Cerca Hotel al miglior prezzo

Tour attraverso l'Italia, sulle orme degli artisti italiani pił famosi (12 pagine)

.

Ad Anchiano, visita alla Casa di Leonardo e a Vinci al Museo Leonardiano

C’è chi ha la fortuna di nascere con un grande talento e passa la vita a coltivarlo. Ma il nostro Leonardo da Vinci, nato in provincia di Firenze nel 1452, di talenti ne aveva da vendere: pittore, scienziato, ingegnere e scultore, si intendeva di architettura e di musica, di anatomia e scenografia. La recente mostra londinese a lui dedicata, che ha registrato un successo straripante, non è stata altro che l’ennesima conferma: da sempre il genio di Leonardo dimostra di non avere confini. Italiano ma cittadino del mondo, ha incarnato alla perfezione un’epoca di enormi cambiamenti ed è considerato tra i più grandi geni dell’umanità.

Cittadino del mondo ma, ancora prima, del piccolo comune di Vinci, adagiato tra i colli toscani. Dove sono ben contenti di mostrare ai turisti i luoghi di Leonardo: dalla Casa Natale di Anchiano alla Biblioteca Leonardiana, passando per un ricco museo.

La Casa Natale è a 3 km da Vinci, immersa tra gli ulivi della frazione di Anchiano, lungo la cosiddetta “Strada Verde” che fende la campagna. È aperta al pubblico e contiene numerose riproduzioni di disegni, compresa una mappa del Valdarno, ma dall’autunno del 2010 è interessata dai lavori di ristrutturazione che si concluderanno nel 2012, presentando un nuovo percorso espositivo. Sarà aperta anche la vicina Casa del Custode, con una mostra sulla vita quotidiana, i soggiorni in Montalbano e l’arte pittorica di Leonardo.

Nel frattempo la casa resta comunque visitabile: è aperta tutti i giorni con orario variabile a seconda delle stagioni. Per maggiori informazioni tel. 0571/56519, mail: info@museoleonardiano.it o www.comune.vinci.fi.it (sito ufficiale della casa in fase di realizzazione).

Nel cuore di Vinci sorge il Museo Leonardiano, che occupa il Castello dei Conti Guidi e la Palazzina Uzielli e intende raccontare il fervore culturale del Rinascimento, oltre a presentare un gran numero di modelli ed esperimenti tratti dagli schizzi e gli appunti del genio. Il ventaglio di proposte è ampio e stimolante: lezioni, laboratori e attività ludiche sono studiate dal museo per grandi e piccoli, e si organizzano belle visite guidate tra la mostra e i vicini luoghi legati a Leonardo. Proprio fuori dal castello, in Piazza dei Guidi, Mimmo Paladino ha creato una serie di architetture-sculture che si ispirano ai modelli leonardiani, mentre in Piazza Masi, dietro la Palazzina Uzielli, la scultura di Mario Ceroli reinterpreta l’Uomo Vitruviano.

Il museo è aperto tutti i giorni; l’orario varia a seconda del periodo. Per maggiori informazioni tel. 0571/933251 o www.museoleonardiano.it.
La Biblioteca Leonardiana, collocata entro le mura del castello, è un importante centro di documentazione sull’opera di Leonardo da Vinci ed è accessibile su appuntamento. Per informazioni e prenotazioni tel. 0571/933250 o www.bibliotecaleonardiana.it.

Infine il Museo Ideale Leonardo da Vinci, collezione privata che invece sorge fuori dalle mura, lungo la Via di Montalbano, e raccoglie documenti e spettacolari ricostruzioni di progetti leonardiani. Vedi www.museoleonardo.com.

Per ulteriori informazioni su Vinci e le terre di Leonardo:
www.terredelrinascimento.it o www.leonardoavinci.eu.

 Pubblicato da il 29/07/2012 - 49.549 letture - ® Riproduzione vietata

02 Luglio 2022 La Festa Artusiana a Forlimpopoli

La piazza centrale di Forlimpopoli - trasformata nei giorni di festa in ...

NOVITA' close