Cerca Hotel al miglior prezzo

Sauze d'Oulx: sciare sulle piste della Val di Susa

Sauze d'Oulx, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Sulla destra orografica della valle di Susa, ad oltre 1500 metri di quota immersa nel bosco troviamo la località di Sauze d'Oulx (Salice d'Ulzio), cittadina che vanta di aver dato i natali a Piero Gros, autentica gloria dello sci italiano ai tempi della valanga azzurra.

Questa località ha vissulo lo sviluppo turistico fin dagli albori della diffusione di questo sport in Italia, infatti tra le due guerre venne costruito il primo impianto di risalita un caratteristico slittone sulla linea che dal paese arriva a Clotes. Lo slittone è stato il primo impianto a fune progettato per uso esclusivo degli sciatori e consisteva in una o due slitte trainate da una fune, munite di larghi pattini metallici che risalivano i pendii su tracciati appositamente preparati, i passeggeri erano ospitati su panche posizionate sul pianale ed esposte alle imtemperie, l'ultimo slittone in regolare funzione è andato in pensione in Svizzera verso la fine degli anni ottanta. La linea che risale a Clotes è tuttora percorsa da impianti a fune, dopo il glorioso slittone si sono succedute seggiovie monoposto e biposto fino all'attuale quadriposto. Un'altra linea che è stata una pietra miliare nella crescita di questa località è quella che collega Sauze a Sportinia, anche qui si è passati da una sciovia crescendo in portata fino all'attuale seggiovia quadriposto ad agganciamento automatico.

Gli appassionati di architettura non potranno non sostare ad osservare la Capanna Mollino, un tempo sia stazione di arrivo dello slittone del Lago Nero sia bar ristorante, questo edificio, costruito tra il 1946 ed il 1947, è una delle opere montane più riuscite dell'architetto Carlo Mollino, dopo anni di abbandono e vandalismi l'opera è stata riportata al suo splenore originale da un'accurata opera di restauro.

Veniamo ora alle piste, qui abbiamo la disposizione pendii interessantissimi e veramente per tutti i gusti, la parte più in quota è in terreno aperto mentre man mano che si scende i tracciati delle piste sono tagliati nel bosco. Tra i tracciati di maggior richiamo bisogna assolutamente ricordare la Gran Pista che da Sportinia ci riporta in paese dopo un susseguirsi di schuss e curvoni tracciati nel bosco, altra pista nel bosco è la 29 che partendo dalla Capanna Mollino raggiunge Clotes, i più esperti si possono cimentare proprio sotto la cima del Monte Fraiteve nel ripidissimo e gobboso Canale Colò, tracciato che viene poco battuto dai gatti delle nevi per aggiungere fascino a questo pendio.

Altro punto a favore di Sauze d'Oulx (Salice d'Ulzio) è la facilità di collegamento con le altre località della Via Lattea, il grande comprensorio che unisce sci ai piedi Sestriere, Sauze d'Oulx, Sansicario, Cesana, Claviere e in territorio francese Montgenevre. L'accesso ai collegamenti è possibile sia su Sestriere passando per il Col Basset, questo collegamento è praticabile anche in caso di scarso innevamento perchè si può effettuare raggiungendo la telecabina del Col Basset, che discende a Sestriere, tramite la seggiovia Treceira. L'altra possibilità di collegamento transita attraverso la risalità del monte Fraiteve utilizzando lo skilift di collegamento con Sansicario. Il rientro può avvenire sia risalendo con la telecabina del Col Basset, sia con la nuova telecabina che da Sestriere risale in cima al monte Faiteve oppure chi rientra da Sansicario risale in cima con la sequenze di due seggiovie ed il doppio skilift Fraiteve.

I percorsi fuoripista di questa località sono situati nella zona più alta in terreno aperto,ma non si può dimenticare di sciare, quando l'innevamento lo permette, lungo il mitico fuoripista del rio Nero oppure ricercarsi nel bosco un proprio itinerario, prestando sempre attenzione alle condizioni della neve ed alla propria condizione fisica.

I non sciatori che non vogliono passare tutti il tempo a crogiolarsi al sole su qualche terrazza si un rifugio possono noleggiare un paio di “ciaspole” ed iniziare ad accostarsi a questa interessantissima pratica sportiva, dapprima cimentandosi in zone tranquille, ma comunque appaganti fino un volta presa la giusta confidenza, prenotare una gita con accompagnatore a visitare una delle riserve naturali presenti in zona.

Il doposci qui a Sauze è particolarmente ricco in quanto la località gode di una buona frequentazione di villeggianti in settimana bianca, in particolare qui da moltissimi anni trascorrono la loro vacanze invernali nmerosi turisti inglesi, questo ha portato alla nascita di numerosi pub che poco hanno da invidiare agli originali di oltre manica, anche nella varietà e qualità delle birre che vengono servite.

L'offerta alberghiera è costituita da cinque hotel a quattro stelle, quattordici a tre stelle e tanti altri di categorie minori. Inoltre è possibile soggiornare in uno dei numerosissimi appartamenti a disposizione per essere affittati per periodi brevi o per tutta la stagione.

Arrivare a Sauze d'Oulx è estremamente facile con ogni mezzo, infatti in auto basta uscire al casello di Oulx dell'autostrada A32 e seguire leindicazioni per Sauze, in treno lungo la linea ferroviaria del Frejus scendendo alla stazione di Oulx e a qui con l'autobus si linea, l'aeroporto di Torino Caselle dista invece meno di cento chilometri.

Fonte foto, cortesia: Comune Sauze d'Oulx

  •  

News più lette

10 Dicembre 2017 I mercatini di Natale al castello di Limatola ...

Dal 10 novembre al 10 dicembre 2017, Limatola (in Campania) ...

NOVITA' close