Cerca Hotel al miglior prezzo

Fine settimana nell'incantevole costa delle Cinque Terre

Liguria, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Un tratto di costa indimenticabile, lontano da traffico ed autostrade, dove il treno rimane ancora l'unico modo, oltre al sentiero, per collegare i cinque paesi che sembrano in simbiosi con le rocce e il mare Ligure. Riomaggiore, Manarola (vedi foto), Corniglia, Vernazza e Monterosso sono più di semplici villaggi costieri, incarnano una tradizione lontana, di sfida tra l'uomo e il mare e preservano con il loro aureo isolamente un lembo di liguria che altrove, non esiste più. Non a caso le Cinque Terre sono entrate a far parte della lista UNESCO dei siti patrimonio dell'umanità e valgono la pena di essere visitate in ogni stagione dell'anno.

Per arrivare alle Cinque terre è consigliabile utilizzare il treno utile per spostarsi di paese in paese e non avere l'assillo del parcheggio o trovarsi imbottigliati in lunghe code. Da ciascuna stazione si può facilemnte scendere a piedi nei singoli paesi, oppure utilizzare dei servizi di navetta per ridurre le faticose rampe di scale, specie al ritorno verso il treno. I paesi sono collegati da sentieri, a tratti attrezzati, molto spettacolari, ma visto i tempi di percorrenza è sempre importante informarsi sulle precioni del tempo, per non farsi sorprendere da cambiamenti improvvisi. E' importante ricordare che i sentieri vanno affrontati con le calzature idonee, anche quelli più blasonati come il sentireo dell'Amore.
Ci sono anche dei battelli che fanno servizi giornalieri per a da le Cinque Terre. Le corse partono da Porto Venere oppure La Spezia e Lerici.

Una delle spiagge più celebri è senza dubbio quella di Monterosso al mare (vedi foto), il borgo più occidentale della serie, dove le montagne lasciano respiro al mare, che qui crea uno dei pochi ma straordinari arenili della costa. E' la spiaggia della Fegina, lunga e dalle sabbie fini di colore grigio, sicuramente una delle più affollate della zona, ma ideale per le famiglie con bambini. Da Monterosso un sentiero di 3 km circa conduce al fantastico borgo di di Vernazza.
Arroccato su di un promontorio su cui svetta maestosa una torre d'avvistamento, Vernazza è un bellissimo porto naturale con le case colorate si affacciano sulla stretta baia. E' uno dei borghi medieovali più spettacolari d'italia e merita una sosta contemplativa.

Da Vernazza si puà decidere se proseguire in treno oppure affrontare il sentiero che conduce fino a Corniglia, l'unico brogo non marinaro delle Cinque Terre. Infatti Corniaglia si trova in posizone panoramica, rialzata rispetto alla linea di costa. A dire il vero il mare è raggiungibile grazie ad una scalinata, detta la la Lardina, ma consigliamo di affrontare lo sforzo consapevoli che i 377 grandini dovreanno poi essere ripercorsi in salita! Comunque, in cosiderazione della bellezza dei paesaggi Corniglia potrebbe essere il borgo ideale per un aperitivo per contemplare il tramonto e per una cena assaporando il fresco della collina. Il tratto di costa che prosegue verso levante prende il nome di "spiaggione di Corniglia" e conduce fino al borgo di Manarola.

Manarola è anchesso situato in una posizione spettacolare, con scure rocce metamorfiche che lasciano aperta una fenditura per il piccolo ma pittoresco porticciolo. E' reso famoso nel mondo dalla "Via dell'amore" un sentiero spettacolare che la congiunge a Riomaggiore, attraversando formazioni rocciose spettacolari e con viste particolarmente suggestive della costa. In origine il sentire era stato costruito per aiutare la realizzazione della linea ferroviaria, ma poi è diventato il percorso più breve per congiungere Manarola a Riomaggiore e consentire ai turisti di scoprire uno dei tratti di costa più belli al mondo.
Il sentiero termina a Riomaggiore, non lontano dalla stazione ferroviaria. Se avete tempo vale la pena di scendere in paese. La struttura urbanistica del borgo è molto particolare, con scale ripide e case alte come palazzi che si sormontano l'un l'altra in modo spettacolare e apparentemente disordinato. Visto dal mare si nota come il paese si stringa attorno alla valle del torrrente, un Rio per l'appunto, e le case viste da lontano disegnano una grande V colorata a pastello che si staglia tra il verde della macchia mediterranea ed il blu cobalto del mare.

  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close