Cerca Hotel al miglior prezzo

Cesana Torinese, sciare e non solo in Val di Susa

Cesana Torinese, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Situata in Val di Susa alla confluenza tra il torrente Ripa e la Dora, da cui deriva la Dora Riparia, Cesana Torinese (1.354 m) è un comune di circa mille abitanti molto frequentato sia d’inverno, quando le piste della vicina San Sicario e del compresorio della Vialattea attirano migliaia di sciatori da tutta Europa, che d’estate.

Il paese ha subito una piccola rivoluzione in occasione delle recenti Olimpiadi Invernali del 2006, che l’hanno visto protagonista per le gare di biathlon, sci (femminile), skeleton, bob e slittino. Per queste ultime discipline, nel 2005, è stata inaugurata la pista di Cesana Pariol, un tracciato avveniristico costato svariate decine di milioni di euro chiuso nel 2011 a causa degli elevati costi di gestione.

L’economia locale è basata quasi esclusivamente sul turismo. D’inverno gli sciatori non mancano mai in quanto Cesana Torinese fa parte del vasto comprensorio sciistico della Vialattea, collegato ad altre rinomate località come Sestriere e Montgenèvre, in Francia.

Dal paese parte una cabinovia diretta al comprensorio sciistico Sansicario (1.700 m), dove alcuni impianti di risalita consentono di sciare sulle pendici del monte Fraitève (2.702 m), a sua volta collegato a Sauze d'Oulx da una seggiovia a due posti. In tutto sono oltre 200 le piste sulle quali è possibile sciare partendo da Cesana Torinese, 120 delle quali dotate di innevamento programmato, per un totale di oltre 400 km di tracciati da discesa. 22 sono invece i chilometri riservati allo sci di fondo.

D’estate cambiano le prospettive, ma il divertimento è assicurato. Con la chiusura degli impianti di risalita invernali, a guadagnare il centro della scena sono altri sport come il tennis, l’equitazione, la mountain-bike e il tiro con l’arco. Intorno al paese si snodano diversi itinerari da trekking che interessano la Val di Susa, la Val Sangone e le pendici del monte Chaberton, che sovrasta Cesana Torinese da 3.130 metri di altitudine.

Tanti torinesi, inoltre, approfittano della vicinanza del paese per sfuggire all’afa che attanaglia il capoluogo da giugno ad agosto e concedersi qualche giorno di relax ad alta quota. Un evento particolare del periodo estivo è la particoalre Carton Rapid Race, una gara semi-seria di rafting, in cui improbabili imbarcazioni si sfidano sulle acque della Dora Riparia. Il divertimento è assicurato e inoltre l'evento accende Cesana Torinese di eventi per il primo week-end di luglio.

Cesena Torinese è dotata di servizi turistici all’avanguardia e strutture ricettive accoglienti. In centro si trovano una decina di alberghi e altrettanti bed & breakfast che propongono tariffe vantaggiose al di fuori dei periodi di alta stagione.

Passeggiando per il paese si possono vedere la bella chiesa parrocchiale di S. Giovanni Battista, che presenta ancora parti romaniche del XII secolo, e il portale con gli stemmi dei Delfini. Molto bella è nelle sue vicinanze una fontana costruita nel 15° secolo e casa Alliaudi (Auberge de l'èglise), dove soggiornò per diverso tempo Vittorio Alfieri.
Da non perdere inoltre i borghi di Fenils e Bousson, laddove sorge una graziosa chiesa parrocchiale dedicata a Nostra Signora della Neve. In questi luoghi merita una visita anche la Casa delle Lapidi, una particolare costruzione del '600 circa, e la Cava di Marmo Verde abbandonata dagli anni '70.

Ad est di Cesana si trova il Parco Avventura Chaberton, che prende il nome dalla Batteria dello Chaberton, un gruppo imponente di fortificazioni in alta quota (3130 m) con 8 grandi torri, legate a Cesana, erette durante gli anni che precedettero la Grande Guerra, ma che rimangono oggi nel versante francese. Il parco propone i classici percorsi avventura nel bosco, ma anche visite didattiche in fattoria, corsi di tiro con l'arco e più intense esperienze di battaglie ludiche, con armi giocattolo (soft air camp).

Il clima di Cesana è di tipo alpino, e quindi continentale, freddo in inverno e temperato, anche se temporalescom in estate, ma che può avere lunghi periodi di siccittà per l'azione di protezione orografica causata dalle circostante grandi montagne. Ci troviamo infatti al confine tra le Alpi Graie e le Cozie e quindi a seconda delle correnti dominanti la zona vive periodi più o meno piovosi durante l'anno. In virtù della sua quota le precipitazioni invernali sono prevalentemente di tipo nevoso.
  •  

 Pubblicato da - 20 Agosto 2014 - Riproduzione vietata

News più lette

close