Cerca Hotel al miglior prezzo

Conselice (Emilia-Romagna): visita alla cittą e gli eventi

Conselice, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Noto in tutta Italia per la Sagra del Ranocchio, il paese di Conselice si trova in provincia di Ravenna e accoglie poco meno di 10mila abitanti: si compone, oltre che del capoluogo, delle frazioni di San Patrizio e di Lavezzola.

La cittadina si trova compresa tra i corsi del fiume Santerno, ad oriente ed il torrente Sillaro ad ovest, in un tratto di pianura fertile, dedito all'agricultura, in special modo alla coltivazione di cereali, frutta e alla produzione di vini.

Cenni storici

La data più importante della storia di Conselice è senza dubbio il 1408, anno in cui il feudo fu assegnato agli Este di Ferrara: durò due secoli, infatti, la dominazione estense, prima che la dinastia si esaurisse e il paese tornasse sotto il papato, o - per essere più precisi - sotto la Diocesi di Imola.

Nel 1796 la conquista francese pose fine alla dominazione pontificia, che tuttavia si ripresentò nel 1815 fino a quando, nel 1859, il territorio venne compreso nella Provincia di Ravenna dopo l'annessione al Regno di Sardegna delle Legazioni pontificie.

Il suo territorio visse con grande intensità il periodo fascista e partigiano, e fu al centro dei combattimenti tra forze alleate e germaniche lungo la cosiddetta Linea Gotica, che culminò con la liberazione della città il 14 aprile del '45.

Cosa vedere a Conselice

I visitatori che giungono da sud ricevono il benvenuto dal monumento al ranocchio, ubicato sulla rotonda che introduce nel centro cittadino.

In centro città da vedere c'è la chiesa arcipretale locale, vale a dire la chiesa di San Martino, costruita nella prima metà del XIX secolo e contraddistinta da un elegante stile neoclassico. Il centro è abbellito anche dal Palazzo Comunale, elegante edificio del 19° secolo, e il grande Teatro Comunale.

Dal punto di vista storico ha un valore notevole anche il Mulino di San Patrizio, realizzato lungo il corso d'acqua che collega il paese con Imola - il cosiddetto Canale dei Mulini, appunto - verso la fine del Quattrocento. Non tutti sanno, poi, che qui è presente anche un monumento dedicato alle mondine e agli scarriolanti: un riconoscimento pensato per ricordare la maggior parte della popolazione del Novecento, impegnata in queste mansioni.

Non solo: negli ultimi anni a Conselice è stato eretto un monumento alla stampa clandestina e alla libertà di stampa.

Uno dei punti più interessanti del centro è quello di Piazzetta Guareschi che evoca la magia dei personaggi dei racconti di Giovannino Guareschi, raccontando con murales delle scene bucoliche di vita cittadina frammiste ad evocazioni cinematografiche. In questa scenografica piazza si svolgono diversi appuntmenti culturali cittadini.

Infine nel parco comunale, che si trova in via della Costituzione, trovate la Fontana de Bafion (baffone): venne eretta nel 1870 e si tratta della prima fontana pubblica di Conselice, opera che venna affidata all'artista bolognese Davide Venturi.

In estate Conselice offre l'attrazione del Parco aquatico Acquajoss, che offre un vasto parco di oltre 50.000 metri quadri con piscine, percorsi acquatici e campi da beach volley. Per gl iappassianti di corse c'è un kartodromo (Planet Kart) appena fuori città vicino alla statale Selice.

Chi volesse entrare in contatto con la natura in questa zona, d'altro canto, ha la possibilità di ammirare i bacini di Conselice e Lavezzola nei pressi di Campotto, che fanno parte del Parco del Delta del Po: due zone umide di protezione speciale, dove è in corso un'opera di rinaturalizzazione con boschetti e stagni, e dove si può praticare il birdwatching. Nelle ore serali è raccomandato l'uso di repellenti per insetti.

Eventi, sagre e manifestazioni

Conselice, come detto, è famosa per la Sagra del Ranocchio, un appuntamento gastronomico che permette di assaporare numerose ricette tipiche, dal risotto con i ranocchi ai ranocchi fritti al sugo. La manifestazione, per altro, non è dedicata unicamente alle buone forchette, dal momento che sono numerosi gli appuntamenti in programma nel complesso, tra tornei, giochi e mostre. La kermesse va in scena alla fine dell'estate e si caratterizza per l'organizzazione di un raduno ciclistico amatoriale, per il palio delle trottole e per una mostra mercato di collezionismo e hobbistica.

Un altro appuntamento segnato in rosso sul calendario è il Carnevale di San Grugnone, frutto di una tradizione in vita da quasi un secolo, avendo preso il via - nella forma attuale, almeno - nel 1919. Tra musiche e balli in maschera, il momento clou è rappresentato da "Lom a merz", cioè le "luci di marzo", festeggiamenti che si svolgono il mercoledì di Carnevale nella frazione di San Patrizio.

Ancora, vale la pena di menzionare la Festa di San Martino a novembre, la Sagra della Porchetta e del Tortellino, che si svolge la terza settimana di maggio nella frazione di Lavezzola, e il Carnevale notturno dei fiori, in programma tutti gli anni nell'ultimo fine settimana di giugno, senza dimenticare - proprio nello stesso week-end - il motoraduno nazionale femminile.

L'ultimo fine settimana di agosto, poi, a San Patrizio è la volta della Sagra del Tortellone, mentre a novembre ci sono i festeggiamenti per il patrono, san Martino. In primavera sempre i nquesta frazione si svolge la manifestazione di Lom a merz, con falò propiziatori in piazza Mameli.

Come arrivare a Conselice

Per arrivare in auto a Conselice provenendo da Bologna, e in generale da nord, è necessario percorrere l'Autostrada Adriatica A14 e uscire a Imola, per poi proseguire lungo la SP 160; provenendo da Ancona, e in generale da sud, è necessario percorrere sempre la A14 e uscire sempre a Imola. Chi arriva da Ravenna o da Ferrara può utilizzare la SS 16 fino a San Biagio, girare a Lavezzola e seguire le indicazioni lungo la SS 610. Usando i mezzi pubblici, si può scendere alla stazione ferroviaria cittadina, che si trova lungo la linea che congiunge Ferrara con Lugo, o usare gli autobus delle autolinee ATC Bologna, con la linea 153, la linea 154 e la linea 256.

  •  
close