Cerca Hotel al miglior prezzo

Monguelfo - Tesido (Welsberg-Taisten), settimana bianca in Val Casies

Monguelfo-Tesido, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Incastonate tra la scoscesa Val di Ziller e il fondo delle Dolomiti, le due borgate di Monguelfo e Tesido si ammirano a vicenda, unite dall’amore per il paesaggio alpino e accarezzate dalla stessa aria argentina. I due nuclei abitati si fondono e creano il comune di Monguelfo-Tesido, in tedesco Welsberg-Taisten, popolato da circa 2659 abitanti in larga parte di madrelingua tedesca. Siamo in Trentino Alto Adige, nella Provincia Autonoma di Bolzano: qui, tra i boschi, i pascoli e le vette appuntite della Val Pusteria, Tesido se ne sta appollaiato su un’altura proprio sopra Monguelfo, all’ingresso della splendida Val di Casies.

Dotato di una fortificazione romana, raggiunto dalla Via Romana che oggi lo collega a Dobbiaco, il sito era abitato già in epoca molto lontana. Un ulteriore castello si aggiunse nel 1140 ad opera del cavaliere Welfo, ed è oggi conosciuto come il più antico maniero di tutta l’Alta Pusteria: parte di esso andò distrutta durante un grave incendio, ma una grande operazione di restauro lo rimise a nuovo e oggi possiamo apprezzarne le linee maestose. A conferma della bellezza di queste borgate, basti pensare che eminenti artisti trascorsero qui periodi più o meno lunghi della loro vita: è il caso di Paul Troger, Simon von Taisten, Hugo von Hoffmannsthal e Arthur Schnitzler.

I due borghi, graziosi e curati in ogni dettaglio, sarebbero perfetti nelle illustrazioni di un libro di fiabe: stradicciole tortuose, casette tradizionali con fiori lucenti alle finestre, tetti appuntiti e uno sfondo magico. Ricchi di gioielli architettonici da non perdere, forti di una tradizione che affonda le radici in tempi lontani, i due paese montani formano un duetto imperdibile, ciascuno con le sue caratteristiche affascinanti. A Monguelfo si respira l’aria tipica dei paesi di una volta, protetti dalle montagne: i negozi tradizionali si rincorrono per le stradine, regalando allegria ai passanti, ma l’attrattiva più preziosa sono le opere di Paul Troger, tra i più grandi pittori del barocco austriaco. I suoi dipinti si possono ammirare nella cassa Raiffeisen e nella chiesa parrocchiale. Sopra il borgo si erge il Castel Welsperg, imponente e elegante, scenario di concerti classici, feste tirolesi e manifestazioni culturali nell’arco dell’anno. Da non perdere, lungo la strada che da Monguelfo conduce a Villabassa, lo svincolo per la Valle di Braies e il magnifico Lago di Braies.

Non è da meno Tesido, che dai suoi 1212 metri di quota regala una visuale mozzafiato su Monguelfo, sulle foreste circostanti e sulle vette vicine, in particolare verso il Plan de Corones. L’incantevole villaggio, dominato da una pace idilliaca, è un ottimo trampolino di lancio per avventurarsi alla scoperta della zona, scegliendo tra i numerosi sentieri e percorsi escursionistici. Da qui si possono raggiungere le grandiose dolomiti e l’Alpe di Tesido.

A breve distanza dal paese si incontra il paradiso degli sport invernali, il comprensorio sciistico di Plan de Corones. Come tappeti lucenti di glassa candida, srotolati dalla cima delle montagne al fondovalle, le piste sono tante e tutte diverse, adatte a ogni livello di preparazione. C’è chi preferisce scivolare sugli sci, chi si dedica allo snowboard e chi pratica il carving, ma qualcuno si accontenta di passeggiare lungo i sentieri innevati e ascoltare in silenzio il magico scricchiolio della neve sotto gli scarponi. La montagna è un colosso di 2275 m, senza alberi sulla cima, incastonata tra le Alpi Aurine e le Dolomiti: qui vi attendono 105 chilometri di tracciati differenti, serviti da 14 cabinovie, 8 seggiovie e 9 sciovie di ultima generazione.

Godere appieno le montagne, ovviamente, non sarebbe possibile senza il clima alpino ideale. Niente paura: a Monguelfo-Tesido le condizioni ambientali sono perfette in qualunque stagione, generose di neve nel periodo invernale, piacevoli e favorevoli alle passeggiate in estate. Le temperature medie del mese più freddo, gennaio, vanno infatti da una minima di -8°C a una massima di 0°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 9°C ai 21°C. Prima di avventurarsi in passeggiate e escursioni, meglio dare uno sguardo al cielo e, eventualmente, munirsi di impermeabile: luglio e agosto, con una media di 101-109 mm di pioggia ciascuno, sono i mesi più piovosi.

Per raggiungere Monguelfo-Tesido potete scegliere tra varie possibilità. Chi viaggia in auto deve percorrere l’Autostrada A22 del Brennero, uscire a Bressanone/Varna e percorrere la SS 49 della Val Pusteria fino a destinazione. Anche il viaggio in treno risulta piuttosto comodo, perché la vallata è attraversato dalla linea Lienz-Fortezza: dalla stazione si possono raggiungere le diverse località del comprensorio con i pullman locali della SAD. Gli aeroporti più vicini sono quelli di Bolzano (voli nazionali), Innsbruck (Austria), Venezia e Verona, rispettivamente a 96 km, 123 km, 192 km e 246 km dalla meta.
  •  

News più lette

16 Dicembre 2017 La Mostra del Radicchio Rosso a Mogliano ...

Nel cuore della marca trevigiana, nel comune di Mogliano Veneto, dal 16 ...

NOVITA' close