Cerca Hotel al miglior prezzo

Porto Garibaldi (Emilia Romagna), vacanza nei Lidi Ferraresi

Pagina 1/2

In estate le carezze del sole fanno luccicare la superficie dell’Adriatico, e la distesa argentea delle valli di Comacchio scintilla nell’aria salmastra. In autunno le luci iniziano a mutare, e mentre i colori della terra si fanno caldi e ambrati, l’acqua e il cielo assumono un pallore nebuloso, malinconico e sublime allo stesso tempo. È questo il paesaggio che si scopre nei Lidi Ferraresi, in Emilia Romagna, ad esempio a Porto Garibaldi: località marittima della provincia di Ferrara, appartenente ai sette Lidi di Comacchio, è la più antica tra le cittadine del gruppo e si è sviluppata sul lato nord del porto canale.

In origine si chiamava Magnavacca, ma in seguito allo sbarco di Garibaldi del 1849, avvenuto proprio in questa zona, il paese cambiò nome in onore del personaggio. Riguardo al nome dei sette lidi, invece, esiste a dire il vero una piccola diatriba: chi vive a Comacchio preferisce attribuirli alla propria sfera di influenza, e li chiama Lidi di Comacchio, mentre gli abitanti ferraresi li definiscono, con orgoglio campanilistico, appunto Lidi Ferraresi. Una contesa pacifica, che non fa che colorire il folclore di questa cittadina emiliano-romagnola.

La risorsa economica principale risiede nel turismo balneare, infatti durante l’estate sono innumerevoli i visitatori che si riversano sugli ampi arenili locali: distese di sabbia soffice e bianca, accarezzata dall’Adriatico e punteggiata di ombrelloni coloratissimi, messi a disposizione dai moderni stabilimenti. Il fondale basso fa sì che anche i bambini possano nuotare e giocare nell’acqua in totale sicurezza, e i servizi garantiti dalle strutture turistiche regalano alle famiglie un soggiorno disteso e rigenerante. Per i più giovani, o in ogni caso per chi vuole scatenarsi un po’, Porto Garibaldi ha in serbo divertimenti di ogni tipo, dai pedalò attraccati sulla spiaggia ai locali che di sera, a partire dal tramonto e fino a tarda notte, organizzano apertivi e intrattenimenti di ogni tipo.

Ma non si deve dimenticare un secondo asso della manica, in qualche modo sempre legato al turismo: è il settore della pesca, particolarmente fiorente a Porto Garibaldi grazie alla presenza del porto. Si tratta di un porto grande e ben attrezzato, tra i maggiori d’Europa, in grado di ospitare pescherecci e motonavi e indicato per cimentarsi nella pesca d’altura di sgombri, ma anche per partire alla volta del Delta del Po e fare una gita appassionante.

... Pagina 2/2 ...I frutti di una giornata di pesca vanno ad arricchire il mercato del pesce, e da qui passano alle tavole dei ristorantini sul molo. Taverne alla mano o baretti informali, ma anche ristoranti raffinati specializzati nella cucina di mare: ci sono locali per tutti i gusti e per tutte le tasche, sempre caratterizzati da prodotti di ottima qualità e da ricette genuine, semplici e squisite allo stesso tempo.

La buona cucina, d’altronde, è una caratteristica immancabile dell’Emilia Romagna, così come lo spirito goliardico e la simpatia. Ci se ne accorge immediatamente partecipando a qualche festa o sagra locale: a Porto Garibaldi sono numerosi gli appuntamenti disseminati nel corso dell’anno, in particolare nella stagione estiva. La prima domenica di giugno si celebra ogni anno la Festa della Madonna del Mare, con la suggestiva processione dei pescherecci, mentre a metà agosto c’è la famosa Festa dell’Ospitalità, con la distribuzione gratuita di pesce azzurro fritto a tutti i partecipati, preparato con maestria dagli stessi pescatori e dalla pro loco. Per digerire e rinfrescarsi si conclude la scorpacciata con una fetta di cocomero, mentre ci si avvia alla scoperta delle bancarelle e ci si lascia allietare dai suoni allegri di qualche concerto all’aperto.

L’atmosfera delle serata estive è davvero incantevole, anche grazie al clima mite di queste zone, addolcite dall’influsso benefico del mare e accarezzate da temperature sempre piacevoli. I valori medi di gennaio, il mese più freddo, vanno infatti da un minimo di 0°C a un massimo di 6°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 19°C ai 30°C.

Per arrivare a Porto Garibaldi si possono adottare diverse soluzioni. Chi viaggia in auto può percorrere l’autostrada A13 Bologna-Padova e uscire a Ferrara Sud, continuare sulla superstrada Ferrara-Lidi Ferraresi per circa 50 km e imboccare la SS 309 Romea in direzione Ravenna fino allo svincolo per Porto Garibaldi. Chi sceglie il treno può raggiungere le stazioni di Ferrara-Ostellato o Ravenna, per poi continuare coi pullman di linea, mentre gli aeroporti più vicini sono quelli di Bologna, Venezia e Rimini.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close