Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Cesenatico

Cesenatico (Emilia Romagna) vacanza estiva nel suo mare

Pagina 1/2

Per raccontare delle origini marinare del borgo, quando Cesenatico non era altro che una semplice cittadina di pescatori, non occorre andare molto indietro nel tempo: sino all’inizio del Novecento, per molti secoli, questa fu una località portuale modesta ma fiorente, dove gli abitanti vivevano di pesca e conservavano i bottini freschi raccolti in giornata nelle ghiacciaie, tuttora visibili all’interno di grandi capannoni.

Ma Cesenatico, pur ricordando le proprie origini, ormai ha cambiato volto: abitata da più di 25 mila anime, incastonata lungo la costa dell’Emilia-Romagna in provincia di Forlì-Cesena, la città è diventata una destinazione balneare rinomata, conosciuta in tutta Italia e non solo per la vivacità dei mesi estivi, la qualità degli stabilimenti e la cura delle spiagge, oltre alla posizione privilegiata tra Rimini e Ravenna, a breve distanza da famose città d’arte e cultura.

Il litorale, basso e sabbioso, è lo scenario locale preferito dai visitatori: qui ci si può distendere al sole in totale relax, fare un bagno in completa sicurezza grazie al fondale basso e soffice, o farsi coccolare dai servizi confortevoli messi a disposizione dai vari stabilimenti balneari che susseguono lungo la costa. In effetti anche il clima è perfetto per le vacanze all’insegna del mare, infatti le estati sono molto calde e soleggiate, ideali per la tintarella: i mesi più caldi sono luglio e agosto, con temperature medie comprese tra 19°C e 28°C. In gennaio invece, in mese più freddo, si va da 1°C di minima a 6°C di massima, e le precipitazioni, scarse nel periodo più caldo, si concentrano in autunno e toccano il picco massimo in novembre, quando piove in media per 11 giorni al mese.

Ma la vita da spiaggia non è tutto: Cesenatico regala ai visitatori qualche scorcio cittadino incantevole, e anche qualche monumento o palazzo storico da non perdere. Tra gli angoli più caratteristici del paese c’è il porto-canale realizzato nel Cinquecento, su progetto originale di Leonardo da Vinci, che inizialmente avrebbe dovuto raggiungere la città di Cesena, posizionata nell’interno a circa 15 km da Cesenatico.

Ben più recente, ma comunque interessante e rappresentativo, è il grattacielo di Cesenatico, eretto sul lungomare all’inizio degli anni Cinquanta. Impettito di fronte al preesistente Grand’Hotel, il palazzo è indubbiamente il simbolo della parte più moderna e turistica del centro.

... Pagina 2/2 ... E’ la zona nuova che si snoda intorno a Viale Carducci, la strada parallela al lungomare, totalmente votata al turismo e all’accoglienza degli ospiti, con un’offerta sorprendente di alberghi per tutti i gusti e tutte le esigenze, negozi di ogni tipo, ristoranti e locali in cui bere qualcosa di fresco nelle sere d’estate.

Per un assaggio di storia locale si può visitare l’interessante museo della marineria, in parte allestito nelle vere navi che se ne stanno ormeggiate al porto, la più importante delle quali è il Trabaccolo da trasporto. Nel periodo natalizio, per tutto il mese di dicembre fino al 6 di gennaio, le imbarcazioni si riempiono di magia: viene allestito a bordo uno splendido presepe vivente, con i personaggi della Natività a grandezza umana.

Un altro museo meritevole di una visita è lo “Spazio Pantani”, aperto nella biblioteca del 2006 accanto alla stazione ferroviaria, dove si possono osservare alcuni cimeli, biciclette ed oggetti di vario tipo appartenute a Marco Pantani, il campione del ciclismo venuto a mancare il 14 febbraio del 2004 a Rimini.

Per quanto la passeggiata lungo le vie di Cesenatico si riveli interessante, non c’è niente di più attraente delle feste e delle manifestazioni che vi si organizzano nell’arco dell’anno, in particolare nel corso della stagione estiva. Dalla primavera a settembre si susseguono senza sosta le sagre (Azzurro come il pesce) i concerti, gli spettacoli sotto le stelle, i mercatini e le rassegne gastronomiche, ma anche la stagione autunnale garantisce qualche occasione di festa: tra le ricorrenze più golose e più attese c’è “Il pesce fa festa”, che si svolge alla fine di ottobre ed è una sagra a tema culinario interamente dedicata al buonissimo pesce azzurro. Per questo appuntamento i pescatori locali, grazie a una deroga del Ministero, potranno eccezionalmente andare a pesca di sabato e domenica, per poter vendere il pescato nei giorni di festa. Non mancano le degustazioni, gli apertivi a tema e le classiche “rustide”, ovvero le fritture di mare.

In posizione strategica sulla costa Emiliano-Romagnola, vicina a tante località rinomate, Cesenatico gode di ottimi collegamenti stradali e ferroviari e non è difficile raggiungerla con qualunque mezzo di trasporto. Chi viaggia in auto può prendere l’autostrada A14 in direzione Ancona e uscire a Cesena, poi continuare in direzione Cervia e Cesenatico per circa 15 km. Se invece si viene da sud si deve procedere verso Bologna. Chi sceglie il treno deve viaggiare sulla linea Ravenna-Rimini, mentre gli aeroporti più vicini sono quello di Forlì e di Rimini, entrambi a pochi chilometri dalla meta. A circa 80 km da Cesenatico c’è anche l’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna, da cui si può continuare in autobus fino a destinazione.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close