Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Chianciano Terme

Chianciano Terme: terme e agriturismi delle colline senesi

Pagina 1/2

La magia delle colline senesi tra le valli dell’Orcia e la Valdichiana, si concretizza in un ideale percorso che tocca alcuni capolavori del rinascimento italiano, Pienza e Montepulciano e che trova una collocazione moderna a Chianciano Terme, che oltre ai paesaggi delle dolci colline toscane offre tutta la sua esperienza in campo termale, per garantire la cura del vostro corpo e del vostro benessere, per abbinare alla vostra vacanza un lato della ricerca edonistica e del piacere profondo, unita alla magia degli scenari paesaggistici e il grandissimo patrimonio storico della Provincia di Siena.

Chianciano Terme è stata anche la città di Fellini, subito dopo la natìa Rimini: il regista frequentò a lungo Chianciano e proprio nella cittadina toscana (opportunamente ricostruita in quel di Cinecittà) ambientò il suo 8 e 1/2, considerata una delle migliori pellicole cinematografiche mai realizzate.
In fatto di ambientazioni, anche Luigi Pirandello ha scelto Chianciano per due suoi racconti (Acqua Amara e Pallino e Mimì).

Arrivare a Cianciano Terme è molto semplice, la città si trova non distante dal percorso dell’autostrada del Sole A1. L’uscita consigliata è quella di Chiusi – Cianciano Terme, da qui basta seguire la stada di Chiusi SP 146 in direzione ovest che in soli 10 km di percorso panoramico conduce a Chianciano Terme. La strada poi prosegue per Montepulciano, Pinza e S. Quirico d’Orcia. A poco più di un’ora di auto da Roma e da Firenze, a dieci minuti dal casello dell’Autostrada del Sole, da qualche anno Chianciano Terme si è imposta anche come perfetta sede congressuale, ospitando continuamente meeting e convegni d’importanza internazionale.

Chianciano Terme possiede un clima tipico del centro Italia, e non c'è un perido privilegiato in cui passare una vacanza od un weekend alle sue Terme. Ogni stagione ha le sue peculiarità che la rendono interessante. I periodi meno piovosi sono in genere l'estate e l'inverno. In estate le giornate sono calde e assolate, ma la quota di Chianciano, circa 500 m sul livello del mare, stempera il caldo e consente di dormire la notte senza subire l'afa che avvolge le pianure.
I paesaggi collinari diventano poi straordinariamente intensi in autunno ed inverno, con la luce radente e le foschie che disegnano spettacolari geometrie tra le valli.

Chianciano Terme: cosa vedere e cosa vedere.
Il vecchio nucleo di Chianciano vine chiamata Chianciano Vecchia, ma molti in città la chiamano semplicemente Paese. E' arroccata su di una collina e possiede ancora tratti delle sue mura antiche, di origine medioevali, e della sua pianta urbanistica originale., distinguendola in modo netto dalla Chianciano moderna, che si è sviluppata attorno alle zone degli stabilimenti termali.
... Pagina 2/2 ... Per accedere alla città il punto migliore è l'ingresso da Viale Dante, oltrepassando l'elegante Porta Rivellini che introduce al Paese lungo la via Casini.
Da vedere segnaliamo la Chiesa dell'Immacolata, la Torre dell'Orologio da dove si gusta un bel panorama, la Collegiata o Chiesa di San Giovanni Battista e la Porta del Sole, costruita in mattoni a vista, dotata di due torrioni laterali che terminano in una cuspide gradinata, mentre l'arco dell'entrata possiede un profilo esagonale (mezzo esagono).

Chianciano è famosa per le sue acque tormali, che sgorgano da cinque diverse sorgenti denominte Acquasanta, Acqua Santissima, Acqua Fucoli, Acqua Sillene e Acqua Sant'Elena.
L’Acquasanta sgorga nello Stabilimento Acqua Santa e Fucoli a 33°C ed è efficace per le patologie del fegato e delle vie biliari. L’Acqua Santissima viene utilizzata per le affezzioni delle vie respiratorie. L'Acqua minerale Fucoli sgorga fredda, ed è usata nelle patologie gastro-enteriche e delle vie biliari. Si trova nell’omonimo Parco,affiancato al parco Acquasanta ed è aperta solamente da metà aprile a metà ottobre.

Acqua Sillene sgorga ad elevata temperatura, a 38,5°C, e viene utilizzata nella balneo-terapia carbo-gassosa e nella creazione dei fanghi termali, utilizzati per la cura dei disturbi cardiovascolari e nei trattamenti salute e benessere. La sorgente Sant'Elena per ultima è un acqua dalle proprietà diuretiche e curativa delle vie urinarie.

Chianciano propone poi i suoi percorsi denominati Terme Sensoriali, e cioè percorsi specifici per la cura del corpo, che vanno dall'aroma terapia al bagno turco, dalla musicoterpia alle camminate su pietre di fiume, dalla cromoterapia alle docce sensoriali.


loading...
close