Cerca Hotel al miglior prezzo

Le Giornate FAI d'Autunno

Luoghi speciali, aperture straordinarie e Ciceroni d’eccezione: sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 tornano le Giornate FAI d’Autunno, che segue l'edizione delle Giornate FAI di Primavera..

L’edizione 2019 segna l’ottavo anno della manifestazione che è dedicata alla poesia L’infinito di Giacomo Leopardi e come sempre vanta grandi numeri: 700 luoghi in 260 città in tutta Italia saranno aperti a visite speciali, con itinerari a tema, accompagnati dai Gruppi FAI Giovani e da oltre 5.000 apprendisti-guide, ovvero studenti della scuola di ogni ordine e grado che hanno scelto con i loro docenti di partecipare all’iniziativa lanciata dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) già nel 1996, per raccontare le meraviglie del loro italiano.

Come sempre le aperture coinvolgeranno palazzi, chiese e castelli, aree archeologiche, giardini e architetture industriali, ma anche bunker e rifugi antiaerei, botteghe artigiane, musei e interi borghi e l’accesso sarà libero, con un contributo facoltativo (consigliati da 2 a 5 euro), a sostegno delle attività della Fondazione. Gli itinerari dedicati a Leopardi toccheranno diverse regioni dall’Orto sul Colle dell’Infinito, Bene del FAI a Recanati, al Parco Vergiliano a Napoli dove le spoglie di Giacomo Leopardi sono state traslate nel 1939 dalla Chiesa di San Vitale a Fuorigrotta, in cui l’amico Antonio Ranieri lo fece tumulare nel 1837, fino alla Chiesa di Sant’Onofrio al Gianicolo a Roma, che ospita la tomba di Torquato Tasso, autore molto caro a Leopardi.
Ma quali sono i luoghi e le aperture più originali di questa edizione? Ecco di seguito alcune idee e suggerimenti di itinerari in alcune regioni, che includono città del nord e territori a sud, isole comprese.

Durante le Giornate FAI d’Autunno all’accesso di ogni bene sarà richiesto un contributo facoltativo (consigliati da 2 a 5 euro), a sostegno dell’attività della Fondazione e per gli iscritti FAI ci saranno visite esclusive, accessi prioritari ed eventi speciali. Ma dove si potrà accedere? Ecco di seguito un elenco con alcune città e gli indirizzi da non perdere.

Luoghi FAI da non perdere nel Nord Italia


Piemonte

Il weekend tematico ha per titolo Il rinnovamento urbanistico della città di Torino nel ‘700, e per questo le aperture interesseranno la Curia Maxima, il Palazzo dei Supremi Magistrati,
il Palazzo Capris di Ciglié, il Forte del Pastiss
e l’Area archeologica Rivellino degli Invalidi.

Lombardia

Tantissime le aperture lombarde che includono vari siti a Milano come la Casa degli artisti, che ospitò laboratori e atelier di personalità quali, Luciano Fabro, Hidetoshi Nagasawa o la critica Jole De Sanna, il Rifugio antiaereo di via Spaventa, che si trova lungo il Naviglio Pavese, edificato nel 1940 per offrire riparo ai dipendenti pubblici del servizio idrico milanese in caso di attacco bellico aereo, mai aperto al pubblico. Le visite si faranno anche nell’headquarter di COIMA, azienda del settore immobiliare, nel nuovo edificio progettato da Mario Cucinella Architects e inaugurato nel 2017, inserito nella riqualificazione urbana di Porta Nuova, e nel vicino parco, la Biblioteca degli Alberi (BAM), disegnato dallo studio olandese Inside Outside Petra Blaisse. Per gli amanti della Milano del passato via all’ingresso nell’UBI Banca, nel Palazzo storico della Banca Lombarda, adiacente alla Galleria Vittorio Emanuele II, con sale aperte, armadi d’epoca e importanti opere d’arte. Libero accesso anche ai Chiostri dell’Umanitaria e all’antico refettorio del convento che ospita la Crocifissione di Bernardino Ferrari e ciò che resta del quattrocentesco Convento di Santa Maria della Pace.

A Giussago (Pavia) si farà visita al NeoruraleHub, nei 1.700 ettari di terreno agricolo recuperati per ricreare la biodiversità che vi si trovava nel 1000 d.C., epoca in cui i monaci Benedettini li bonificarono, opera naturalistica e nobile della famiglia Natta, che ha permesso un importante ripopolamento dell’avifauna, come 17 specie di libellule, farfalle, uccelli nidificanti come l’airone rosso, il cavaliere d’Italia e il martin pescatore.

A Pompiano (Brescia) le visite racconteranno i giardini e gli affreschi delle splendidesale di Villa Feltrinelli. Mentre a Como, il weekend è dedicato alle storie del volo, con le porte aperte all’Aero Club Como, il MURAC Museo Rifugi Antiaerei di Como e l’Aeroclub volovelistico di Alzate Brianza.

Veneto

A Venezia i visitatori potranno entrare nella Chiesa di San Lazzaro dei Mendicanti (foto), con all'interno opere di Paolo Veronese e un Guercino. Previa prenotazione potrete accedere alla Sede della Banca d'Italia, ovvero Palazzo Dolfin Manin dai magnifici interni. Infine, sempre nella città lagunare, sarà possibile entrare a Casa Bortoli se siete soci FAI. E' comunque possibile iscriversi anche in loco.

Emilia-Romagna

Segnaliamo le aperture preveste a Bologna: l'Archivio storico della Provincia di Cristo Re, la Quadreria di Palazzo Rossi Poggi Marsili, dove potrete ammirare opere del calibro del Guercino, Carracci e Fontana, e l'Archivio Unione Donne in Italia a Palazzo Ratta, dove potrete vivere la storia dell'impegno femminile per la conquista dei più importanti diritti civili.

Luoghi FAI consigliati in centro Italia


Toscana

Per gli amanti della moda porte aperte alla Fabbrica Lucchesi di Prato, fondata a fine Ottocento da Guido Lucchesi, che produce ancora oggi tessuti di alta qualità per i più importanti marchi della moda nazionale e internazionale, nello storico edificio addossato alle antiche mura trecentesche che delimitano il centro storico: i vivitatori potranno ammirare anche la Mostra del tessuto e della moda contemporanea, una collezione privata di tessuti antichi, abiti, libri campionario e macchinari dal Medioevo alla contemporaneità.

Lazio

Nella capitale si aprono alle visite i luoghi dedicati alla giustizia, come la Corte Suprema di Cassazione (foto), ovvero il Palazzo di Giustizia, detto Il Palazzaccio, affacciato sul Tevere e ornato da colossali statue, con affreschi interni, la biblioteca e il cortile d’onore; aperta anche la Caserma dei Corazzieri del Quirinale, sede della Guardia d’Onore e di sicurezza del Presidente della Repubblica Italiana, comprese le scuderie che custodiscono i cavalli di razza irlandese usati nelle parate. Poi porte aperte anche all’Avvocatura dello Stato e alla Biblioteca Angelica, all’interno dell’ex convento di Sant’Agostino, dove la biblioteca aperta nel 1604 è considerata tra i primi esempi di biblioteca pubblica d’Europa.

Tra le altre aperture straordinarie c’è anche il Tribunale Supremo Militare a Palazzo Cesi e il Museo Storico dell’Arma dei Carabinieri. Sempre nel Lazio a Castrocielo (Frosinone) si potrà accedere all’Area Archeologica di Aquinum, antica città romana nella media valle del Liri, con resti monumentali, torri e templi e con pezzi raccolti nel Museo Archeologico, la Chiesa di San Rocco, la Chiesa di Santa Lucia e il Monacato di Villa Eucheria, tutti aperti al pubblico per le visite.

Luoghi FAI suggeriti al sud

Campania

Per gli amanti delle residenze reali, si accederà al Real Sito di Portici, settecentesco palazzo borbonico che diventò residenza estiva e di caccia, grazie ai parchi che si estendevano, dalla costa alle pendici del Vesuvio: oggi sede della Facoltà di Agraria dell’Università di Napoli Federico II e del MUSA, che unisce i Musei delle Scienze Agrarie è composto da due parchi, progettati da Francesco Geri, e dalla reggia, compreso l’Herculanense Museum, con le riproduzioni dei reperti che in passato vi erano stati custoditi, compresi alcuni pezzi di Pompei.

Sicilia

Le visite culturali siciliane si fondono con la natura del vulcano, patrimonio Unesco e sono dedicate a Catania sopra i 1000 metri: storie, sapori e sentieri dell’Etna. Per questo motivo i ciceroni illustreranno la storia della Stazione della Ferrovia Circumetnea del Borgo, da cui un tempo partivano treni a vapore e che oggi permette la partenza per pittoreschi tour lenti fra i paesi etnei; fra questi c’è Bronte, che offre la visita nel Real Collegio Capizzi, che possiede importanti opere della cultura umanistica del XVIII secolo, circa 21.000 volumi tra testi scientifici, letterari, teologici e preziose edizioni come quella di un atlante geografico del 1692.

A Giarre il weekend è l’occasione per visitare il Radicepura Garden Festival, evento internazionale dedicato al garden design e all’architettura del paesaggio del Mediterraneo. Anche a Viagrande il weekend permette di visitare l’elegante Villa Pitanza Manganelli Biscari, mentre a Nicolosi gli appassionati di costellazioni potranno entrare nell’Osservatorio astrofisico Mario Girolamo Fracastoro, situato a 1735 metri sul livello del mare, che ospita i telescopi professionali alla quota più alta sul territorio nazionale.

Sardegna

Sull’isola sarda il weekend è dedicato agli storici fari in provincia di Sassari, come il cosiddetto Semaforo marittimo di Guardia Vecchia, che nella zona centro-sud dell’isola della Maddalena, permette di scorgere tutti i passaggi fra le isole dell’arcipelago, la costa gallurese e la Corsica e dal 1808 conserva il forte ottagonale, chiamato San Vittorio, in onore del re di Sardegna Vittorio Emanuele I, oppure il faro di Capo Testa (foto), a pochi chilometri da Santa Teresa di Gallura, attivo dal 1845 con la sua torre con la lanterna è considerato tra i più importanti per la navigazione del nord della Sardegna.

Info: www.fondoambiente.it
  •  
18 Ottobre 2019 La Settimana del Malfatto a Carpenedolo

È una sette giorni che anticipa sontuosamente la manifestazione ...

NOVITA' close