Cerca Hotel al miglior prezzo

Obergurgl, vacanza nella piccola localitą sciistica tirolese

Obergurgl, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Quello di Obergurgl è un microscopico villaggio austriaco situato a quasi 2.000 metri di quota nel cuore delle Alpi Venoste, all’interno dello stato del Tirolo, nel comune di Sölden. La cittadina, che conta appena 400 residenti stabili per tutto l’anno, è conosciuta esclusivamente per le sue attrattive turistiche, sia invernali che estive, con bellissime piste da sci e sentieri escursionistici che rapiscono ogni anno il cuore di decine di migliaia di visitatori provenienti dall’Austria, ma anche dall’Italia, dalla Germania e dalla Svizzera. Attualmente Obergurgl è una delle località tirolesi più esclusive ed inflazionate.

Il nome di questo piccolo villaggio rurale austriaco divenne famoso nel 1931, anno in cui l’esploratore svizzero Auguste Piccard fu costretto a compiere un atterraggio d’emergenza sul vicino ghiacciaio Großer Gurgler Ferner in occasione del suo storico volo in mongolfiera, durante il quale divenne il primo uomo a volare nella stratosfera. Oggi Obergurgl detiene un curioso primato; il centro, che si erge a 1.930 metri di altitudine, è infatti sede della chiesa parrocchiale più “alta” di tutta l’Austria.

Il turismo di Obergurgl è un turismo ecologico, un turismo a stretto contatto con la natura incontaminata delle bellissime Alpi Retiche, contraddistinte da scenari in grado di togliere il fiato anche al più avvezzo dei montanari. Le profonde vallate, i boschi verdeggianti, i prati in fiore, i laghi, i ghiacciai; questo ed altro è Obergurgl, perla delle Ötztaler Alpen.

La stagione invernale è ovviamente quella più animata dell’anno; Obergurgl è infatti parte del comprensorio sciistico di Gurgl/Hochgurgl, un’area dotata di numerosi moderni impianti di risalita situata all’estremità meridionale della valle di Ötztal Gurglertal, caratterizzata dalla presenza di diverse cime di altezza ben superiore ai 3.000 metri. Grazie all’altitudine, la stazione sciistica di Obergurgl riceve un innevamento mediamente molto abbondante che le consente di prolungare la stagione fino ai primi di maggio, quando è possibile che si verifichino ancora sporadiche nevicate anche in città. Nei rari casi in cui le piste risultino essere sprovviste di neve entrano in azione i cannoni artificiali, che garantiscono condizioni ideali per lo sci su più di 90 chilometri dei 110 totali sui quali è possibile sciare partendo da Obergurgl. Gli impianti di risalita sono in tutto 24. Molti di questi sono stati realizzati o ampiamente revisionati negli ultimi anni, così che risultano confortevoli ed efficienti, in grado di trasportare un numero molto alto di sciatori ogni ora.

Con lo sciogliersi della neve, che persiste invece nei diversi ghiacciai situati oltre i 3.000 metri, l’offerta turistica di Obergurgl vira nettamente. Chiusi i noleggi di sci a scarponi, aprono le strutture adibite alla vendita di materiale per sport come mountain-bike, rafting e pesca, le attività più praticate dai visitatori da maggio a settembre. In alternativa vi sono i numerosissimi sentieri escursionistici che si snodano tra boschi e vallate in fiore, attraverso i quali imparare a conoscere la natura del luogo e con essa alcune delle tante specie animali che la popolano. Se camminare vi ha messo appetito non resta che recarsi in una delle incantevoli baite della zona, all’interno delle quali vi verranno servite succulente pietanze tipiche a base di carne o latticini.

Il clima è particolarmente rigido a causa dell’altitudine molto elevata. In inverno è raro registrare valori sopra lo zero anche nelle ore più calde della giornata, mentre di notte le minime precipitano mediamente fino a 10 gradi sotto lo zero. In estate le condizioni climatiche sono ideali per dedicarsi alle attività sportive, con giornate generalmente soleggiate e dalle temperature miti. Da novembre ad aprile le precipitazioni si manifestano quasi sempre sotto forma di abbondanti nevicate, talvolta in grado di paralizzare la circolazione anche per diverse ore, mentre in estate il cielo è quasi sempre sgombro da nubi, fatta eccezione per i pomeriggi rovinati dalla formazione di improvvisi e violenti temporali.

Il mezzo di trasporto migliore col quale raggiungere Obergurgl è l’automobile. La cittadina dista infatti pochi chilometri dal confine italiano ed è facilmente accessibile seguendo le indicazioni per Sölden, situata una dozzina di chilometri più a nord. Una volta giunti a destinazione l’auto non servirà più, in quanto per arrivare sulle piste si avranno a disposizione minibus gratuiti e navette messe a disposizione dalle stesse strutture alberghiere.
  •  

 Pubblicato da - 29 Ottobre 2009 - © Riproduzione vietata

close