Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Pizzighettone

Pizzighettone (Lombardia): la cittÓ murata sul fiume Adda

Pagina 1/2

Nel cuore della provincia cremonese, al centro di quel territorio in cui le pianure si alternano alle valli fluviali attraversate dalle acque dell'Adda e del Po, troviamo Pizzighettone, un piccolo comune valpadano, che sorge proprio dove il fiume Adda confluisce con il Po.

Proprio le acque dell'Adda dividono il centro di Pizzighettone in due parti: sulla riva est l'abitato principale e sulla riva Ovest il borgo di Gera. La vegetazione e la fauna locale sono espressione del territorio e degli ecosistemi fluviali: tra pioppi, robinie, sambuchi e ontano, in un contesto fertile e ameno, vivono uccelli di fiume e piccoli animali lungo le rive. La grande disponibilità d'acqua ha anche fatto sì che la zona fosse a grande vocazione agricola e una caratteristica tipica del territorio è proprio la presenza di appezzamenti coltivati a grano, mais e foraggio e paesaggi agrari a perdita d'occhio.

La storia e l'origine del nome di Pizzighettone

Un piccolo borgo, ma dalla grande storia. Il centro vanta trascorsi e avvenimenti di civiltà che sono legati alla presenza del fiume, elemento territoriale che ha condizionato anche gli avvenimenti storici. Qui si insediarono i Celti nel III secolo a.C., attratti dalla ricchezza e dall'amenità del territorio. Qui fondarono Acerra, una roccaforte che poi in epoca romana divenne importante e strategica per il transito sulla via che da Cremona portava a Laus Pompeia, l'attuale Lodi Vecchio. Nel XII secolo nasce la nuova località di Pizzighettone (1132) come centro fortificato che durante i secoli successivi passo sotto varie Signorie, i sovrani di Francia, i Borbone, i Savoia e Napoleone. Sull'origine del nome non ci sono certezze potrebbe avere una radice romana e derivare da Pizus Juguntorum.

Oggi Pizzighettone giunge a noi come delizioso borgo sul quale possiamo vedere alcuni "segni" sul territorio, intesi come testimonianze storico culturali e architettoniche di un grande passato.

Cosa vedere e visitare

- Parrocchiale di San Bassiano: vero e proprio tesoro artistico, questa chiesa è antichissima e conserva, nonostante i rimaneggiamenti, l'originario impianto romanico - lombardo. Al suo interno conserva moltissime testimonianze d'arte, tra cui un Crocifisso ligneo del Seicento e una pala settecentesca.

- Chiesa di San Rocco e San Sebastiano: molto suggestiva e originale, la Chiesa fu dedicata ai due santi protettori contro la peste. Bellissima la facciata e l'interno conserva opere pregiate del XVI e XVII secolo.

... Pagina 2/2 ... - Chiesa di S. Pietro: una chiesa settecentesca che si presenta con una facciata unica e originale nel suo genere, rivestita di marmi pregiati e mosaici dorati e policromi. Davvero bella e imperdibile.

Da visitare le mura di Pizzighettone che rimandano a un passato di centro fortificato da difendere. Le mura circondano l'intero centro storico. Maestose (alte circa 12 metri, lunghe due chilometri) e imponenti, le mura difensive sono testimonianza del grande passato e custodiscono al loro interno un borgo davvero unico e prezioso. All'interno delle mura la città si offre con le sue preziose testimonianze tra cui le succitate chiese e la Torre del Guado, vero e proprio simbolo locale, che nel 1525 fu la prigionia di Francesco I di Valois, Re di Francia.

Il Museo Civico di Pizzighettone offre la possibilità di scoprire moltissime testimonianze dell'era quaternaria, del Neolitico e dell'Età del Ferro, la sezione romana che custodisce diversi oggetti quotidiani dell'epoca, ancora terrecotte, armi, oggetti d'arte. La sezione contemporanea, curata dal pittore Enrico Della Torre, offre le opere dello stesso artista, ma anche moltissimi altri artisti contemporanei. Il museo offre anche moltissimi spunti didattici per i ragazzi ed è vero e proprio punto di riferimento, nel territorio, per il turismo scolastico.

Eventi e Manifestazioni a Pizzighettone

Il borgo vanta una tradizione di feste, sagre, eventi. Appuntamenti ai quali la comunità locale non rinuncia perchè espressione della tradizione e della cultura materiale locale, ma ai quali partecipa con curiosità ed entusiasmo anche il pubblico che viene da fuori. Tra gli eventi che attraggono moltissimi turisti, ricordiamo Fasulin de l'öc cun le cudeghe (fagiolini dall'occhio con le cotenne), un evento gastronomico a doppio weekend: alle degustazioni, ai mercatini di prodotti tipici, si accompagnano anche visite guidate alle mura e crociere sull'Adda. All'interno delle mura, il borgo si trasforma in un'unica immensa osteria che accoglie i suoi ospiti buongustai. Un altro evento molto atteso d'autunno è la Castagnata di San Rocco, degustazione di caldarroste e vin brulè.

Come arrivare a Pizzighettone

Per chi arriva in auto, dall'A1, uscire a Cremona e imboccare la SS 234 per Pavia. Giunti sul posto, ci sono parcheggi nel giro di 250 metri dal centro storico. Per chi viene in treno, sulla linea Milano - Cremona - Mantova, la fermata è a Ponte d'Adda. Ci sono collegamenti bus diretti con Cremona, Lodi, Milano (Lambrate, Rogoredo). Infine, per chi viene in aereo, gli aeroporti più vicini sono Bergamo, Brescia e Milano Linate.


01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close