionali nonché infrastrutture legate all'attività di estrazione vera e propria.

Foto: © UNESCO /  © Guy Focant/SPW-Départment du Patrimoine, Belgique, Bois du Cazier