Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Stabilimento termale delle Piscine Theia alle Terme di Chianciano

Se cercate il vero benessere le Piscine Theia di Chianciano Terme offrono una vasta scelta di vasche, bacini e piscine termali. Ma oltre al wellness le acque sono adatte a varie tipologie di cure e trattamenti. Offrono anche un'area bambini.

Le Piscine Theia sono uno degli impianti termali principali della Toscana, fiore all'occhiello della città di Chianciano e, assieme al Parco termale pubblico di Acqua Santa e Fucoli, allo stabilimento Sillene ed alle Terme Sensoriali, fanno parte dell’ente “Terme di Chianciano” che raggruppa tutti gli impianti di benessere dell’area legati allo sfruttamento delle locali acque terapeutiche.
L’impianto delle piscine Theia si trova in via della Foresta, a circa duecento
metri da Piazza Italia giusto dietro allo stabilimento Sillene. Nell’ampio panorama di benessere delle Terme di Chianciano, l’impianto delle Piscine Theia rappresenta lo stabilimento che offre la più ampia gamma di bacini, vasche ed ambienti natatori alimentati con acqua termale per fare il bagno a scopo di benessere e relax. Piscine Theia è dunque la vastissima wellness spa delle Terme di Chianciano, così come lo stabilimento Sillene rappresenta il centro dedicato ai trattamenti curativi e Terme sensoriali rappresenta il centro benessere ed estetico.
In particolare, il nome delle piscine deriva dalla dea Theia, madre del Sole e della Luna nella mitologia etrusca, ed è proprio in omaggio alla raffinata tradizione termale dei fondatori di Chiusi, che vengono oggi proposti trattamenti che richiamano i riti di salute e benessere proposti presso lo stabilimento.

Storia dello stabilimento termale

La lunghissima storia delle terme di Chianciano sembra cominciare già in epoca etrusca, almeno stando a quanto riporta la tradizione. Un’iscrizione leggibile sulla lapide seicentesca che ricorda il restauro degli impianti termali, infatti, ricorda come anche il potente re di Chiusi fosse solito frequentare le terme locali ed apprezzarne le virtù curative. Quel che è certo è le acque terapeutiche di Chianciano furono celebri in epoca romana come dimostrato dall’esistenza lungo la via Cassia di una stazione che conduceva direttamente all’area termale, ed al ritrovamento di evidenze archeologiche come strutture balneari ed una statua al dio protettore delle proprietà delle acque, cioè Apollo Salutare (ovvero, “dispensatore di salute”). Le famose Fontes Clausines, senza dubbio da identificarsi con quelle di Chianciano, sono peraltro citate da celebri autori dell’antichità come Varrone, Tibullo ed Orazio, il quale ultimo le menziona in una sua epistola come località in cui già all’epoca si bevevano le benefiche acque minerali per guarire da malattie gastro-intestinali.
Il primo documento scritto a menzionare le terme di Chianciano in epoca moderna risale al 1187, e si tratta di un atto di donazione in cui vengono citate le sorgenti di “Acqua Santa e Sellena”, mentre al 1287 risalgono gli Statuti cittadini che si occupano della protezione e della manutenzione delle fonti. In epoca medioevale le guarigioni avvenute grazie alle acque termali vengono attribuite addirittura ai miracoli operati per il tramite della santa Agnese da Montepulciano, come raccontato dal suo agiografo Fra Raimondo da Capua nel 1317.
L’apice della notorietà internazionale viene raggiunto dalle Terme di Chianciano nei primi decenni nel Novecento, periodo d’oro per le cure termali, in cui grazie all’interessamento di un privato vengono ristrutturati gli stabilimenti in stile neoclassico e pompeiano, prima di una netta inversione di tendenza stilistica seguita nel 1940 all’esproprio degli stabilimenti a favore del Demanio dello Stato.

Acque e trattamenti termali

Le piscine Theia sono animate da giochi d’acqua e idromassaggi e sono attrezzate con ombrelloni e lettini disponibili gratuitamente all’interno di un’area solarium con wi-fi libero. L’acqua termale che le alimenta è a una temperatura compresa fra 33 e 36 gradi, in modo che tutte le vasche, anche quelle esterne, risultino piacevoli da utilizzare nel corso di tutte le stagioni, anche quella invernale. La profondità delle vasche raggiunge il metro e trenta e l’acqua che alimenta i bagni termali risulta ricca di anidride carbonica, bicarbonato, solfati e calcio che la rendono attiva nell’esplicare la caratteristica azione antinfiammatoria sull’apparato osteo-muscolare e nutritiva sulla pelle. L’elevata tollerabilità delle acque di Chianciano è adatta anche al bagno dei bambini sotto i tre anni, ai quali è dedicata una piscina apposita. Sono inoltre a disposizione dei più piccoli l’area giochi per i bimbi ad accesso gratuito.
Lo stabilimento Theia comprende oltre alle numerose piscine l’area centro benessere che include sauna, bagno turco, docce emozionali, rasul e area relax.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Piazza Guglielmo Marconi, 8, 53042 Chianciano Terme SI

tel. +39 0578 68501
piscinetermalitheia.it


Come arrivare
Chi viaggia in auto o con altro mezzo di spostamento autonomo può arrivare sia da Roma che da Firenze percorrendo in alternativa l’A1 oppure la Statale 2 Cassia. Nel primo caso, si esce al casello Chiusi-Chianciano Terme per immettersi successivamente sulla Provinciale 146 che conduce direttamente allo stabilimento. Nel secondo caso, ci si addentra nella Valdorcia fino a Bagno Vignoni, da dove si devia sulla strada che conduce direttamente a destinazione. Il tragitto più comodo e veloce per chi viaggia coi mezzi pubblici è invece il treno della linea Milano-Roma fino a Chiusi Stazione, da dove si prende la linea del bus FT4 della Siena Mobilità che ferma al Parco dei Fucoli, il vasto parco termale che comprende anche le Piscine Theia.