Cerca Hotel al miglior prezzo

Le rías della Galizia e la loro gastronomia, lo sport e la cultura

Pagina 1/2

Le rías, paesaggio di comunione tra terra e mare, vincolano la loro arte culinaria, come non potrebbe essere altrimenti, ai prodotti sia di acqua dolce che di acqua salata. Il loro punto forte oltrepassa il luogo comune secondo cui la varietà viene vincolata, principalmente, alla squisitezza dei frutti di mare. Pesci quali naselli, rombi, branzini e sogliole, tra gli altri, non sfigurano a fianco dei primi. I fondali delle Rías Baixas costituiscono il luogo riparato e selettivo affinché squisiti molluschi come ostriche, vongole, zamburiñas e berberechos crescano velocemente tra la sabbia. Il simbolo di Santiago, la capasanta, emana il suo delicato sapore grazie a una preparazione elaborata.

I mitili pendono dalle chiatte per trasformare, umilmente, la tavola galiziana in un vero piacere per il palato. I dirupi del nord agreste della Galizia sono il luogo ideale affinché i lepadi vi si afferrino. Le acque maggiormente sottoposte all'azione marina costituiscono il regno di aragoste, cicale, grancevole e necora mentre le fresche acque dei fiumi vengono preferite da varietà di pesci quali la lampreda e dalle succulenti anguille e anguille giovani, nonché da salmoni e trote. Il sapore del mare della Galizia lo evidenzia il polpo, il suo rappresentante più semplice ma anche il più tradizionale, preparato naturalmente a feira. Il sapore inconfondibile delle sardine e le delicate carni del branzino personalizzano la tavola marinaia delle Rías Altas, mentre con il grongo si preparano degli appetitosi stufati. Il sapore di queste terre si degusta anche nella empanada; ripiena di qualsiasi pietanza, è un alimento che riesce a soddisfare tutti i palati.

La ricchezza delle terre dedite all'allevamento, prospicienti le rías, colmano la tavola di carni rosse e tenere di primissima qualità. Il latte e il formaggio lasceranno un ricordo gastronomico, alquanto saporito. Il maiale è una fonte alimentaria basilare legata tradizionalmente alla cultura galiziana. L'offerta di prodotti ortofrutticoli, inizia dalle patate galiziane dette cachelos, le uniche con denominazione di qualità, e dai grelos, foglie tenere e radichette di rapa; entrambi sono elementi indispensabili per la preparazione del delizioso brodo galiziano.

Giunti ai dolci, non v'è che l'imbarazzo della scelta, si inizierà dalla tarta del patrón, quella di Santiago e come digestivo, un sorso di queimada, il liquore più casereccio e stimolante del paesaggio galiziano. La cura con cui vengono coltivati i vini galiziani, di cui cinque sono D.O.C., è perfettamente ravvisabile lungo le sponde delle rías più a sud. Nei vini D.O.C. delle Rías Baixas si annoverano vini di qualità della provincia di Pontevedra, elaborati principalmente con l'uva albariña.

Le rías sono cammini, sprovvisti di frontiere, che conducono al mare. I loro porticcioli, riparati strategicamente dalla loro geografia, sono il punto di contatto con gli appassionati degli sport nautici. Le regate di vela, windsurf e pesca subacquea consentono di sfruttare il contatto diretto con le rías. Chi ama andare alla scoperta del paesaggio, con altri ritmi, troverà nelle rías delle ottime opportunità per la pratica del trekking, canottaggio, itinerari a cavallo e mountain bike.
... Pagina 2/2 ... Il golf può essere praticato tutto l'arco dell'anno sui campi di A Coruña, Vigo, dell'isola A Toxa e Domaio, nei pressi della costa. Per i pescatori di fiume, le trote e salmoni dei corsi d'acqua dolce della Galizia costituiscono una sfida senza pari.

La Galizia è terra di numerose feste che affondano le loro radici nella religione e i culti più ancestrali ed immaginativi. In tutto l'arco dell'anno, si svolgono manifestazioni, particolarmente nella stagione estiva. L'intensa attività marinaia costituisce la base di alcune fra le manifestazioni più appariscenti e succulente come le grigliate di sardine (sardiñadas). Le attività più tradizionali danno vita a fiere e mercati in occasione dei quali vengono riuniti i prodotti agricoli e dell'allevamento; nonché feste davvero spettacolari, come A Rapa das Bestas che gode di grande popolarità.

Un'ottima maniera di addentrarsi nella cultura galiziana è la visita agli innumerevoli musei. In quelli provinciali si raccoglie quanto di più prezioso della storia della Galizia, mentre in altri ci si sofferma su aspetti più specifici per poter capire quindi meglio la realtà e la cultura di questa regione. È il caso, ad esempio, dei musei di illustri cittadini galiziani come Emilia Pardo Bazán, Ramón del Valle-Inclán o Rosalia de Castro. In alcuni sono esposti reperti esclusivi, ad es., quello dei Laudas Gremiais di Noia, il museo galleggiante della Caravella Pinta o ancora quello della Fabbrica di ceramica di Sargadelos. Dei musei più moderni e di rilievo del panorama divulgativo mondiale, troviamo la Casa delle Scienze e il DOMUS oppure il Museo dell'Uomo, entrambi con sede ad A Coruña. Un'intensa attività culturale si svolge nell'ambito delle principali città delle rías in tutto l'arco dell'anno.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittà World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close