Cerca Hotel al miglior prezzo

Haikou (Cina): la cittą sull'isola di Hainan, tra mare e spiagge

Haikou, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Capitale e città principale dell’isola di Hainan, Haikou è una città di circa 830.000 abitanti che attira ogni anno numerosi visitatori, interessati soprattutto al suo bel litorale. Haikou significa “Foce del Mare” e, sebbene i commerci marittimi rivestano ancora una certa importanza, l’animato capoluogo è interessato soprattutto da un apparentemente inarrestabile boom edilizio, con decine di progetti di sviluppo avviati o ripresi un po’ dappertutto. La zona occidentale della città è quella più sorprendente per la sua somiglianza ad una località della Florida più che della Cina, con bassi edifici in tinte pastello, viali enormi pieni di palme e un lungo litorale sabbioso. Anche se non offre troppi siti di interesse che valga la pena di visitare, Haikou è comunque una valida base di partenza per esplorare il nord dell’isola, oltre ad una piacevole stazione balneare con tante spiagge e l’aria pulita, caratteristica non da poco in un paese come la Cina.

La stragrande maggioranza dei visitatori si concentra nella zona del Parco di Haikou o sull’Isola di Haidian, a nord del fiume. Entrambe le zone sono piuttosto vecchie e cadenti, specialmente se confrontate con la parte occidentale della città, ma sono dotate di tutte le infrastrutture necessarie ai turisti, tra cui banche, ristoranti e agenzie di viaggio. A nord-ovest sorgono il porto e la spiaggia cittadina, mentre l’autostazione più importante si trova a sud-ovest del centro.

Per cominciare ad ambientarsi a Haikou non c’è niente di meglio che fare una passeggiata lungo il fiume, intorno al Parco Ertong, specialmente quando ci navigano le pittoresche barche di legno. Nella parte settentrionale, su Haidian Yilu, troverete un vivace mercato del pesce, ma le attrattive principali di questa parte di città sono il tempio Ming e giardini che lo circondano, insieme agli edifici del Tempio Commemorativo dei Cinque Funzionari, dedicati a cinque funzionari esiliati a Hainan in epoca remota. In questo tempio è commemorato un altro celebre esule, il poeta Su Dongpo, vissuto sotto la dinastia Song.

La Tomba di Hai Rui è dedicata al noto e incorruttibile funzionario della dinastia Ming, condannato all’esilio sull’isola per aver criticato l’imperatore; la tomba e l’area circostante, completamente restaurata, sono veramente interessanti soprattutto dal punto di vista storico, mentre se volete rilassarvi in spiaggia la Holiday Beach è ciò che fa per voi. Questa lunga striscia di sabbia soffice, che si estende ad ovest del porto Xiuying, è ben attrezzata, dotata di cabine e docce e ideale per praticare il windsurf. La sera è possibile cenare presso i tanti ristoranti che offrono pietanze di pesce, ma anche carne cotta al barbecue. Per tornare in città dalla spiaggia potete seguire uno splendido sentiero che prosegue lungo il litorale.

A testimonianza della sua vocazione turistica, Haikou ospita ogni anno alcuni interessanti eventi. A primavera si tiene il Coconut Festival, una kermesse internazionale che deve il proprio nome alla pianta simbolo della città e che offre un ricco calendario fitto di concerti, spettacoli e incontri culturali. In febbraio, invece, è in programma il Junpo Festival, un momento di rievocazione delle tradizioni e della cultura antica del luogo durante il quale si ricordano gli antenati e si celebrano gli dei.

Trovandosi all’estremità meridionale della Cina, Haikou e l’isola di Hainan presentano un clima subtropicale, caldo per quasi tutto l’anno. Le condizioni meteorologiche migliori si registrano all’incirca da novembre ai primi di marzo, quando la temperatura media è di 21 gradi a fronte di una media annua di 25. Naturalmente questo è anche il periodo di maggiore afflusso turistico, mentre in marzo e aprile, ma anche a ottobre e novembre, il numero di visitatori è decisamente più basso a causa del clima, caldo e umido ai limiti della sopportabilità. Tra maggio e ottobre possono anche verificarsi improvvisi tifoni, accompagnati da venti molto forti capaci di paralizzare i trasporti marittimi.

L’Aeroporto Meilan di Haikou, situato 25 chilometri a sud-est del centro cittadino, è ben collegato con quasi tutte le principali città cinesi, ma anche con Hong Kong, Bangkok, Singapore, Kuala Lumpur e Macao. Haikou ha due porti, anche se gran parte delle partenze avviene dal terminal dei traghetti passeggeri Xiuying, da cui salpano battelli diretti a Guangzhou e Beihai, ma anche in Vietnam. In centro ci sono tre stazioni degli autobus: presso il terminal dei traghetti passeggeri di Xiuying si prendono gli autobus che ogni partono alla volta di Guangzhou e meno frequentemente per Nanning, dalla nuova Autostazione Sud partono i mezzi veloci per Sanya e Wuzhishan, dall’Autostazione Est vi sono invece frequenti corse per Wenchang e Qionghai. La stazione ferroviaria dispone di collegamenti con Sanshui, Zhaoqing, Maoming e Zhanjiang, mentre il modo migliore per godersi pienamente la bellezza delle spiagge e del paesaggio rurale è noleggiare una bicicletta.
  •  

 Pubblicato da - 07 Ottobre 2010 - © Riproduzione vietata

News più lette

close