Cerca Hotel al miglior prezzo

Volosko (Opatija) tra le spiagge del Golfo del Quarnero

Volosko, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Nel nord della Croazia, e precisamente nella regione del Quarnero, a 68 km da Trieste, spunta l’interessante Volosko (Volosca, in italiano), un pittoresco borgo di pescatori la cui popolazione si attesta sui 1.400 abitanti.

D’impianto medievale, il centro urbano modera il rapporto fra collina e mare estendendosi lungo la Riviera di Opatija formando una sorta di balcone balneare sul Golfo del Quarnero dal quale si gode di una vista spettacolare sulle isole Krk, Lussino e Cres.
Il paese, a soli 2 km dalla commerciale Opatija (Abbazia), ha conservato fino a oggi una sua aura intima, è una realtà ristretta, molto raccolta e timida, assolutamente perfetta per accogliere forestieri in cerca di relax e bel mare ma anche di vivacità e intrattenimento.

Volosko è idonea agli slanci di divertimento, è attrezzata, servita, ricca di appartamenti che si possono affittare per svariati periodi di tempo a prezzi modici, abbordabili per tutte le tasche. Denaro ben speso se si tiene conto di una posizione geografica a dir poco allettante, che si avvantaggia incontrando un entroterra che degenera fino alla montagna tempestata di parchi e oasi naturali, inscrivendo in esse Plitvice, le Brioni e il Risnjak.

La zona è ventosa: questa caratteristica climatica della baia di Preluk soddisfa gli amanti del windsurf, che si catapultano a Volosko per solcare le onde gonfiate dall’irrequietezza e dall’energia che la vasta macchia blu sa sprigionare.

Cosa vedere a Volosko

Ormai conclamata località balneare dal semplice vivere, Volosko è tale per essere stata felicemente esautorata dal suo gravoso ruolo di centro economico focale, un ruolo ora assolto da Opatija per la salvezza di un luogo che ha così potuto concentrarsi sul turismo estivo e sulla tessitura di percorsi culinari intrapresi dagli amanti della buona cucina, qui mai latitante: si mangia tanto e bene nelle konobe, nelle pittoresche pizzerie e nei bar che sanno sfruttare le panoramiche sul mare in modo eccellente.

Tanto raggiante di giorno quanto fascinoso di notte, il borgo croato sfoggia un Lungomare di 12 km che riassume i tratti costieri di altri comuni limitrofi quali Ičići, Ika e Lovran, a formare una lunghissima passeggiata di collegamento pensata e conseguentemente realizzata a partire dal XIX secolo. Vi sono lampioni, panchine a poca distanza le une dalle altre, chioschi e scorci che ricreano atmosfere da cartolina invitando gli avventori a vivere la notte mondanizzando la costa e visitando aree parcali monopolizzate dalla sontuosa presenza di ville austro ungariche accostate ad alberghi, hotel e ristoranti dove il pesce è ovviamente la pietanza principe del menù.

A proposito di strutture ricettive, a Volosko sorge l’Hotel Villa Kapetanovic, un quattro stelle dotato di 24 camere, 3 eleganti suites, un ristorante con vista mare, una spa, una piscina all’aperto con tanto di ombrelloni e sdraio, infine una navetta di collegamento per Icici. Chi non ama la promiscuità da albergo può optare per l’affitto a settimane di ariosi appartamenti a pochi metri dal litorale, una soluzione ad hoc per quanti intendono godersi la compagnia della famiglia o l’intimità di coppia.

Il centro storico è interessante, ha qualche edificio curioso da visitare ma è il porto a magnetizzare l’attenzione essendo uno scorcio meraviglioso, mosaico di moli, barche e reti. Qui si svolge una competizione tra pittori che ha preso il nome di Mandrac e si tiene puntualmente ogni anno.

Particolarmente funzionale è la spiaggia di Slatina, nella vicina Opatija: si tratta in realtà di uno spiazzo cementificato in riva al mare, ma è adatta anche ai bambini, abbondantemente attrezzata, piena di divertimenti come pedalò, kayak, campi da beach volley, calcetto e basket, più un parco giochi idoneo anche per gli adulti che intendono accompagnare i bambini nelle proprie avventure di fantasia.

Amanti della natura, per voi è riservata un’esaustiva escursione al Parco Naturale del Monte Učka, 160 kmq di sentieri didattici, frazioni montane, rifugi e strutture storiche quali il Rifugio Poklon risalente al 1887, il Rifugio Na Koritima e la sorgente Korita.
Da visitare inoltre il Castello di Kozljak, maniero medievale posto su un’altura rocciosa, e la Torre di Vojak, simbolo del parco.

Come arrivare

In auto si deve attraversare il varco doganale Trst – Kozina e da Pasjak – Rupa, oppure imboccare l’Autostrada A1 Zagreb – Korlovac – Rijeka – Opatija.
La stazione ferroviaria più vicina si trova a Opatija, collegata a Volosko da una navetta bus a frequenza regolare; l’aeroporto di riferimento è quello di Rijeka (Fiume), distante soltanto 37 km dalla località.
  •  

News più lette

14 Dicembre 2017 Il Calendario dell'Avvento Vivente a Noale ...

Dal 1° al 24 dicembre la vivacissima Noale, cittadina di oltre 15.000 ...

NOVITA' close