Cerca Hotel al miglior prezzo

Foliage in autunno: dal Canada all'Italia i luoghi migliori per vederlo

Pagina 1/2

L'autunno è la stagione prediletta per gli appassionati di uno degli spettacoli naturali più suggestivi del pianeta: il cosiddetto “foliage”, ovvero il drammatico cambiamento di colore delle foglie che, prima della lora caduta, si colorano di tinte infuocate.
Le località più conosciute per osservare questo magnifico spettacolo della natura si trovano quasi tutte oltre oceano, in Canada e nel nord degli Stati Uniti, ma anche in Giappone, che ha una profonda passione per i paesaggi autunnali. Non tutti sanno però che anche in Italia ed Europa ci sono luoghi ideali per ammirare questo cambiamento stagionale, immortalandolo con fotografie indimenticabili.

Ogni anno lo spettacolo è profondamente diverso dal precedente: sono tantissimi gli elementi che influenzano il colore delle foglie, senza contare che addirittura le stesse specie possono produrre tonalità diverse a seconda della storia climatologica degli ultimi mesi; pioggia, temperatura e vento segnano inequivocabilmente il destino delle foglie, anticipandone o ritardandone la caduta, determinandone il cambiamento cromatico.
Attenzione quindi: pianificare le tempistiche del viaggio è tutt'altro che facile e non ci sono garanzie su quanto colorate diverranno le foglie in ciascuna località. Entrano in gioco anche latitudine e altitudine, fattori che rendono il tutto ancora più difficile da prevedere.
Di seguito proponiamo una lista dei luoghi più indicati per osservare il fioliage, effimero e al tempo stesso splendido fenomeno della natura.

Autumn colours in Canada e Stati Uniti


Da quanto emerso in precedenza, il Canada, trovandosi a latitudini superiori, assiste per primo al fenomeno del foliage, assieme al magnifico Alaska. Questo stato americano, in particolare, possiede ben 17 parchi nazionali, ideali per ammirare durante il giorno, fino a metà novembre, lo spettacolo delle foglie colorate, e di notte l'aurora boreale.
Spostandoci in Canada, nella provincia dell'Alberta troviamo i magnifici scenari offerti dalle Montagne Rocciose, punteggiate da variopinti alberi a foglia caduca, specie a inizio autunno. Proseguendo verso le coste orientali, Quebec e Ontario offrono luoghi perfetti per i foliage; tra i siti più famosi figurano il parco di Algonquin, nei pressi di Toronto, e l'Agawa Canyon, nella parte settentrionale dell'Ontario. Nella zona di Montreal, invece, non perdetevi i Monti Laurentiani, un tripudio di colori fino a fine ottobre, senza dimenticare New Brunswick e Nuova Scozia, e in particolare l'area di Cape Breton.

Passando agli Stati Uniti, il Maine è famoso per essere uno degli stati migliori per osservare i colori d'autunno. Molti turisti scelgono il Parco Nazionale di Acadia, ma pochi sanno che esiste una cosiddetta Scenic Byway, ovvero una spettacolare via secondaria, chiamata Kancamagus, che attraversa la magnifica White Mountain National Forest coinvolgendo anche lo stato del New Hampshire.
Parimenti famoso per le foglie è lo stato del Vermont - e in particolare i verdi boschi della Green Mountain National Forest, che ad ottobre si trasormano in un suadente spettacolo cromatico -, così come la North Carolina, lo stato della Blu Ridge negli Appalachi.
Tuttavia, anche rimanendo in città, a ottobre si può apprezzare un foliage spettacolare in tanti parchi urbani: ne parliamo approfonditamente nel nostro articolo sui luoghi dove vedere il foliage a New York.
Per i ritardatari, infine, segnaliamo il foliage del Texas, che avviene di solito a novembre: spettacolare quello della Lost Maples State Natural Area, a nord-ovest della città di San Antonio.

Momijigari in Giappone


In Giappone il foliage è noto con il nome di momijigari, ed è una tradizione consolidata soprattutto nelle zone dove questo fenomeno è più spettacolare.
L'autunno inizia presto nelle isole del nord, e già nella seconda metà di settembre i fotografi convergono al Daisetsuzan National Park, sull'isola di Hokkaido. A ottobre qui vale la pena recarsi a Noboribetsu, dove ai colori delle foglie si sommano quelli delle famose sorgenti termali.
Nella prefettura di Tohoku l'autunno inizia più tardi, a metà ottobre, e prosegue a novembre coinvolgendo gli scenari del lago Towadako e delle montagne Hachimantai, ammantate da colori particolarmente accesi.
Più avanti, tra la fine di novembre e metà dicembre, il ruolo di protagonista spetta alla zona di Kyoto, in particolare al tempio di Tofukuji, dove i fotografi trovano scenari da favola per i loro scatti.


... Pagina 2/2 ...

I colori dell'autunno in Europa

A detta di molti non c'è luogo migliore per il foliage della Valle della Loira, dove al fascino dei colori accesi si aggiunge la bellezza delle sue città storiche e dei castelli.
Restando in Francia, altrettanto affascinanti sono i boschi dell'Auvergne (Alvernia) e di tutto il Massiccio Centrale. Anche i Pirenei, nella zona di Montsegur, sono famosi per il foliage.
Spostandoci in Germania, le foglie colorate danno spettacolo lungo la Deutsche Weinstraße, mentre un'alternativa suggestiva è rappresentata dalla crociera autunnale sul fiume Meno, vicino a Francoforte, le cui sponde e colline sono ricche di colori che variano dal giallo al rosso, dall'arancione alle diverse tonalità del marrone.

Il Nord Europa offre ottime opportunità di vedere il foliage, sopratutto in Norvegia e Svezia. Si parte dalle zone più settentrionali a fine settembre e si termina a cavallo tra ottobre e novembre nella regione di Malmo, all'estremità meridionale della penisola scandinava. Poco conosciuti ma altrettanto suggestivi sono gli scorci offerti dai Carpazi, specialmente in Romania, dove i boschi della Transilvania si vestono di mille colori spettacolari tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre.

Foliage in Italia

Vedere il foliage in Italia è molto semplice ed è possibile farlo praticamente in tutte le regioni, visto che i boschi sono presenti un po' ovunque sui rilievi, dalle Alpi alla dorsale appenninica. Volendo entrare più nello specifico, ci sono ottime possibilità di scattare fotografie indimenticabili nelle Langhe e nel Monferrato dichiarati nel 2014 Patrimonio dell'Umanità, dove a quelle dei boschi si uniscono anche le colorazioni accese dei vigneti.
Altrettanto pittoresche sono le vallate appenniniche a cavallo tra la Toscana e l'Emilia-Romagna, che offrono parecchie opportunità di ammirare il foliage; tra i luoghi più significativi segnaliamo i Colli Piacentini, la Valle dell'Acquacheta (tra le province di Firenze e Forlì-Cesena) e la Valle del Sillaro (provincia di Bologna).

A livello nazionale, tra le zone più rinomate per questo genere di fenomeno ci sono ovviamente le Alpi. Le montagne del Parco Adamello-Brenta, in particolare, regalano spettacolari paesaggi fatti di tinte calde e morbisdi tappeti di foglie. La zona del Lago di Tovel è una delle più suggestive per ammirare il foliage in Trentino, con l'acqua che riflette i colori del bosco offrendo uno spettacolo unico.

Per quanto riguarda il foliage autunnale in Alto Adige, molti appassionati si danno appuntamento nei pressi di Merano, ai Giardini di Castel Trauttmansdorff (quello della Principessa Sissi), o al confine tra la Val di Fiemme e la Val di Fassa, specie nel Parco Naturale di Paneveggio, dove salgono in cattedra i larici, le uniche conifere ad accendersi con il magico fenomeno del foliage.

Per vedere il foliage al Sud, tra i luoghi più fotogenici segnaliamo il Parco Nazionale della Sila (Calabria) e il Bosco di Verrutoli (comune di Irsina, Basilicata) i Monti Nebrodi e le Madonie (Sicilia), che sono anche interessantissime mete di trekking. Infine, nella zona del Gargano, in Puglia, la Foresta Umbra è una riserva naturale dove vivono faggi secolari, aceri e querce che in autunno cambiano completamente il loro aspetto.

 Pubblicato da il 21/09/2021 - - ® Riproduzione vietata

07 Dicembre 2021 Il mercatino di Natale a Golfo Aranci: Christmas ...

Sembrerà strano, ma la neve e il Natale arrivano anche in Sardegna, ...

NOVITA' close