Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Giordania

Visto per la Giordania e sicurezza nel paese

Pagina 1/2

E’ necessario il passaporto avente validità residua di almeno sei mesi per effettuare un viaggio in Giordania. Informazioni o modifiche a tale norma possono essere acquisite presso le Rappresentanze diplomatiche del Paese in Italia o un’agenzia viaggi.

Anche il visto è richiesto per recarsi nel Paese, e si può ottenere presso gli Uffici diplomatici giordani in Italia o direttamente all’arrivo in aeroporto in Giordania, pagando in valuta locale. Può essere inoltre ottenuto alle frontiere terrestri, con la sola eccezione della frontiera di King Hussein Bridge/Allenby Bridge, vicino ad Amman, dove non è concesso.

Non vi sono formalità valutarie alla dogana.

Sicurezza

Si ricorda che nell’area mediorientale è sempre alto il livello di tensione ed in Giordania, come nei Paesi limitrofi, vi è possibilità di attentati o aggressioni ai danni di obiettivi e turisti occidentali. Non si sono tuttavia registrati casi del genere negli ultimi tempi, e la situazione pare abbastanza tranquilla nei siti turistici come Petra, Jerash, Madaba, Wadi Rum e Aqaba.

... Pagina 2/2 ...E’ sconsigliato il transito terrestre dalla Giordania verso la Cisgiordania o l’Iraq ed addentrarsi nei campi profughi palestinesi in Giordania. Si suggerisce di evitare gli spostamenti individuali a causa dei grandi spazi desertici del territorio e le zone particolarmente affollate, quali mercati, moschee e manifestazioni per il pericolo di attentati. Si raccomanda inoltre di seguire attentamente le indicazioni delle Autorità e di non fotografare palazzi governativi e possibili obiettivi militari.
E’ suggeribile noleggiare un’auto con autista, perché in caso di incidente con ferimento di un cittadino giordano, si è sottoposti all’arresto fino a quando questi non sarà dichiarato guarito.

E’ bene ricordare che trattandosi di un Paese musulmano non sono graditi certi atteggiamenti quali mangiare, bere e fumare in pubblico durante il Ramadan o un abbigliamento considerato offensivo quale la minigonna, i calzoncini e le camicette senza maniche.

L’uso, la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti sono puniti con multe, carcere e lavori forzati. Violenze ed abusi sessuali ai danni di minori sono puntiti severamente, ed in particolare lo stupro di un minore di 15 anni è punito con la pena di morte per impiccagione. Si ricorda che i reati che coinvolgano minori sono perseguiti anche in Italia al momento del rientro.

In caso di problemi con la Polizia locale si consiglia di contattare l’Ambasciata od il Consolato italiano in loco per ottenere la dovuta assistenza.
Sebbene il nostro sforzo sia quello di mantenere le informazioni aggiornate prima di partire vi consigliamo di consultare anche il sito Viaggiaresicuri.it
 

 Pubblicato da - 21 Febbraio 2011 - Riproduzione vietata

loading...
27 Febbraio 2017 La Festa del maiale a Monghidoro

Del maiale non si butta via niente recita un vecchio detto che qui a Monghidoro, ...

NOVITA' close