Cerca Hotel al miglior prezzo

Mostre 2015 nel mondo: quali vedere dai Robot a Paul Gauguin passando per i Vichinghi

Pagina 1/2

Chi ama le mostre dedicate all'arte e alla cultura, in questo nuovo anno, avrà l'imbarazzo della scelta.

Sono diversi gli eventi culturali di grande livello nel mondo, per tutto il 2015. Delle mostre italiane vi abbiamo già parlato, vediamo alcuni degli appuntamenti più importanti nel resto del mondo.

Dall'8 febbraio al 25 giugno si può visitare un'imperdibile retrospettiva del pittore Paul Gauguin (1848-1903) alla Fondazione Beyeler di Basilea in Svizzera. In questa singolare mostra si potranno osservare da vicino circa 50 opere dell’artista provenienti da diverse collezioni private internazionali e da rinomati musei che, solitamente, non cedono con facilità le loro opere. Si tratta quindi di un'occasione davvero unica per chi volesse ammirare quello che può essere definito un vero tesoro. Presenti alcuni celebri dipinti che hanno valso la fama mondiale di Gauguin, come gli scenari idilliaci di Thaiti, ma anche gli affascinanti ritratti femminili. Erotismo, realtà onirica, sogno esotico, ma non solo. Infatti, oltre ai ritratti vi sarà una sezione di sculture che raffigurano il percorso "nomade" del grande artista di Parigi. Per ulteriori info visitate il sito ufficiale.

Dal 5 febbraio al 10 maggio, chi ha particolare propensione per l'arte contemporanea potrà approfittare della mostra "The image as Burden" della pittrice Marlene Dumas (1953) che si terrà al Tate Modern di Londra. L'artista è una delle più importanti del panorama attuale. Le sue opere sono pregne di carica psicologica e spaziano dall'indagine sulla sessualità, dalla vergogna alla morte. Immagini che esprimono la complessa esistenza di questa straordinaria artista che gioca a stimolare l'immaginazione del suo pubblico.
Sito ufficiale

Dal 14 marzo al 19 luglio, il Victoria and Albert Museum di Londra offrirà un evento straordinario quanto il talento che viene presentato. Si tratta della prima e più vasta retrospettiva di uno dei più innovativi designer contemporanei, Alexander McQueen, a lui mai dedicata in Europa. Il titolo, “Savage Beauty”, offre già un assaggio dell’ispirazione visionaria e assolutamente scenica che ha guidato le opere di McQueen. La versione originale della mostra, organizzata al Metropolitan Museum di New York nel 2011 dall’Istituto del Costume (Costume Institute) è entrata nella classifica delle dieci mostre più visitate del museo.
Sito ufficiale

Dal 25 marzo al 13 luglio si potrà visitare la mostra di un altro grande artista, Diego Velasquez (1599-1660), nel Grand Palais di Parigi. Velasquez è stato uno tra i più famosi pittori del Siglo de Oro spagnolo, celebre soprattutto per i suoi ritratti. La sua produzione è stata un'importante modello per diversi artisti di epoche successive, affascinando anche artisti del calibro di Pablo Picasso e Salvador Dalì che hanno reinterpretato, secondo i propri stili, alcune sue opere. I dipinti esposti al Grand Palais sono stati selezionati da Guillaime Kientz, curatore del dipartimento di pittura del museo del Louvre. Costi e orari disponibili sul sito ufficiale

Anche Vienna offre il suo tributo a Velasquez. Termina infatti il 15 febbraio 2015, la prima delle mostra dedicate nell’area tedescofona al celebre pittore. Organizzata al Kunsthistorisches Museum, in Maria-Theresien-Platz, l’esposizione rende omaggio all'artista divenuto famoso soprattutto per i ritratti degli infanti e delle infante di Spagna, non sempre così avvenenti, appartenenti alla dinastia asburgica. “Velázquez, pittore del re” è il titolo del percorso che propone capolavori assoluti fra cui il nudo femminile disteso di schiena più celebre della storia dell’arte, la “Venere Rokeby" e il ritratto di Don Carlos, fratello del re, il più sfarzoso ritratto a figura intera dell’età moderna.
Sito ufficiale

... Pagina 2/2 ...
Non mancano certo gli appuntamenti con il mondo della musica, fatto non solo di suoni e concerti, ma anche di immagini e riflessioni che spiegano e mostrano vita e inquietudini di artisti, talvolta controversi o molto amati, come Björk e Yoko Ono.

Dall'8 marzo al 7 giugno, il MoMA di New York ospiterà una retrospettiva del lavoro dell'eclettica cantautrice e artista Björk. L'installazione metterà in evidenza una biografia in equilibrio tra reale e fantastico scritta dalla stessa artista in collaborazione con lo scrittore islandese Sjón. Video, filmati, strumenti musicali proietteranno gli spettatori in una dimensione parallela che ripercorre i più grandi successi della cantante islandese.
Sito ufficiale

Sempre al MoMA di New York City, ma dal 17 maggio al 7 settembre, la mostra interamente dedicata all'artista Yoko Ono che riunisce ben 125 opere dell'artista: dipinti, installazioni, performance, ma anche registrazioni audio e film che raccontano la visione e le inquietudini della Ono, salita agli onori della cronaca più per il suo celebre matrimonio che per la sua arte.
Sito ufficiale

Chi erano i Vichinghi? Invasori o esploratori innovativi? Una domanda alla quale il Field Museum di Chicago intendere dare una risposta attraverso l’esposizione che avrà luogo dal 27 febbraio al 4 ottobre 2015. In mostra le più recenti scoperte archeologiche e centinaia di rari manufatti scandinavi attraverso i è possibile esplorare il potere della mitologia e del simbolismo, espressione della vita di questo popolo. “Vikings” è organizzata in collaborazione con il Museo di Storia svedese e altre strutture partner austriache.
Sito ufficiale

Dai Vichinghi con le loro antiche armature, alla rivoluzione dei robot. Il Museum of Science and Industry, MSI, di Chicago propone per la prossima primavera, in date ancora da definire, la “Robot Revolution”, percorso che esplora come i robot, creati dall’intelligenza umana, potrebbero divenire alla fine nostri compagni e colleghi e modificare il modo di vivere e lavorare. L’idea è di introdurre gli spettatori in un mondo visionario dove i robot non siano considerati soltanto una curiosità ma un assetto vitale in grado di sopperire anche a difficoltà del tutto umane, come entrare in edifici in fiamme o sostenere terapie dedicate a bambini autistici. Gli ospiti, durante la mostra, potranno interagire con circa 40 robot creati dalle più moderne compagnie di robotica e università.
Sito ufficiale

Per gli appassionati delle serie televisive, il 2015 porta una interessante novità itinerante: la grande mostra di Game of Thrones! Esposti gli oggetti di scena, i costumi e le foto sul set, oltre che essere coinvolti in coinvolgenti esperienze multimediali e sensoriali. L'evento compirà un tour mondiale in 7 diverse città: si parte a febbraio quando la mostra toccherà Londra allestita presso The O2 per un totale di 7 giorni, dal 9 al 12 e dal 15 al 17 febbraio. Poi seguiranno le altre città, di cui non sono ancora disponibili date e location; il tour farà tappa in Svezia, a Stoccolma, dirigendosi ed a Tel Aviv in Israele. Dopodiché tornerà in Europa facendo tappa a Madrid, Berlino, Amsterdam e concludendo il percorso in Francia, a Parigi.
Sito ufficiale

Dal 16 marzo al 13 settembre 2015, il Museo del Prado di Madrid, nei locali della Galleria Centrale, Edificio Villanueva, ospita dieci opere dipinte da Pablo Picasso provenienti dal Kunstmuseum di Basiliea. Le opere, realizzate fra il 1906 ed il 1967, rappresentano una piccola retrospettiva dell’artista nato a Malaga, esposta grazie alla collaborazione definita con il museo svizzero.
Sito ufficiale

Il rapporto con il museo di Basilea coinvolge anche il Museo Nazionale Centro di Arte Regina Sofia sempre di Madrid dove, dal 18 marzo al 14 settembre 2015, saranno esposte, all’edificio Sabatini, un centinaio di opere provenienti proprio dal Kunstmuseum, considerato per dimensione ed importanza della collezione, il primo museo pubblico del mondo. La mostra, organizzata in occasione dei lavori di ampliamento del museo svizzero, propone opere appartenenti ad artisti del XX secolo ed includono dipinti di Edvard Munch, Georges Braque, Fernand Léger, Paul Klee, Piet Mondrian, Max Ernst, Emil Nolde, Wassily Kandinsky, Hans Arp, Alberto Giacometti, Barnett Newman, Jean Tinguely, Donald Judd, Jasper Johns, Steve McQueen e Bruce Nauman.
Sito ufficiale

 Pubblicato da il 12/01/2015 - 3.966 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close