Cerca Hotel al miglior prezzo

Limone Piemonte, settimana bianca sulle sue piste innevate

Limone Piemonte, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Chi trascorre una vacanza a Limone Piemonte, stenta a credere che fino a un secolo fa si trattava di un paese contadino, timido e umile, dai ritmi lenti legati alla terra. Prima dell’attuale successo turistico era un borgo semplice, con una popolazione di lavoratori tenaci: molti erano dediti al trasporto di merci tra il porto di Nizza e la pianura piemontese, mediante muli, buoi o cavalli. Oggi si tratta di una meta turistica ambita, agghindata da una natura spettacolare e dotata di strutture moderne e accoglienti. Siamo in Piemonte, in provincia di Cuneo, in un paese di soli 1560 abitanti ma ricco di sorprese.

Limone Piemonte fu una delle prime località sciistiche italiane, da quando la ferrovia la raggiunse nei primi anni del Novecento: già nel 1907 le cronache del posto raccontano una sfida di sci tra militari, e nel 1909 pare si sia disputata una gara tra “borghesi”. Per questo motivo, nel 2007, si è celebrato con una grande festa il centenario dello sci a Limone. Molti progressi sono stati fatti dalla creazione dei primi impianti. Il primo impianto di risalita, una rudimentale slitta trascinata in quota da un sistema di funi, venne realizzato nel 1937, seguito nel 1948 dalla prima seggiovia, sino alla realizzazione della “Riserva Bianca” nel 1975: un comprensorio sciistico a tutti gli effetti, con circa 100 km di tracciati che si snodavano dalla conca del Cros a quella di Limonetto.

Oggi il dominio sciistico è di circa 80 km, e la lunghezza totale delle piste, aggiunta al numero di impianti di risalita, fa di Limone Piemonte la principale stazione di sport invernali della provincia cuneese. Lo svolgimento delle Olimpiadi Invernali ha favorito la messa a nuovo degli impianti, con l’installazione di seggiovie all’avanguardia al posto dei vecchi skilift. Nel 2006 si è poi inaugurata una cabinovia dedicata a Severino Bottero, l’allenatore di sci limonese che aveva seguito Deborah Compagnoni e Frédéric Covili, morto nel gennaio 2006 in un incidente stradale.

Il risultato di tanto impegno è l’odierno comprensorio sciistico: un vero paradiso per gli amanti dello sci, dello snowboard e dello sci di fondo, con una varietà sorprendente di sentieri e di piste adatte a vari livelli di preparazione. La presenza delle montagne non significa solo divertimento, e non allieta soltanto gli sciatori: chiunque, anche semplicemente passeggiando, rimane estasiato di fronte a tanta grandezza. A nord si staglia il massiccio di Besimauda –Costa Rossa, a est c’è la Cima della Fascia, a sud si innalzano la Rocca dell’Abisso e il Colle di Tenda, mentre a sud c’è la mole imponente del Ciotto Mien e del Monte Vecchio. In uno scenario vario e incontaminato, gli impianti raggiungono i 2070 metri di quota presso il Monte Alpetta, da dove è possibile scivolare direttamente verso il paese, con una pista di quasi 4 km.

Giunti nel cuore di Limone Piemonte si scopre un borgo dall’aspetto tipicamente alpino, con stradicciole tortuose e pittoresche, architetture nordiche con i tetti a punta e balconi fiorati, agghindati di gerani rossi. Il periodo di maggiore espansione urbanistica è stato tra il 1960 e il 1970, e a poco a poco gran parte delle abitazioni è stata acquistata da turisti liguri e piemontesi. Tra i gioielli artistici più preziosi c’è la chiesa parrocchiale di San Pietro, risalente al XIV secolo.

Allontanandosi un poco dal centro si scoprono altri angoli affascinanti. A 1300 metri di altitudine ci si imbatte nella frazione di Limonetto: qui si trova gran parte degli impianti sciistici e da qui partono tanti sentieri appassionanti, che si insinuano tra le foreste e le pieghe delle montagne. Nei pressi del borgo si riconoscono i resti di una strada romana lastricata, e si può visitare l’Alpe di Papa Giovanni, luogo di ritiro spirituale creato negli anni Sessanta da Don Francesco Brondello. Anche Panice è una frazione graziosa, situata lungo la Strada Statale 20 a breve distanza da Limone Piemonte. A Panice Sottana si può percorrere un magnifico anello per lo sci di fondo, mentre a Panice Soprana è situata la seggiovia del Colle di Tenda e Cabanajra.

Per raggiungere Limone Piemonte potete scegliere tra diverse possibilità. Se viaggiate in auto e venite da Torino dovete prendere la A6 per Savona e uscire a Cuneo, poi continuare sulla statale in direzione Colle di Tenda finché non giungete a destinazione. Se venite da Milano potete prendere la A7 per Genova, la A21 e infine la A6. Chi viaggia in treno può scegliere tra le linee ferroviarie Torino-Cuneo-Ventimiglia, Genova-Cuneo-Limone e Nizza-Ventimiglia-Limone. Infine gli aeroporti più vicini sono quelli di Nizza e Torino, a 115 km di distanza, e quello di Genova, a 170 km dalla meta.

Giunti a destinazione verrete accolti dal clima tipico della montagna: estati fresche, piacevoli per passeggiare all’aria aperta, e inverni freddi generosi di neve, perfetti per glassare le piste e preparare la strada agli sciatori. Le temperature medie del mese più freddo, dicembre, vanno da una minima di 0°C a una massima di 5°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 17°C ai 27°C. Le precipitazioni si concentrano in primavera e in autunno, quando cadono in media oltre 100 mm di pioggia al mese.
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close